Archive for Febbraio 7th, 2016

  • Redazione di Operai Contro, avete ragione la magistratura dei padroni lavora con metodo La magistratura dei padroni assolve i padroni e i manager e condanna gli operai Un operaio di Mantova dal fattoquotidiano Pene dimezzate, tre prescrizioni e un’amara beffa per i famigliari di due operai morti: devono pagare le spese processuali. La sentenza d’appello del processo agli ex dirigenti dello stabilimento Montedison di Mantova, emessa venerdì 5 febbraio dal Tribunale di Brescia, è dura da mandar giù per le parti civili. I parenti di Guglielmo Zavattini e Sergio Roncari non si erano rassegnati e volevano che qualcuno pagasse per […] 0

    Montedison di Mantova: pene dimezzate agli ex manager condannati. E le famiglie di due operai morti devono pagare le spese

    Redazione di Operai Contro, avete ragione la magistratura dei padroni lavora con metodo La magistratura dei padroni assolve i padroni e i manager e condanna gli operai Un operaio di Mantova dal fattoquotidiano Pene dimezzate, tre prescrizioni e un’amara beffa per i famigliari di due operai morti: devono pagare le spese processuali. La sentenza d’appello del processo agli ex dirigenti dello stabilimento Montedison di Mantova, emessa venerdì 5 febbraio dal Tribunale di Brescia, è dura da mandar giù per le parti civili. I parenti di Guglielmo Zavattini e Sergio Roncari non si erano rassegnati e volevano che qualcuno pagasse per […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro,. i giornali del mondo intero pubblicano la notizia che 200 foto di torture di prigionieri Iraqueni e Afganistan sono state pubblicate dagli USA. Gli scatti si riferiscono al periodo 2003-2006 sotto la presidenza di George W. Bush. Ma le foto conservate sono molte di più. Niente di nuovo aspettiamo la pubblicazione delle fotografie del periodo dell’assassino Obama. Un vostro lettore   Facebook Comments 0

    I SOLDATI USA SONO DEI TORTURATORI

    Redazione di Operai Contro,. i giornali del mondo intero pubblicano la notizia che 200 foto di torture di prigionieri Iraqueni e Afganistan sono state pubblicate dagli USA. Gli scatti si riferiscono al periodo 2003-2006 sotto la presidenza di George W. Bush. Ma le foto conservate sono molte di più. Niente di nuovo aspettiamo la pubblicazione delle fotografie del periodo dell’assassino Obama. Un vostro lettore   Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il sindaco di Brindisi era stato eletto nel 2012 con il Pd. Il Pd non deve preoccuparsi. La magistratura penserà ad assolverlò Un pugliese dalla Stampa La polizia ha arrestato il sindaco di Brindisi Cosimo Consales, un commercialista e un imprenditore con l’accusa, in concorso, di abuso d’ufficio, corruzione, concussione e truffa nell’ambito di un’indagine sulla gestione dei rifiuti. Nei confronti del primo cittadino e del commercialista sono stati disposti gli arresti domiciliari mentre per l’imprenditore il Gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I tre sono accusati, in concorso, di abuso d’ufficio, […] 0

    Arrestato il sindaco di Brindisi per corruzione e abuso d’ufficio

    Redazione di Operai Contro, il sindaco di Brindisi era stato eletto nel 2012 con il Pd. Il Pd non deve preoccuparsi. La magistratura penserà ad assolverlò Un pugliese dalla Stampa La polizia ha arrestato il sindaco di Brindisi Cosimo Consales, un commercialista e un imprenditore con l’accusa, in concorso, di abuso d’ufficio, corruzione, concussione e truffa nell’ambito di un’indagine sulla gestione dei rifiuti. Nei confronti del primo cittadino e del commercialista sono stati disposti gli arresti domiciliari mentre per l’imprenditore il Gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I tre sono accusati, in concorso, di abuso d’ufficio, […]

    Continue Reading

  • La distribuzione della ricchezza dal basso verso l’alto, grazie alle politiche di riforma del capitalismo, procede alla grande, non solo in Italia, ma anche in Germania. Il 10 per cento delle famiglie tedesche nel 1998 possedeva 45,1 per cento del patrimonio netto. Nel 2013 (ultimo dato disponibile) tale percentuale era al 51,9 per cento. Un aumento di oltre il sei per cento. Quando quest’anno sarà pubblicato il V rapporto su povertà e ricchezza da parte del Bundesministerium für Arbeit und Soziales, non ci sarà da sorprendersi se tale percentuale di patrimonio sarà ancora maggiore. Va ricordato che il patrimonio fino […] 0

    Germania – Come è distribuita la ricchezza tra le classi sociali

    La distribuzione della ricchezza dal basso verso l’alto, grazie alle politiche di riforma del capitalismo, procede alla grande, non solo in Italia, ma anche in Germania. Il 10 per cento delle famiglie tedesche nel 1998 possedeva 45,1 per cento del patrimonio netto. Nel 2013 (ultimo dato disponibile) tale percentuale era al 51,9 per cento. Un aumento di oltre il sei per cento. Quando quest’anno sarà pubblicato il V rapporto su povertà e ricchezza da parte del Bundesministerium für Arbeit und Soziales, non ci sarà da sorprendersi se tale percentuale di patrimonio sarà ancora maggiore. Va ricordato che il patrimonio fino […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, in Siria è in atto una guerra. I padroni occidentali e i padroni Russi massacrano i civili siriani. I curdi continuano a fare i mercenari di chi li paga meglio Un lettore CRONACA DALLA STAMPA giordano stabile inviato a beirut La Turchia parla di politica delle «porte aperte» nei confronti dei profughi in fuga da Aleppo che si stanno ammassando alla sua frontiera. Ma in realtà i siriani restano dall’altra parte del confine, dove Ankara si prepara a costruire un’immensa tendopoli e a creare una «zona cuscinetto umanitaria». Il tutto mentre l’esercito di Bashar al-Assad, […] 0

    SIRIA: LA BATTAGLIA DI ALEPPO

    Redazione di Operai Contro, in Siria è in atto una guerra. I padroni occidentali e i padroni Russi massacrano i civili siriani. I curdi continuano a fare i mercenari di chi li paga meglio Un lettore CRONACA DALLA STAMPA giordano stabile inviato a beirut La Turchia parla di politica delle «porte aperte» nei confronti dei profughi in fuga da Aleppo che si stanno ammassando alla sua frontiera. Ma in realtà i siriani restano dall’altra parte del confine, dove Ankara si prepara a costruire un’immensa tendopoli e a creare una «zona cuscinetto umanitaria». Il tutto mentre l’esercito di Bashar al-Assad, […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Giulio Regeni è stato torturato e assassinato dalla polizia del sanguinario Al Sisi. Il gangster Renzi si è sempre vantato dell’amicizia con il dittatore Al Sisi I padroni italiani con la protezione di Al Sisi sfruttano con ferocia i giovani operai egiziani La rivolta tornerà ad infiammare le strade del Cairo Un giovane Egiziano Nota della redazione: ” La Camera dei deputati, nella seduta del 9 aprile 2015 ha approvato con modificazioni la proposta di legge C. 2168, già approvata dal Senato, che introduce nel codice penale il reato di tortura, espressamente vietata in alcuni […] 0

    GIULIO REGENI ASSASSINATO DALLA POLIZIA DEL PRESIDENTE EGIZIANO AL SISI

    Redazione di Operai Contro, Giulio Regeni è stato torturato e assassinato dalla polizia del sanguinario Al Sisi. Il gangster Renzi si è sempre vantato dell’amicizia con il dittatore Al Sisi I padroni italiani con la protezione di Al Sisi sfruttano con ferocia i giovani operai egiziani La rivolta tornerà ad infiammare le strade del Cairo Un giovane Egiziano Nota della redazione: ” La Camera dei deputati, nella seduta del 9 aprile 2015 ha approvato con modificazioni la proposta di legge C. 2168, già approvata dal Senato, che introduce nel codice penale il reato di tortura, espressamente vietata in alcuni […]

    Continue Reading

  • Redazione Operai Contro, Funziona sempre così, i conti negativi delle scelte padronali spesso li pagano gli operai per un motivo o per l’altro. Fusioni societarie, cessioni ramo d’azienda, investimenti vari, ristrutturazioni aziendali o cambi di assetti azionari comportano sempre delle fregature per gli operai. Le realtà quotidiane nei tempi di crisi lo dimostrano, che ogni qualvolta si verificano cambiamenti societari da parte dei padroni, nel migliore dei casi gli operai subiscono una drastica diminuzione del salario, altrimenti in tutti gli altri casi gli operai perdono il posto di lavoro poichè vengono licenziati. Difatti con la General Electric che ora […] 0

    Renzi e la General Electric: gli operai Alstom possono andare a casa.

    Redazione Operai Contro, Funziona sempre così, i conti negativi delle scelte padronali spesso li pagano gli operai per un motivo o per l’altro. Fusioni societarie, cessioni ramo d’azienda, investimenti vari, ristrutturazioni aziendali o cambi di assetti azionari comportano sempre delle fregature per gli operai. Le realtà quotidiane nei tempi di crisi lo dimostrano, che ogni qualvolta si verificano cambiamenti societari da parte dei padroni, nel migliore dei casi gli operai subiscono una drastica diminuzione del salario, altrimenti in tutti gli altri casi gli operai perdono il posto di lavoro poichè vengono licenziati. Difatti con la General Electric che ora […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, Putin fino al 2013, cioè prima del crollo del prezzo dell’energia, usava come una delle armi della sua rapina imperialista, il prezzo differenziato nella vendita di petrolio e gas, a secondo degli interessi e della posizione geopolitica di ogni paese europeo, da tenere sotto ricatto per concludere con ciascuno di loro “buoni affari”, alle condizioni volute da Putin stesso. I prezzi che Putin fino al 2013 tramite Gazprom applicava, (per ogni mille metro cubi di gas), variavano enormemente da un paese all’altro, dai 166 dollari chiesti alla Bielorussia, ai 526 dollari chiesti alla indisciplinata Polonia, avamposto […] 0

    L’imperialismo di Gazprom sulle montagne russe

    Caro Operai Contro, Putin fino al 2013, cioè prima del crollo del prezzo dell’energia, usava come una delle armi della sua rapina imperialista, il prezzo differenziato nella vendita di petrolio e gas, a secondo degli interessi e della posizione geopolitica di ogni paese europeo, da tenere sotto ricatto per concludere con ciascuno di loro “buoni affari”, alle condizioni volute da Putin stesso. I prezzi che Putin fino al 2013 tramite Gazprom applicava, (per ogni mille metro cubi di gas), variavano enormemente da un paese all’altro, dai 166 dollari chiesti alla Bielorussia, ai 526 dollari chiesti alla indisciplinata Polonia, avamposto […]

    Continue Reading

  • Facebook Comments 0

    ELECTROLUX

    Facebook Comments

    Continue Reading