Archive for Ottobre 27th, 2013

  • Pubblichiamo un comunicato stampa di protesta contro la perquisizione di due centri medici sociali in Grecia Comunicato stampa Complimenti! Vorremmo felicitare pubblicamente il Ministro della Salute per la sua ultima decisione di ordinare alla polizia di perquisire, con l’incriminazione di traffico di droga, il centro medico (Metropolitan Community Clinic) ad Elliniko e quello dei Medici del Mondo ad Atene. I nostri complimenti vanno anche al resto dei super investigatori: poliziotti, giudici istruttori e l’Organizzazione Nazionale di Medicina (EOF). Lo Stato ha fatto vedere ancora una volta di quanto è preciso e potente, dimostrando che nulla può fermarlo per mettere […] 0

    GRECIA: PERQUISIZIONE DI DUE CENTRI MEDICI SOCIALI

    Pubblichiamo un comunicato stampa di protesta contro la perquisizione di due centri medici sociali in Grecia Comunicato stampa Complimenti! Vorremmo felicitare pubblicamente il Ministro della Salute per la sua ultima decisione di ordinare alla polizia di perquisire, con l’incriminazione di traffico di droga, il centro medico (Metropolitan Community Clinic) ad Elliniko e quello dei Medici del Mondo ad Atene. I nostri complimenti vanno anche al resto dei super investigatori: poliziotti, giudici istruttori e l’Organizzazione Nazionale di Medicina (EOF). Lo Stato ha fatto vedere ancora una volta di quanto è preciso e potente, dimostrando che nulla può fermarlo per mettere […]

    Continue Reading

  • Riceviamo e pubblichiamo A saldare cambia la visuale (sul licenziamento di un operaio Fiat cnh). Gli operai FIAT CNH Modena si devono schierare dalla parte degli operai più combattivi perché i padroni intendono eliminare ogni forma di ribellione cercando di annullare il problema dalla testa; per anni hanno sfornato una serie di minacce, ricatti , provocazioni fino ad arrivare ai licenziamenti individuali preliminari a quelli di massa, della ristrutturazione imminente. In questo caso hanno voluto “sbarazzarsi” del “problema”, facendo cosi’ la fiat si è data l’ obiettivo di sfaldare tutto il nucleo delle lotte in fabbrica. Dunque se noi […] 0

    VOLANTINO

    Riceviamo e pubblichiamo A saldare cambia la visuale (sul licenziamento di un operaio Fiat cnh). Gli operai FIAT CNH Modena si devono schierare dalla parte degli operai più combattivi perché i padroni intendono eliminare ogni forma di ribellione cercando di annullare il problema dalla testa; per anni hanno sfornato una serie di minacce, ricatti , provocazioni fino ad arrivare ai licenziamenti individuali preliminari a quelli di massa, della ristrutturazione imminente. In questo caso hanno voluto “sbarazzarsi” del “problema”, facendo cosi’ la fiat si è data l’ obiettivo di sfaldare tutto il nucleo delle lotte in fabbrica. Dunque se noi […]

    Continue Reading

  • Redazioni di Operai Contro, All’appello che è stato lanciato su Facebook per coinvolgere un’ampia partecipazione intorno alla giornata di mobilitazione hanno risposto migliaia di cittadini e hanno annunciato la loro partecipazione anche molti comitati attivi in tutta la Campania. A piazza Dante sono arrivati quaranta autobus dalla provincia di Napoli, da quella di Caserta, di Salerno, di Avellino e di Benevento. La manifestazione di 30 mila è stata promossa dal sito «La Terra dei fuochi»: sulla pagina di Facebook dell’evento arrivano le adesioni da tutto il Sud, con la Sicilia in testa, e anche dai vip, come per esempio […] 0

    NAPOLI, BASTA

    Redazioni di Operai Contro, All’appello che è stato lanciato su Facebook per coinvolgere un’ampia partecipazione intorno alla giornata di mobilitazione hanno risposto migliaia di cittadini e hanno annunciato la loro partecipazione anche molti comitati attivi in tutta la Campania. A piazza Dante sono arrivati quaranta autobus dalla provincia di Napoli, da quella di Caserta, di Salerno, di Avellino e di Benevento. La manifestazione di 30 mila è stata promossa dal sito «La Terra dei fuochi»: sulla pagina di Facebook dell’evento arrivano le adesioni da tutto il Sud, con la Sicilia in testa, e anche dai vip, come per esempio […]

    Continue Reading

  • Facebook Comments 0

    INCONTRO

    Facebook Comments

    Continue Reading

  • La partita si gioca sui numeri, ma non è solo una questione di calcolatrice. «Non serve a niente salvare adesso alcuni posti – dice un lavoratore di Fabriano -, tanto se non ci buttano tutti oggi, succederà tra un anno, magari fra due». Lunedì scorso la Indesit ha illustrato al ministero dello Sviluppo il nuovo piano industriale: dai 1425 esuberi previsti a giugno la cifra è scesa a quota 1030, con «la possibilità di accompagnarne 330 alla pensione nel periodo coperto dagli ammortizzatori». Nei prossimi cinque anni poi – ma sono solo stime – «è prevedibile il reimpiego graduale […] 0

    OPERAI INDESIT DI FABRIANO

    La partita si gioca sui numeri, ma non è solo una questione di calcolatrice. «Non serve a niente salvare adesso alcuni posti – dice un lavoratore di Fabriano -, tanto se non ci buttano tutti oggi, succederà tra un anno, magari fra due». Lunedì scorso la Indesit ha illustrato al ministero dello Sviluppo il nuovo piano industriale: dai 1425 esuberi previsti a giugno la cifra è scesa a quota 1030, con «la possibilità di accompagnarne 330 alla pensione nel periodo coperto dagli ammortizzatori». Nei prossimi cinque anni poi – ma sono solo stime – «è prevedibile il reimpiego graduale […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Ieri sera il movimento NoTav si è ritrovato a Bussoleno (Torino) per la consueta assemblea popolare, durante la quale è stata annunciata una manifestazione di massa per il 16 novembre. La popolazione vuole protestare contro la militarizzazione della Valsusa: Sembra di essere nel 1943. Carabinieri e polizia hanno occupato la Val Susa per imporre il potere dello stato. La popolazione si ribello alle truppe nazi-fasciste e si ribellerà alle truppe di occupazione di Letta-Alfano Un amico della Val Susa Facebook Comments 0

    VAL SUSA: PEGGIO DELL’OCCUPAZIONE NAZI-FASCISTA

    Redazione di Operai Contro, Ieri sera il movimento NoTav si è ritrovato a Bussoleno (Torino) per la consueta assemblea popolare, durante la quale è stata annunciata una manifestazione di massa per il 16 novembre. La popolazione vuole protestare contro la militarizzazione della Valsusa: Sembra di essere nel 1943. Carabinieri e polizia hanno occupato la Val Susa per imporre il potere dello stato. La popolazione si ribello alle truppe nazi-fasciste e si ribellerà alle truppe di occupazione di Letta-Alfano Un amico della Val Susa Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro,. la cassa integrazione è un licenziamento mascherato. La cassa integrazione sono soldi dati ai padroni con il consenso dei farabutti del sindacato. T’invio un articolo del Fatto quotidiano che spiega le migliaia di truffe. Francesco racconta a ilfattoquotidiano.it l’ultima frontiera delle truffe allo Stato: lavoratori in cassa integrazione a zero ore, costretti a sgobbare in nero per la stessa azienda che usufruisce dell’ammortizzatore sociale. Così l’impresa non paga stipendi e fa ricadere sul pubblico il costo del lavoro mentre continua a incamerare il ricavato dell’appalto. Succede nella provincia di Napoli. In quel vasto conglomerato di affollate città […] 0

    GLI ACCORDI SULLA CASSA INTEGRAZIONE: PADRONI-SINDACATI-STATO

    Redazione di Operai Contro,. la cassa integrazione è un licenziamento mascherato. La cassa integrazione sono soldi dati ai padroni con il consenso dei farabutti del sindacato. T’invio un articolo del Fatto quotidiano che spiega le migliaia di truffe. Francesco racconta a ilfattoquotidiano.it l’ultima frontiera delle truffe allo Stato: lavoratori in cassa integrazione a zero ore, costretti a sgobbare in nero per la stessa azienda che usufruisce dell’ammortizzatore sociale. Così l’impresa non paga stipendi e fa ricadere sul pubblico il costo del lavoro mentre continua a incamerare il ricavato dell’appalto. Succede nella provincia di Napoli. In quel vasto conglomerato di affollate città […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Tra disoccupati e sfiduciati, più di sei milioni di persone sono a casa. Senza lavoro. Lo rivelano le tabelle Istat sul secondo trimestre 2013, secondo cui ai 3,07 milioni di disoccupati si aggiungono 2,99 milioni di persone che non cercano ma sono disponibili a lavorare (gli scoraggiati sono tra questi), oppure cercano lavoro ma non sono subito disponibili. Nel secondo trimestre 2013 – secondo la tabella sulle ‘forze lavoro potenziali – c’erano 2.899.000 persone tra i 15 e i 74 anni che pur non cercando attivamente lavoro sarebbero state disponibili a lavorare (con una percentuale dell’11,4%, più che tripla […] 0

    I SINDACATI VOGLIONO SOLO LA TESSERA

    Redazione di Operai Contro, Tra disoccupati e sfiduciati, più di sei milioni di persone sono a casa. Senza lavoro. Lo rivelano le tabelle Istat sul secondo trimestre 2013, secondo cui ai 3,07 milioni di disoccupati si aggiungono 2,99 milioni di persone che non cercano ma sono disponibili a lavorare (gli scoraggiati sono tra questi), oppure cercano lavoro ma non sono subito disponibili. Nel secondo trimestre 2013 – secondo la tabella sulle ‘forze lavoro potenziali – c’erano 2.899.000 persone tra i 15 e i 74 anni che pur non cercando attivamente lavoro sarebbero state disponibili a lavorare (con una percentuale dell’11,4%, più che tripla […]

    Continue Reading