Archive for Maggio 29th, 2015

  • Redazione, Passa l’accordo tra Lamborghini e Fiom. I lavoratori lo hanno approvato nel referendum di oggi (28 maggio) con 928 sì, 20 no, una scheda bianca e una nulla. Alta la partecipazione al voto, considerando che i dipendenti sono in totale 1.145. Viene così ratificata dai diretti interessati l’intesa raggiunta venerdì scorso tra le tute blu Cgil, la Rsu e la direzione aziendale di Automobili Lamborghini per lo stabilimento di Sant’Agata Bolognese. Gli operai messi di fronte alla scelta: accettate o licenziamenti. Alcuni giorni addietro vi scrivevo: “Un uso più semplice dei precari”. Sta tutto nella semantica di questa […] 1

    Lamborghini, via libera degli operai all’accordo già sottoscritto dai sindacati

    Redazione, Passa l’accordo tra Lamborghini e Fiom. I lavoratori lo hanno approvato nel referendum di oggi (28 maggio) con 928 sì, 20 no, una scheda bianca e una nulla. Alta la partecipazione al voto, considerando che i dipendenti sono in totale 1.145. Viene così ratificata dai diretti interessati l’intesa raggiunta venerdì scorso tra le tute blu Cgil, la Rsu e la direzione aziendale di Automobili Lamborghini per lo stabilimento di Sant’Agata Bolognese. Gli operai messi di fronte alla scelta: accettate o licenziamenti. Alcuni giorni addietro vi scrivevo: “Un uso più semplice dei precari”. Sta tutto nella semantica di questa […]

    Continue Reading

  • Abbiamo deciso come redazione di pubblicare, a cento anni della carneficina della prima guerra mondiale, il manifesto della  conferenza tenutasi a  Zimmerwald ( Wald cantone di Berna Svizzera) dal 5 al 8 settembre del 1915, a cui parteciparono 36 delegati in rappresentanza di altrettanti paesi Europei. Questo manifesto è una chiara e limpida dimostrazione concreta di un gruppo di delegati , che intravidero la possibilità di costruire un fronte internazionale di opposizione alla guerra dei padroni, un atto di accusa nei confronti del capitalismo Europeo che spedì al fronte milioni di operai e contadini, che si macellarono gli uni […] 0

    IL MANIFESTO DI ZIMMERWALD

    Abbiamo deciso come redazione di pubblicare, a cento anni della carneficina della prima guerra mondiale, il manifesto della  conferenza tenutasi a  Zimmerwald ( Wald cantone di Berna Svizzera) dal 5 al 8 settembre del 1915, a cui parteciparono 36 delegati in rappresentanza di altrettanti paesi Europei. Questo manifesto è una chiara e limpida dimostrazione concreta di un gruppo di delegati , che intravidero la possibilità di costruire un fronte internazionale di opposizione alla guerra dei padroni, un atto di accusa nei confronti del capitalismo Europeo che spedì al fronte milioni di operai e contadini, che si macellarono gli uni […]

    Continue Reading

  • Dal https://www.facebook.com/metaliscileribirligi.mib Metalmeccanico, come un segno di spunta sulla schiena per anni attaccato alla lotta per la liberazione dalla TM ( SINDACATO PADRONALE) Questa lotta è in crescita, TM è in fase di eliminazione. Così che cosa accadrà dopo? Operaio metalmeccanico come agire? Pensiamo che dovrebbe essere non-Unione lavoratore. Ma devi scegliere uno dell’Unione esistente o no. Adesso, un sacco di segni che tale scelta è spettacoli metalmeccanici dividere sbranate. In queste condizioni l’opzione più valida è unire sotto l’ombrello di un nuovo sindacato. Così come è questa intenzione di essere? Nei prossimi giorni su questa strada, è prevista a […] 0

    OPERAI TURCHI: UNA NUOVA UNIONE MA COME?

    Dal https://www.facebook.com/metaliscileribirligi.mib Metalmeccanico, come un segno di spunta sulla schiena per anni attaccato alla lotta per la liberazione dalla TM ( SINDACATO PADRONALE) Questa lotta è in crescita, TM è in fase di eliminazione. Così che cosa accadrà dopo? Operaio metalmeccanico come agire? Pensiamo che dovrebbe essere non-Unione lavoratore. Ma devi scegliere uno dell’Unione esistente o no. Adesso, un sacco di segni che tale scelta è spettacoli metalmeccanici dividere sbranate. In queste condizioni l’opzione più valida è unire sotto l’ombrello di un nuovo sindacato. Così come è questa intenzione di essere? Nei prossimi giorni su questa strada, è prevista a […]

    Continue Reading

  • Dalla Repubblica BANGKOK – NESSUNO ne conosce il numero, anche se un ministro malese parla di 7.000 persone e i gruppi dei diritti umani di ben oltre 8.000. Sono musulmani rohingya e bengalesi dal Bangladesh e dalla Birmania, apparsi all’improvviso tra fine aprile e maggio lungo le spiagge del sudest asiatico, magri, affamati, ammalati. Come i migranti del Mediterraneo, a bordo di carrette del mare che hanno cercato ovunque un luogo dove attraccare e sono state sistematicamente respinte. Molti di questi natanti potrebbero presto trasformarsi in bare galleggianti, con i superstiti che cercano di sopravvivere costi quel che costi. […] 0

    I BARCONI NEL MONDO

    Dalla Repubblica BANGKOK – NESSUNO ne conosce il numero, anche se un ministro malese parla di 7.000 persone e i gruppi dei diritti umani di ben oltre 8.000. Sono musulmani rohingya e bengalesi dal Bangladesh e dalla Birmania, apparsi all’improvviso tra fine aprile e maggio lungo le spiagge del sudest asiatico, magri, affamati, ammalati. Come i migranti del Mediterraneo, a bordo di carrette del mare che hanno cercato ovunque un luogo dove attraccare e sono state sistematicamente respinte. Molti di questi natanti potrebbero presto trasformarsi in bare galleggianti, con i superstiti che cercano di sopravvivere costi quel che costi. […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai contro, mentre Renzi prepara l’esercito per invadere la Libia, gli USA hanno già iniziato i bombardamenti. In medio oriente i bombardamenti USA e le bande di mercenari americani, curdi, non sono servite a niente I giovani mussulmani sono alle porte di Bagdad e della capitale siriana I bombardamenti USA fanno stragi di civili Un lettore Dal corriere WASHINGTON – Una missione segreta. Dove? Forse in Libia o magari in Tunisia. A condurla una formazione di aerei americani decollati dalla Gran Bretagna. Pochi i dettagli, diffusi dall’esperto di questioni aereonautiche Tyler Rogoway e da quanti seguono le […] 0

    BOMBARDAMENTI USA SUI CIVILI IN NORD AFRICA

    Redazione di operai contro, mentre Renzi prepara l’esercito per invadere la Libia, gli USA hanno già iniziato i bombardamenti. In medio oriente i bombardamenti USA e le bande di mercenari americani, curdi, non sono servite a niente I giovani mussulmani sono alle porte di Bagdad e della capitale siriana I bombardamenti USA fanno stragi di civili Un lettore Dal corriere WASHINGTON – Una missione segreta. Dove? Forse in Libia o magari in Tunisia. A condurla una formazione di aerei americani decollati dalla Gran Bretagna. Pochi i dettagli, diffusi dall’esperto di questioni aereonautiche Tyler Rogoway e da quanti seguono le […]

    Continue Reading

  • Oltre Lampedusa, viaggio sulla rotta di chi fugge dall’Africa in cerca di un futuro – di Marta Serafini /CorriereTV http://video.corriere.it/ceuta-tomba-migranti-che-sognano-l-europa/00f7847c-055c-11e5-ae02-fdb51684f1d6   L’enclave spagnola in Marocco è la porta di ingresso per tutti coloro che scappano dalla guerra e dalla fame. Ed è anche il luogo dove Adou, il piccolo ivoriano, ha commosso il mondo, nascondendosi in un trolley pur di passare il confine. Ma ogni anno centinaia di uomini muoiono. Annegati in mare. O saltando le reti al confine, nel tentativo di entrare in Europa. Facebook Comments 0

    Ceuta, la tomba dei migranti che sognano l’Europa

    Oltre Lampedusa, viaggio sulla rotta di chi fugge dall’Africa in cerca di un futuro – di Marta Serafini /CorriereTV http://video.corriere.it/ceuta-tomba-migranti-che-sognano-l-europa/00f7847c-055c-11e5-ae02-fdb51684f1d6   L’enclave spagnola in Marocco è la porta di ingresso per tutti coloro che scappano dalla guerra e dalla fame. Ed è anche il luogo dove Adou, il piccolo ivoriano, ha commosso il mondo, nascondendosi in un trolley pur di passare il confine. Ma ogni anno centinaia di uomini muoiono. Annegati in mare. O saltando le reti al confine, nel tentativo di entrare in Europa. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, ormai Mattarella è lanciato. Non si riesce a capire cosa dica e perché lo dica. Ma è pagato e deve svolgere il suo ruolo di rappresentanza. La strage degli immigrati nel Mediterraneo continua. Migliaia di immigrati sono stati assassinati dai padroni e dai politici parassiti al loro servizio. Il sostegno agli scampati è ormai chiaro a tutti che è un sostegno alle cooperative affiliate ai partiti politici. Nel discorso di Mattarella ci sono solo parole. Un lettore ANSA “Troppi morti” ci sono voluti per risvegliare almeno un po’ la “coscienza collettiva” di un’Europa che stenta […] 0

    MATTARELLA E’ UN DRAMMA EPOCALE

    Redazione di Operai Contro, ormai Mattarella è lanciato. Non si riesce a capire cosa dica e perché lo dica. Ma è pagato e deve svolgere il suo ruolo di rappresentanza. La strage degli immigrati nel Mediterraneo continua. Migliaia di immigrati sono stati assassinati dai padroni e dai politici parassiti al loro servizio. Il sostegno agli scampati è ormai chiaro a tutti che è un sostegno alle cooperative affiliate ai partiti politici. Nel discorso di Mattarella ci sono solo parole. Un lettore ANSA “Troppi morti” ci sono voluti per risvegliare almeno un po’ la “coscienza collettiva” di un’Europa che stenta […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, ho trovato questa poesia a Renzi di un operaio. Purtroppo questa è anche opera del padrone Un lettore operaio Il presidente del Consiglio Matteo Renzi è in visita allo stabilimento Fiat Chrysler diMelfi. Circondato dai dipendenti che approfittano dell’occasione per gli ormai tradizionali selfie, Renzi si è fermato ad ascoltare una propositiva composizione poetica letta da uno degli operai di Sergio Marchionne: “Ci dobbiamo credere tutti fino in fondo se vogliamo esportare in tutto il mondo”, recitano le rime, che chiudono con l’omaggio al premier: “La nostra realtà di fa sempre più evidente, con la visita […] 0

    Renzi a Melfi, poesia dell’operaio: “Crederci fino in fondo per vendere in tutto il mondo”

    Redazione di Operai Contro, ho trovato questa poesia a Renzi di un operaio. Purtroppo questa è anche opera del padrone Un lettore operaio Il presidente del Consiglio Matteo Renzi è in visita allo stabilimento Fiat Chrysler diMelfi. Circondato dai dipendenti che approfittano dell’occasione per gli ormai tradizionali selfie, Renzi si è fermato ad ascoltare una propositiva composizione poetica letta da uno degli operai di Sergio Marchionne: “Ci dobbiamo credere tutti fino in fondo se vogliamo esportare in tutto il mondo”, recitano le rime, che chiudono con l’omaggio al premier: “La nostra realtà di fa sempre più evidente, con la visita […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, dietro le facce sorridenti di capi e capetti, a Melfi ci sono anche operaie che si sono rifiutate di stringere la mano a Renzi. Lo hanno fatto sotto gli occhi di Marchionne. Un segnale che si può rompere la spirale del super sfruttamento sulle linee, il clima di terrore che c’è in fabbrica. Paura di essere declassati tra i meno idonei e finire nella lista dei futuri esuberi; paura dovuta al fatto che Marchionne abbia messo un freno alle ribellioni, assumendo figli e nipoti di operai che già lavorano a Melfi, così il padrone pensa di […] 0

    Le operaie non stringono la mano a Renzi

    Caro Operai Contro, dietro le facce sorridenti di capi e capetti, a Melfi ci sono anche operaie che si sono rifiutate di stringere la mano a Renzi. Lo hanno fatto sotto gli occhi di Marchionne. Un segnale che si può rompere la spirale del super sfruttamento sulle linee, il clima di terrore che c’è in fabbrica. Paura di essere declassati tra i meno idonei e finire nella lista dei futuri esuberi; paura dovuta al fatto che Marchionne abbia messo un freno alle ribellioni, assumendo figli e nipoti di operai che già lavorano a Melfi, così il padrone pensa di […]

    Continue Reading