Archive for Ottobre 7th, 2013

  •   Caro Operai Contro Il taglio dei trasferimenti ai comuni è nato e cresciuto con la Lega Nord al governo con Berlusconi. Gli invasati capi nazipadani mentre straparlavano di federalimo e localismo, aumentavano l’accentramento delle decisioni al governo centrale di Roma. Nello stesso periodo i nazipadani al potere nei comuni e negli enti locali, assecondavano chiusure di fabbriche e licenziamenti, preoccupandosi di assumere parenti e amici negli enti locali, centuplicando Parentopoli. Un esempio è il comune di Roma che ha a libro paga ben 62 mila dipendenti, di cui 37 mila delle “partecipate” e 25 mila veri e propri […] 0

    Svuotiamo i partiti e i loro carrozzoni

      Caro Operai Contro Il taglio dei trasferimenti ai comuni è nato e cresciuto con la Lega Nord al governo con Berlusconi. Gli invasati capi nazipadani mentre straparlavano di federalimo e localismo, aumentavano l’accentramento delle decisioni al governo centrale di Roma. Nello stesso periodo i nazipadani al potere nei comuni e negli enti locali, assecondavano chiusure di fabbriche e licenziamenti, preoccupandosi di assumere parenti e amici negli enti locali, centuplicando Parentopoli. Un esempio è il comune di Roma che ha a libro paga ben 62 mila dipendenti, di cui 37 mila delle “partecipate” e 25 mila veri e propri […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, gli operai che lottano pacificamente contro i licenziamenti vengono trasformati in fantasmi. E’ accaduto agli operai della Om di Bari, accadrà agli operai della Jabil e accaduto a centinaia di   fabbriche e a migliaia di operai T’invio un articolo della Gazzetta del Mezzogiorno di CRISTIANA CIMMINO BARI – «L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro», recita il primo articolo della Costituzione italiana. Forse sarebbe meglio abolirlo, perché oggi quella frase appare come una presa in giro, una crudele boutade. Vallo a dire agli operai della Om carrelli cui la multinazionale tedesca Kion, proproprietaria […] 0

    I FANTASMI DELLA OM DI BARI

    Redazione di Operai Contro, gli operai che lottano pacificamente contro i licenziamenti vengono trasformati in fantasmi. E’ accaduto agli operai della Om di Bari, accadrà agli operai della Jabil e accaduto a centinaia di   fabbriche e a migliaia di operai T’invio un articolo della Gazzetta del Mezzogiorno di CRISTIANA CIMMINO BARI – «L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro», recita il primo articolo della Costituzione italiana. Forse sarebbe meglio abolirlo, perché oggi quella frase appare come una presa in giro, una crudele boutade. Vallo a dire agli operai della Om carrelli cui la multinazionale tedesca Kion, proproprietaria […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i piccolo borghesi del M5S dicono che il governo Letta non ha fatto niente. Si sbagliano: Il governo ha fatto molto per i padroni. Prendo solo in esame la legge della stabilità I padroni avranno le tasse sul lavoro diminuite Gli operai forse recupereranno nel 2014, 300 euro Forse, non si sa come, sperate Intanto c’è da pagare la seconda rata derll’IMU L’aumento dell’Iva è scattato il 1 Ottobre I comuni richiedono la TARES aumentata I licenziamenti aumentano Cresce la disoccupazione diminuiscono i salari Un operaio Fiat Facebook Comments 0

    IL GOVERNO LETTA

    Redazione di Operai Contro, i piccolo borghesi del M5S dicono che il governo Letta non ha fatto niente. Si sbagliano: Il governo ha fatto molto per i padroni. Prendo solo in esame la legge della stabilità I padroni avranno le tasse sul lavoro diminuite Gli operai forse recupereranno nel 2014, 300 euro Forse, non si sa come, sperate Intanto c’è da pagare la seconda rata derll’IMU L’aumento dell’Iva è scattato il 1 Ottobre I comuni richiedono la TARES aumentata I licenziamenti aumentano Cresce la disoccupazione diminuiscono i salari Un operaio Fiat Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Nuova giornata di sangue in Egitto. Scontri violenti sono esplosi soprattutto al Cairo quando i Fratelli musulmani sono scesi in strada per contrastare i festeggiamenti organizzati dalle forze armate per il quarantesimo anniversario della guerra del 1973 contro Israele, quella conosciuta come la guerra del Kippur. L’ultimo bilancio parla di almeno 50 morti, dei quali la gran parte al Cairo e altri in varie località del Paese, oltre a 209 feriti. Mentre sulla televisione di Stato scorrevano le immagini di bandiere sventolanti, manifestanti festosi, musica e gruppi folkloristici sui palcoscenici nelle piazze della festa, in […] 0

    EGITTO, LA GUERRA CIVILE E’ SOLO ALLL’INIZIO

    Redazione di Operai Contro, Nuova giornata di sangue in Egitto. Scontri violenti sono esplosi soprattutto al Cairo quando i Fratelli musulmani sono scesi in strada per contrastare i festeggiamenti organizzati dalle forze armate per il quarantesimo anniversario della guerra del 1973 contro Israele, quella conosciuta come la guerra del Kippur. L’ultimo bilancio parla di almeno 50 morti, dei quali la gran parte al Cairo e altri in varie località del Paese, oltre a 209 feriti. Mentre sulla televisione di Stato scorrevano le immagini di bandiere sventolanti, manifestanti festosi, musica e gruppi folkloristici sui palcoscenici nelle piazze della festa, in […]

    Continue Reading