EGITTO, LA GUERRA CIVILE E’ SOLO ALLL’INIZIO

Redazione di Operai Contro, Nuova giornata di sangue in Egitto. Scontri violenti sono esplosi soprattutto al Cairo quando i Fratelli musulmani sono scesi in strada per contrastare i festeggiamenti organizzati dalle forze armate per il quarantesimo anniversario della guerra del 1973 contro Israele, quella conosciuta come la guerra del Kippur. L’ultimo bilancio parla di almeno 50 morti, dei quali la gran parte al Cairo e altri in varie località del Paese, oltre a 209 feriti. Mentre sulla televisione di Stato scorrevano le immagini di bandiere sventolanti, manifestanti festosi, musica e gruppi folkloristici sui palcoscenici nelle piazze della festa, in […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Nuova giornata di sangue in Egitto. Scontri violenti sono esplosi soprattutto al Cairo quando i Fratelli musulmani sono scesi in strada per contrastare i festeggiamenti organizzati dalle forze armate per il quarantesimo anniversario della guerra del 1973 contro Israele, quella conosciuta come la guerra del Kippur. L’ultimo bilancio parla di almeno 50 morti, dei quali la gran parte al Cairo e altri in varie località del Paese, oltre a 209 feriti. Mentre sulla televisione di Stato scorrevano le immagini di bandiere sventolanti, manifestanti festosi, musica e gruppi folkloristici sui palcoscenici nelle piazze della festa, in particolare quella di Tahrir, simbolo della rivoluzione contro Hosni Mubarak, scelta per festeggiare la ‘vittoria’ del 1973, nelle zone accanto infuriava la battaglia.

La guerra Civile è all’inizio.

La borghesia e la piccola borghesia inneggiano agli assassini dell’esercito.

I ribelli si stanno liberando della cappa dei fratelli mussulmani

Un lettore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.