Archive for Maggio 13th, 2015

  • COMUNICATO SINDACALE RSA FIOM Nella giornata di giovedì 28 aprile all’interno dello stabilimento è accaduto un grave incidente: un operaio della manutenzione, mentre lavorava all’interno di una macchina nell’ ex reparto A, è caduto dalla scala su cui era salito per eseguire l’intervento. La caduta gli ha procurato l’incrinazione di una costola e perforazione del pleure polmonare. Il lavoratore non essendo coadiuvato da un collega ha dovuto raggiungere, trascinandosi a fatica da solo, l’infermeria per essere soccorso e attendere l’arrivo dell’ambulanza. Dalle testimonianze raccolte abbiamo appurato due elementi nella vicenda a nostro avviso gravissimi: Risulta prassi consolidata che un […] 1

    GRAVE INFORTUNIO ALLA FIAT CNH MODENA

    COMUNICATO SINDACALE RSA FIOM Nella giornata di giovedì 28 aprile all’interno dello stabilimento è accaduto un grave incidente: un operaio della manutenzione, mentre lavorava all’interno di una macchina nell’ ex reparto A, è caduto dalla scala su cui era salito per eseguire l’intervento. La caduta gli ha procurato l’incrinazione di una costola e perforazione del pleure polmonare. Il lavoratore non essendo coadiuvato da un collega ha dovuto raggiungere, trascinandosi a fatica da solo, l’infermeria per essere soccorso e attendere l’arrivo dell’ambulanza. Dalle testimonianze raccolte abbiamo appurato due elementi nella vicenda a nostro avviso gravissimi: Risulta prassi consolidata che un […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, l’affluenza alle elezioni comunali è al 50%. Si avvicinano le elezioni regionali e Renzi non ha più gli 80 euro da promettere. L’ISTAT si presta a salvare il culo del gangster Renzi L’ ISTAT annuncia che l’ Italia è fuori dalla recessione. Nel primo trimestre 2015 il prodotto interno lordo è tornato a crescere, con un aumento dello 0,3% rispetto all’ultimo trimestre del 2014, mettendo fine alla fase di declino più lunga dal Dopoguerra. Gli imbroglioni e i gangster sono fenomenali Dal 2008 il PIL è diminuito del 20%, l’aumento dello 0,3% non è nessun […] 0

    ISTAT AL SERVIZIO DEL GANGSTER

    Redazione di Operai Contro, l’affluenza alle elezioni comunali è al 50%. Si avvicinano le elezioni regionali e Renzi non ha più gli 80 euro da promettere. L’ISTAT si presta a salvare il culo del gangster Renzi L’ ISTAT annuncia che l’ Italia è fuori dalla recessione. Nel primo trimestre 2015 il prodotto interno lordo è tornato a crescere, con un aumento dello 0,3% rispetto all’ultimo trimestre del 2014, mettendo fine alla fase di declino più lunga dal Dopoguerra. Gli imbroglioni e i gangster sono fenomenali Dal 2008 il PIL è diminuito del 20%, l’aumento dello 0,3% non è nessun […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Oltre l’Eternit di Casale Monferrato e Cavagnolo vi sono tante altre stragi commesse dai padroni dell’Eternit Parlo degli operai di Reggio Emilia e di Bagnoli Le fibre di amianto dei padroni hanno tolto la vita a 466 operai , mentre altre 148 sono costrette ancora oggi a convivere con tumori e malattie legate all’esposizione all’asbesto. Ma si sono ammalate troppo presto e il diritto al risarcimento è stato prescritto. In sede processuale non è servito citare i dati medici allarmanti di Bagnoli, con tassi di malattie tumorali decine di volte più alti della media. Come […] 0

    LA STRAGE DEGLI OPERAI DI BAGNOLI

    Redazione di Operai Contro, Oltre l’Eternit di Casale Monferrato e Cavagnolo vi sono tante altre stragi commesse dai padroni dell’Eternit Parlo degli operai di Reggio Emilia e di Bagnoli Le fibre di amianto dei padroni hanno tolto la vita a 466 operai , mentre altre 148 sono costrette ancora oggi a convivere con tumori e malattie legate all’esposizione all’asbesto. Ma si sono ammalate troppo presto e il diritto al risarcimento è stato prescritto. In sede processuale non è servito citare i dati medici allarmanti di Bagnoli, con tassi di malattie tumorali decine di volte più alti della media. Come […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, l’offerta alla Grecia di entrare nella banca dei Brics, ha spiazzato l’Unione Europea, che dovrà tenerne conto nel giocare al gatto e al topo con Atene. Allego frasi di un articolo del Sole 24 ore. Saluti da una lettrice.   Il vice ministro delle Finanze russo avrebbe offerto ad Atene di accedere alla banca dei Brics, la banca formata da Russia, Cina, Brasile, India e Sudafrica con riserve pari a 100 miliardi di dollari. L’adesione andrebbe discussa a giugno a San Pietroburgo. Atene si è riservata di dare una risposta. Il governo greco ha rimborsato la […] 0

    Mosca spiazza l’Ue: offre ad Atene l’ingresso nella banca dei Brics

    Caro Operai Contro, l’offerta alla Grecia di entrare nella banca dei Brics, ha spiazzato l’Unione Europea, che dovrà tenerne conto nel giocare al gatto e al topo con Atene. Allego frasi di un articolo del Sole 24 ore. Saluti da una lettrice.   Il vice ministro delle Finanze russo avrebbe offerto ad Atene di accedere alla banca dei Brics, la banca formata da Russia, Cina, Brasile, India e Sudafrica con riserve pari a 100 miliardi di dollari. L’adesione andrebbe discussa a giugno a San Pietroburgo. Atene si è riservata di dare una risposta. Il governo greco ha rimborsato la […]

    Continue Reading

  • Cara Redazione, Renzi è pronto a bombardare in Albania. Ecco come ha risposto in proposito. L’ipotesi di bombardare i barconi nel porto? «È un’ipotesi che è stata praticabile in Albania, sono tecniche militari, lo studio è pronto, noi siamo pronti a intervenire». Renzi è incazzato con l’Europa che non si decide a farlo. Renzi è un uomo pericoloso, prima lo cacciamo meglio è. Saluti da un lettore Facebook Comments 0

    Salvini lo dice, Renzi lo fa.

    Cara Redazione, Renzi è pronto a bombardare in Albania. Ecco come ha risposto in proposito. L’ipotesi di bombardare i barconi nel porto? «È un’ipotesi che è stata praticabile in Albania, sono tecniche militari, lo studio è pronto, noi siamo pronti a intervenire». Renzi è incazzato con l’Europa che non si decide a farlo. Renzi è un uomo pericoloso, prima lo cacciamo meglio è. Saluti da un lettore Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, I sindacati hanno steso il tappeto alla riforma della scuola voluta dal governo Renzi. Non l’hanno fatto in questi giorni o con le processioni del 5 maggio in alcune città italiane. Lo hanno fatto negli anni precedenti, quando hanno avallato tutte le riforme che si sono succedute: la riforma D’Onofrio, la riforma Berlinguer , la riforma Moratti, la riforma Gelmini. Lo hanno fatto nei mesi precedenti, quando hanno taciuto sulla “buona scuola” proposta e imposta da Renzi, quando non hanno organizzato niente contro essa. Consapevoli della generale opposizione alla riforma della “buona scuola”, come ha […] 0

    I SINDACATI STENDONO IL TAPPETO ALLA RIFORMA DELLA “BUONA SCUOLA”

    Redazione di Operai Contro, I sindacati hanno steso il tappeto alla riforma della scuola voluta dal governo Renzi. Non l’hanno fatto in questi giorni o con le processioni del 5 maggio in alcune città italiane. Lo hanno fatto negli anni precedenti, quando hanno avallato tutte le riforme che si sono succedute: la riforma D’Onofrio, la riforma Berlinguer , la riforma Moratti, la riforma Gelmini. Lo hanno fatto nei mesi precedenti, quando hanno taciuto sulla “buona scuola” proposta e imposta da Renzi, quando non hanno organizzato niente contro essa. Consapevoli della generale opposizione alla riforma della “buona scuola”, come ha […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Dalle due di notte di lunedì 11 maggio un operaio licenziato del polo logistico FIAT di Nola sta arrampicato in cima ad una gru della stazione metropolitana di Piazza Municipio a Napoli. All’inizio sulla gru erano saliti in due, ma l’altro operaio, dopo aver trascorso quasi un’intera giornata a quell’altezza e sotto un sole cocente, si è sentito male, ed è stato portato in ospedale in ambulanza la sera del lunedì stesso. Il gesto è stato fatto per protestare contro l’esclusone dal lavoro della maggior parte degli operai del polo logistico in cassa integrazione da […] 0

    OPERAI LICENZIATI DALLA FIAT SULLA GRU

    Redazione di Operai Contro, Dalle due di notte di lunedì 11 maggio un operaio licenziato del polo logistico FIAT di Nola sta arrampicato in cima ad una gru della stazione metropolitana di Piazza Municipio a Napoli. All’inizio sulla gru erano saliti in due, ma l’altro operaio, dopo aver trascorso quasi un’intera giornata a quell’altezza e sotto un sole cocente, si è sentito male, ed è stato portato in ospedale in ambulanza la sera del lunedì stesso. Il gesto è stato fatto per protestare contro l’esclusone dal lavoro della maggior parte degli operai del polo logistico in cassa integrazione da […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai contro, Sei mesi dopo la sentenza della cassazione, che ha assolto padroni e dirigenti colpevoli della strage di operai,il tribunale di Torino da inizio ad un nuovo processo per omicio Il processo andrà per le lunghe e i padroni saranno nuovamente assolti  Il 25 novembre, a cinque giorni dal verdetto della Suprema corte, il premier Matteo Renzi promise ai famigliari delle vittime che se ci fosse stato un altro processo lo Stato si sarebbe costituito parte civile. A oggi, ma c’è tempo fino alla prima udienza del processo in caso di rinvio a giudizio, sono una […] 0

    ETERNIT: LA STRAGE DI OPERAI

    Redazione di operai contro, Sei mesi dopo la sentenza della cassazione, che ha assolto padroni e dirigenti colpevoli della strage di operai,il tribunale di Torino da inizio ad un nuovo processo per omicio Il processo andrà per le lunghe e i padroni saranno nuovamente assolti  Il 25 novembre, a cinque giorni dal verdetto della Suprema corte, il premier Matteo Renzi promise ai famigliari delle vittime che se ci fosse stato un altro processo lo Stato si sarebbe costituito parte civile. A oggi, ma c’è tempo fino alla prima udienza del processo in caso di rinvio a giudizio, sono una […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, La solidarietà dei paesi capitalisti è una menzogna. Avevano promesso 400 milioni di dollari, ne sono arrivati forse una ventina Una nuova violenta scossa di terremoto ha colpito Il Nepal Altri morti e feriti Un lettore Cronaca ANSA Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 7,4 ha colpito ilNepal, già devastato da quello di 7,9 sulla scala Richter del 25 aprile. A Kathmandu sono crollati degli edifici pericolanti. Il ministero dell’interno nepalese parla di “almeno 57 morti” e1.129 feriti. In India le vittime sarebbero “almeno 17” e sono stati coinvolti molti bambini nelle scuole e nelle abitazioni crollate. Un uomo è […] 0

    I POVERI CRISTI DEL NEPAL

    Redazione di Operai Contro, La solidarietà dei paesi capitalisti è una menzogna. Avevano promesso 400 milioni di dollari, ne sono arrivati forse una ventina Una nuova violenta scossa di terremoto ha colpito Il Nepal Altri morti e feriti Un lettore Cronaca ANSA Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 7,4 ha colpito ilNepal, già devastato da quello di 7,9 sulla scala Richter del 25 aprile. A Kathmandu sono crollati degli edifici pericolanti. Il ministero dell’interno nepalese parla di “almeno 57 morti” e1.129 feriti. In India le vittime sarebbero “almeno 17” e sono stati coinvolti molti bambini nelle scuole e nelle abitazioni crollate. Un uomo è […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, dopo il licenziamento subìto con la condiscendenza dei sindacati e dei partiti i 500 operai dell’ex Bat – British American Tobacco di Lecce sono stati sviati dalla lotta e presi in giro con l’illusione di una veloce riconversione industriale che ne avrebbe favorito la riassunzione sotto un altro padrone. Ma il piano di riconversione industriale è fallito e gli operai sono allo sbando, disuniti, senza salario e senza prospettive. È forse questa una novità? No, è il risultato della tecnica di distruzione della potenziale forza operaia messa a punto e collaudata da padroni, sindacati e […] 0

    VERTENZA EX-BAT DI LECCE, FITTO CADE DAL PERO

    Redazione di Operai Contro, dopo il licenziamento subìto con la condiscendenza dei sindacati e dei partiti i 500 operai dell’ex Bat – British American Tobacco di Lecce sono stati sviati dalla lotta e presi in giro con l’illusione di una veloce riconversione industriale che ne avrebbe favorito la riassunzione sotto un altro padrone. Ma il piano di riconversione industriale è fallito e gli operai sono allo sbando, disuniti, senza salario e senza prospettive. È forse questa una novità? No, è il risultato della tecnica di distruzione della potenziale forza operaia messa a punto e collaudata da padroni, sindacati e […]

    Continue Reading