Archive for Febbraio 2nd, 2016

  • “Se fossimo 170 italiani a scioperare e a bloccare, giorno e notte, l’ingresso e l’uscita delle merci dalla fabbrica, bene, state sicuri che avremmo già avuto parecchie prime pagine dei giornali. E invece siamo stranieri e ci riservano dei trafiletti”. Un po’ frustrati, ma non demoralizzati. I 170 soci lavoratori della Cooperativa Viadana Facchini, che dal 28 gennaio stanno scioperando a oltranza davanti ai cancelli della Composad, società committente che realizza mobili in kit per Ikea e per la quale lavorano in appalto, non indietreggiano. Chiedono l’applicazione integrale del Contratto Collettivo Nazionale del loro settore (logistica, trasporti e facchinaggio) – cosa […] 0

    Viadana, 170 lavoratori della cooperativa facchini in sciopero. “Siamo stranieri, non ci ascoltano”

    “Se fossimo 170 italiani a scioperare e a bloccare, giorno e notte, l’ingresso e l’uscita delle merci dalla fabbrica, bene, state sicuri che avremmo già avuto parecchie prime pagine dei giornali. E invece siamo stranieri e ci riservano dei trafiletti”. Un po’ frustrati, ma non demoralizzati. I 170 soci lavoratori della Cooperativa Viadana Facchini, che dal 28 gennaio stanno scioperando a oltranza davanti ai cancelli della Composad, società committente che realizza mobili in kit per Ikea e per la quale lavorano in appalto, non indietreggiano. Chiedono l’applicazione integrale del Contratto Collettivo Nazionale del loro settore (logistica, trasporti e facchinaggio) – cosa […]

    Continue Reading

  • Redazione Le potenze occidentali ormai scalpitano. Vogliono mandare al più presto le proprie truppe in Libia. L’invio di truppe straniere doveva essere richiesto dal governo fantoccio libico, e così dare la copertura agli interessi petroliferi occidentali, ma siccome le fazioni libiche non si mettono d’accordo, sono proprio le cancellerie di Usa, Italia, Fancia e Gran Bretagna che si incontrano. E’ di oggi la notizia di una ulteriore riunione a Roma . E’ palese che stanno mettendo le basi della futura spartizione della Libia, proprio quella spartizione che l’Isis, mentre combatte e si prende terreno, pozzi e oleodotti, ha denunciato […] 0

    Le “truppe sul terreno” in Libia

    Redazione Le potenze occidentali ormai scalpitano. Vogliono mandare al più presto le proprie truppe in Libia. L’invio di truppe straniere doveva essere richiesto dal governo fantoccio libico, e così dare la copertura agli interessi petroliferi occidentali, ma siccome le fazioni libiche non si mettono d’accordo, sono proprio le cancellerie di Usa, Italia, Fancia e Gran Bretagna che si incontrano. E’ di oggi la notizia di una ulteriore riunione a Roma . E’ palese che stanno mettendo le basi della futura spartizione della Libia, proprio quella spartizione che l’Isis, mentre combatte e si prende terreno, pozzi e oleodotti, ha denunciato […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, 315 operai della Maserati di Modena finirnno in cassa integrazione I gangster Renzi e Marchionne avevano promesso nuove assunzioni in Maserati Le promesse dei padroni sono solo chiacchiere Noi operai non dobbiamo più credere ai  padroni. Noi operai dobbiamo organizzarci e scendere in lotta per seppellire i padroni. La FIOM non farà niente. Landini è solo un venduto Il padrone ci sfrutta finchè può fare profitti, quando non gli serviamo ci licenzia Operai basta con le chiacchiere Un operaio della Maserati CRONACA Produzione crollata del 50 per cento e un 2016 che inizia con 315 […] 0

    Maserati, a Modena cassa integrazione per 315 operai

    Redazione di Operai Contro, 315 operai della Maserati di Modena finirnno in cassa integrazione I gangster Renzi e Marchionne avevano promesso nuove assunzioni in Maserati Le promesse dei padroni sono solo chiacchiere Noi operai non dobbiamo più credere ai  padroni. Noi operai dobbiamo organizzarci e scendere in lotta per seppellire i padroni. La FIOM non farà niente. Landini è solo un venduto Il padrone ci sfrutta finchè può fare profitti, quando non gli serviamo ci licenzia Operai basta con le chiacchiere Un operaio della Maserati CRONACA Produzione crollata del 50 per cento e un 2016 che inizia con 315 […]

    Continue Reading

  • Birleşik Metal-İş Sendikası 5 Mayıs Şubesi 18 ore fa · Ekip 1 eyleme devam Continua la tua squadra, 1 Traduzione dalla seguente lingua: Turco -1:20 3,8mila visualizzazioni Facebook Comments 0

    OPERAI TURCHI

    Birleşik Metal-İş Sendikası 5 Mayıs Şubesi 18 ore fa · Ekip 1 eyleme devam Continua la tua squadra, 1 Traduzione dalla seguente lingua: Turco -1:20 3,8mila visualizzazioni Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i crociati Russi e USA continuano le stragi dei civili in Siria Vi invio le foto di Homs che l’assassino Assad si vanta di aver liberato Homs distrutta vista dal drone nelle riprese dell’agenzia russa Russianworks. La cittadina è completamente devastata, in ogni quartiere si vedono palazzi distrutti. A Homs si sono affrontati più volte le truppe leali al presidente Bashar Al Assad e i ribelli del fronte Al-Nusra. Il conflitto nella regione ha causato più di 260mila morti e ha costretto all’esodo forzato milioni di civili. La Russia ha annunciato di aver colpito solo […] 0

    I BOMBARDAMENTI DEI PADRONI CHE LIBERANO LA SIRIA DAI RIVOLTOSI

    Redazione di Operai Contro, i crociati Russi e USA continuano le stragi dei civili in Siria Vi invio le foto di Homs che l’assassino Assad si vanta di aver liberato Homs distrutta vista dal drone nelle riprese dell’agenzia russa Russianworks. La cittadina è completamente devastata, in ogni quartiere si vedono palazzi distrutti. A Homs si sono affrontati più volte le truppe leali al presidente Bashar Al Assad e i ribelli del fronte Al-Nusra. Il conflitto nella regione ha causato più di 260mila morti e ha costretto all’esodo forzato milioni di civili. La Russia ha annunciato di aver colpito solo […]

    Continue Reading

  • Continuano le proteste e le mobilitazioni 6 anni dopo le grandi manifestazioni di piazza che costrinsero l’allora presidente Ben Alì alla fuga. In particolare a Kasserine, città da cui è partita quella che viene definita la “Rivoluzione della dignità”, è occupato da due settimane il Governatorato, con manifestanti in sciopero della fame e con le bocche cucite. Nel frattempo gli scontri continuano a Tunisi e in altre città, con decine di arresti. Il governo, tra le misure specifiche per risolvere la situazione, aveva promesso la creazione di 5.000 posti di lavoro, notizia poi smentita: si trattava della regolarizzazione di […] 0

    TUNISIA: CONTINUA LA RIVOLTA

    Continuano le proteste e le mobilitazioni 6 anni dopo le grandi manifestazioni di piazza che costrinsero l’allora presidente Ben Alì alla fuga. In particolare a Kasserine, città da cui è partita quella che viene definita la “Rivoluzione della dignità”, è occupato da due settimane il Governatorato, con manifestanti in sciopero della fame e con le bocche cucite. Nel frattempo gli scontri continuano a Tunisi e in altre città, con decine di arresti. Il governo, tra le misure specifiche per risolvere la situazione, aveva promesso la creazione di 5.000 posti di lavoro, notizia poi smentita: si trattava della regolarizzazione di […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, siamo alla parodia. Ogni giorno le borse affondano. L’economia dei padroni è in crisi. Devono sfruttare gli operai con sempre più ferocia  Padoan è l’unico mostro al servizio dei padroni che continua a raccontare balle: ” Siamo in ripresa, l’economia dei padroni è in crisi ad eccezione che in Italia.  I gangster Renzi e Padoan hanno salvato i padroni italiani” Operai il capitalismo non crollerà da solo Operai organizziamo il nostro partito per seppellire padroni e politici e imporre la nostra dittatura Un operaio di Torino CRONACA ANSA Avvio difficile per le borse europee, che […] 0

    PADOAN PUZZA DI MERDA

    Redazione di Operai Contro, siamo alla parodia. Ogni giorno le borse affondano. L’economia dei padroni è in crisi. Devono sfruttare gli operai con sempre più ferocia  Padoan è l’unico mostro al servizio dei padroni che continua a raccontare balle: ” Siamo in ripresa, l’economia dei padroni è in crisi ad eccezione che in Italia.  I gangster Renzi e Padoan hanno salvato i padroni italiani” Operai il capitalismo non crollerà da solo Operai organizziamo il nostro partito per seppellire padroni e politici e imporre la nostra dittatura Un operaio di Torino CRONACA ANSA Avvio difficile per le borse europee, che […]

    Continue Reading

  • dal FOGLIO BIANCOPosted: 01 Feb 2016 06:52 AM PST Vladimir: “Bene! E ora? Possiamo andare?”. Estragon: “Sì, andiamo!” Non si muovono. Fiom, Fim, Uilm: “Siamo d’accordo?”. Federmeccanica: “No, non siamo d’accordo!” Contrattano. di Eliana Como Il tavolo per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici sta diventando come il palcoscenico di una commedia dell’assurdo. Negli ultimi due incontri del 21 e 28 gennaio, infatti, le parti al tavolo hanno ribadito le loro distanze sul merito, che non sono indifferenti, in particolare sul salario, che in definitiva, a quel tavolo, è il vero scoglio da superare con la pretesa di […] 0

    Contratto metalmeccanici: va avanti la trattativa. In ristretta.

    dal FOGLIO BIANCOPosted: 01 Feb 2016 06:52 AM PST Vladimir: “Bene! E ora? Possiamo andare?”. Estragon: “Sì, andiamo!” Non si muovono. Fiom, Fim, Uilm: “Siamo d’accordo?”. Federmeccanica: “No, non siamo d’accordo!” Contrattano. di Eliana Como Il tavolo per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici sta diventando come il palcoscenico di una commedia dell’assurdo. Negli ultimi due incontri del 21 e 28 gennaio, infatti, le parti al tavolo hanno ribadito le loro distanze sul merito, che non sono indifferenti, in particolare sul salario, che in definitiva, a quel tavolo, è il vero scoglio da superare con la pretesa di […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, ogni padrone all’occorrenza si fa il suo Jobs act su misura. Ovvero prende a pesci in faccia gli operai come meglio crede. Se non cominciamo a ragionare sul fatto che se colpiscono una fabbrica è come se le colpissero tutte, e così tutti gli operai quando ne colpiscono uno, vorrà dire che seguiteremo a soccombere al padrone, subalterni di un sindacalismo filopadronale. Finiamola di nasconderci dietro la scusa che, ci sono gli addetti ai lavori per occuparsi dei problemi sindacali, tocca farlo a noi operai, tocca noi impegnarci personalmente ma collettivamente. Saluti da un affezionato lettore. […] 0

    Saltano gli accordi, 3000 euro in meno all’anno

    Caro Operai Contro, ogni padrone all’occorrenza si fa il suo Jobs act su misura. Ovvero prende a pesci in faccia gli operai come meglio crede. Se non cominciamo a ragionare sul fatto che se colpiscono una fabbrica è come se le colpissero tutte, e così tutti gli operai quando ne colpiscono uno, vorrà dire che seguiteremo a soccombere al padrone, subalterni di un sindacalismo filopadronale. Finiamola di nasconderci dietro la scusa che, ci sono gli addetti ai lavori per occuparsi dei problemi sindacali, tocca farlo a noi operai, tocca noi impegnarci personalmente ma collettivamente. Saluti da un affezionato lettore. […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, il sindacato lascia sole anche le fabbriche che lottano, non diffonde neanche la notizia di una fabbrica dove le operaie lottano e resistono, così i padroni hanno buon gioco. Dobbiamo invertire la rotta e creare un modo di fare sindacato fondato sulla solidarietà reciproca. Le operaie della Nek resistono da un mese, ma nessun burocrate del sindacato ha pensato di non lasciarle sole, chiamando allo sciopero altre fabbriche. I padroni vanno a nozze, chiudono una fabbrica per volta, licenziano, aumentano lo sfruttamento, con facilità. Ci vuole il sindacalismo operaio per invertire questa tendenza. Basta col sindacalismo […] 0

    Le operaie resistono, il sindacato le lascia sole

    Caro Operai Contro, il sindacato lascia sole anche le fabbriche che lottano, non diffonde neanche la notizia di una fabbrica dove le operaie lottano e resistono, così i padroni hanno buon gioco. Dobbiamo invertire la rotta e creare un modo di fare sindacato fondato sulla solidarietà reciproca. Le operaie della Nek resistono da un mese, ma nessun burocrate del sindacato ha pensato di non lasciarle sole, chiamando allo sciopero altre fabbriche. I padroni vanno a nozze, chiudono una fabbrica per volta, licenziano, aumentano lo sfruttamento, con facilità. Ci vuole il sindacalismo operaio per invertire questa tendenza. Basta col sindacalismo […]

    Continue Reading