Archive for Febbraio 25th, 2016

  • Dal Fatto Quotidiano Le chiamano “erogazioni liberali” ma di libero hanno ben poco: quei “contributi volontari” in realtà sono obbligati in forza di scritture private, atti notarili e contratti fatti sottoscrivere ai candidati prima di metterli in lista. Chi non si impegna a versare non viene candidato, chi non versa non sarà ricandidato. I partiti hanno anche fatto in modo che i versamenti (a loro stessi) siano esentasse. Ecco le quotazioni, partito per partito Con 150mila euro il Pd è quello che, a conti fatti, propone il seggio al prezzo più caro. Segue la Lega, che ai suoi candidati […] 0

    Il tariffario della democrazia

    Dal Fatto Quotidiano Le chiamano “erogazioni liberali” ma di libero hanno ben poco: quei “contributi volontari” in realtà sono obbligati in forza di scritture private, atti notarili e contratti fatti sottoscrivere ai candidati prima di metterli in lista. Chi non si impegna a versare non viene candidato, chi non versa non sarà ricandidato. I partiti hanno anche fatto in modo che i versamenti (a loro stessi) siano esentasse. Ecco le quotazioni, partito per partito Con 150mila euro il Pd è quello che, a conti fatti, propone il seggio al prezzo più caro. Segue la Lega, che ai suoi candidati […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, gli operai della DEMA, indotto Finmeccanica, hanno 99 licenziamenti annunciati (su 450 totali) dal padrone che tanti soldi ha intascato negli anni sulla pelle degli operai. Andando all’incontro al ministero dello sviluppo economico, sul raccordo anulare arrivano volanti della polizia davanti e dietro i pullman. “Scortano” gli operai. La sintesi migliore di come la classe padronale utilizzi le istituzioni per i propri interessi la fa un operaio di fianco a me: “Ce stann accirenn togliendoci fatic e futur e ce tratten pur comm a criminal! Saluti dalla rete   POMIGLIANO D’ARCO. Licenziamenti negli stabilimenti della Dema: […] 0

    “Ce stann accirenn”

    Caro Operai Contro, gli operai della DEMA, indotto Finmeccanica, hanno 99 licenziamenti annunciati (su 450 totali) dal padrone che tanti soldi ha intascato negli anni sulla pelle degli operai. Andando all’incontro al ministero dello sviluppo economico, sul raccordo anulare arrivano volanti della polizia davanti e dietro i pullman. “Scortano” gli operai. La sintesi migliore di come la classe padronale utilizzi le istituzioni per i propri interessi la fa un operaio di fianco a me: “Ce stann accirenn togliendoci fatic e futur e ce tratten pur comm a criminal! Saluti dalla rete   POMIGLIANO D’ARCO. Licenziamenti negli stabilimenti della Dema: […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, avete ragione noi operai non abbiamo nessun vantaggio dalle conquiste dell’imperialismo dei padroni italiani Gli operai della libia sono nostri fratelli e non lasceremo che i mercenari dei padroni italiani li massacrino Gli unici a trarre vantaggio dalle conquiste dei padroni italiani sono: i padroni, i loro compari politici, i sindacalisti della CGIL-CISL-UIL  “La Libia può essere stabilizzata solo con l’intervento delle forze locali. Un intervento militare di occupazione del paese sarebbe impensabile”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Intanto forze Francesi e USA bombardano i libici e mettono in campo i […] 0

    GUERRA AI PADRONI E ALL’IMPERIALISMO DEI PADRONI ITALIANI

    Redazione di Operai Contro, avete ragione noi operai non abbiamo nessun vantaggio dalle conquiste dell’imperialismo dei padroni italiani Gli operai della libia sono nostri fratelli e non lasceremo che i mercenari dei padroni italiani li massacrino Gli unici a trarre vantaggio dalle conquiste dei padroni italiani sono: i padroni, i loro compari politici, i sindacalisti della CGIL-CISL-UIL  “La Libia può essere stabilizzata solo con l’intervento delle forze locali. Un intervento militare di occupazione del paese sarebbe impensabile”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Intanto forze Francesi e USA bombardano i libici e mettono in campo i […]

    Continue Reading

  • Metal İşçileri Birliği – MİB ha condiviso la foto di Yeraltından Sesler. 8 ore fa · Aydın/Söke’de madenci direnişi sürüyor.. 5 aydır ücretlerini alamayan Elit maden işçileri üretimden gelen gücünü kullanıyor! Direniş 4. gününde! . Aydin / söke miner resistenza in corso.. 5 mesi, chi non può pagare le elite minatori dalla produzione di usare il suo potere! Giorno 4. di resistenza! . Traduzione dalla seguente lingua: Turco Yeraltından Sesler 10 ore fa · ÜCRET YOKSA ÜRETİMDE YOK! Visualizza traduzione 7TC Emre Özer, TC Yılmaz Saçkesen e altri 5 Facebook Comments 0

    OPERAI TURCHI

    Metal İşçileri Birliği – MİB ha condiviso la foto di Yeraltından Sesler. 8 ore fa · Aydın/Söke’de madenci direnişi sürüyor.. 5 aydır ücretlerini alamayan Elit maden işçileri üretimden gelen gücünü kullanıyor! Direniş 4. gününde! . Aydin / söke miner resistenza in corso.. 5 mesi, chi non può pagare le elite minatori dalla produzione di usare il suo potere! Giorno 4. di resistenza! . Traduzione dalla seguente lingua: Turco Yeraltından Sesler 10 ore fa · ÜCRET YOKSA ÜRETİMDE YOK! Visualizza traduzione 7TC Emre Özer, TC Yılmaz Saçkesen e altri 5 Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Expo 2015 è stato un grande affare: per i padroni, gli ammi nistratori, i politici e il gangster Renzi. Hanno rubato, hanno truffato, hanno fatto i pavoni. Sala ha guagnato anche la corsa a sindaco di Milano Un lettore da ilfattoquotidiano Il candidato sindaco di Milano del Pd, Giuseppe Sala, ha un bel dire che non c’è nessun buco Expo. La società che ha gestito l’esposizione universale meneghina ha chiuso il 2015 con un rosso compreso tra 30,6 e 32,6 milioni di euro, a seconda dei risultati finali del recupero crediti. A smentire Sala è […] 0

    EXPO 2015 UN GRANDE AFFARE

    Redazione di Operai Contro, Expo 2015 è stato un grande affare: per i padroni, gli ammi nistratori, i politici e il gangster Renzi. Hanno rubato, hanno truffato, hanno fatto i pavoni. Sala ha guagnato anche la corsa a sindaco di Milano Un lettore da ilfattoquotidiano Il candidato sindaco di Milano del Pd, Giuseppe Sala, ha un bel dire che non c’è nessun buco Expo. La società che ha gestito l’esposizione universale meneghina ha chiuso il 2015 con un rosso compreso tra 30,6 e 32,6 milioni di euro, a seconda dei risultati finali del recupero crediti. A smentire Sala è […]

    Continue Reading