Archive for Febbraio 5th, 2016

  • Dopo le iniziative in tutto il Nord-est nei supermercati Prix, a partire da ieri sera lavoratori, attivisti di Adl Cobas e solidali hanno ripreso le attività di blocco dei magazzini di Grisignano, contro il licenziamento di 70 operai, impiegati nel settore della logistica, avvenuto nelle scorse settimane. Alle prime ore dell’alba centinaia di persone hanno raggiunto l’ingresso principale del magazzino, per portare solidarietà e per unirsi a chi da giorni sta praticando forme di resistenza quotidiana contro l’arroganza dei signori della grande distribuzione e contro le attuali politiche del lavoro portate avanti dal governo Renzi. Grazie al Job’s Act, infatti, è diventato […] 0

    Grisignano (VI) – Violente cariche della celere contro i facchini in lotta

    Dopo le iniziative in tutto il Nord-est nei supermercati Prix, a partire da ieri sera lavoratori, attivisti di Adl Cobas e solidali hanno ripreso le attività di blocco dei magazzini di Grisignano, contro il licenziamento di 70 operai, impiegati nel settore della logistica, avvenuto nelle scorse settimane. Alle prime ore dell’alba centinaia di persone hanno raggiunto l’ingresso principale del magazzino, per portare solidarietà e per unirsi a chi da giorni sta praticando forme di resistenza quotidiana contro l’arroganza dei signori della grande distribuzione e contro le attuali politiche del lavoro portate avanti dal governo Renzi. Grazie al Job’s Act, infatti, è diventato […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, avete gia pubblicato la notizia del premio di produzione dell’FCA       Un operaio ddelle officine maserati di Grugliasco Facebook Comments 0

    FCA: ATTACCO ANTIOPERAIO

    Redazione di Operai Contro, avete gia pubblicato la notizia del premio di produzione dell’FCA       Un operaio ddelle officine maserati di Grugliasco Facebook Comments

    Continue Reading

  • Mentre a Ginevra è in atto la parodia dei colloqui di pace tra Assad, Russi, Francesi Italiani, Inglesi ecc In Siria le truppe del dittatore ASSAD e l’aviazione dei padroni Russi assalgono la città di Aleppo. Centinaia sono le donne e bambini uccisi. Questa è la pace dei padroni Un lettore Cronaca Decine di migliaia di civili stanno fuggendo dalla provincia di Aleppo dopo l’avvio dell’offensiva delle forze del regime siriano, con l’appoggio dei raid aerei russi. Una nuova emergenza umanitaria, dopo che nelle ultime ore i lealisti hanno preso il pieno controllo della città di Ratyan, da più […] 0

    Siria, migliaia di civili in fuga da Aleppo.

    Mentre a Ginevra è in atto la parodia dei colloqui di pace tra Assad, Russi, Francesi Italiani, Inglesi ecc In Siria le truppe del dittatore ASSAD e l’aviazione dei padroni Russi assalgono la città di Aleppo. Centinaia sono le donne e bambini uccisi. Questa è la pace dei padroni Un lettore Cronaca Decine di migliaia di civili stanno fuggendo dalla provincia di Aleppo dopo l’avvio dell’offensiva delle forze del regime siriano, con l’appoggio dei raid aerei russi. Una nuova emergenza umanitaria, dopo che nelle ultime ore i lealisti hanno preso il pieno controllo della città di Ratyan, da più […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Oggi hanno scioperato i lavoratori della ristorazione. Migliaia di lavoratori hanno partecipato alla manifestazione a Milano che da piazza della Scala ha raggiunto la prefettura sfilando per le vie del centro. Molti di più sarebbero scesi in piazza se non fossero stati precettati da scuole e ospedali oppure se non fossero stati terrorizzati da direttori che si sentono sempre più forti grazie alle nuove norme sul lavoro. Da oltre 30 mesi è scaduto il contratto nazionale e non ci sono stati quindi adeguamenti salariali a fronteggiare l’innalzamento dei prezzi. I mancati adeguamenti salariali per alcune […] 0

    SCIOPERO DEI LAVORATORI DELLA RISTORAZIONE

    Redazione di Operai Contro, Oggi hanno scioperato i lavoratori della ristorazione. Migliaia di lavoratori hanno partecipato alla manifestazione a Milano che da piazza della Scala ha raggiunto la prefettura sfilando per le vie del centro. Molti di più sarebbero scesi in piazza se non fossero stati precettati da scuole e ospedali oppure se non fossero stati terrorizzati da direttori che si sentono sempre più forti grazie alle nuove norme sul lavoro. Da oltre 30 mesi è scaduto il contratto nazionale e non ci sono stati quindi adeguamenti salariali a fronteggiare l’innalzamento dei prezzi. I mancati adeguamenti salariali per alcune […]

    Continue Reading

  • Redazione, L’ associazione dei padroni italiani preme un altro po’ l’acceleratore per invadere apertamente la Libia. Dal 1911 questa è la quinta guerra alla libia dell’imperialismo italiano. L’editoriale pubblicato sul quotidiano della Confindustria Il Sole 24 ORE è sufficientemente esplicito: la situazione economica costringe a conquistare nuovi mercati. La scusa utilizzata è come al solito quella dell’immigrazione e del pericolo dell’ISIS. L’attacco alla sovrastruttura europea è un atto dovuto per legittimare le future gesta belliche dell’Italia, che all’interno del contesto unico monetario agirà insieme alla sola Francia (gli altri compagni di guerra saranno inglesi ed americani). La conclusione dell’articolo […] 0

    CONFINDUSTRIA PREME PER L’IVASIONE DELLA LIBIA

    Redazione, L’ associazione dei padroni italiani preme un altro po’ l’acceleratore per invadere apertamente la Libia. Dal 1911 questa è la quinta guerra alla libia dell’imperialismo italiano. L’editoriale pubblicato sul quotidiano della Confindustria Il Sole 24 ORE è sufficientemente esplicito: la situazione economica costringe a conquistare nuovi mercati. La scusa utilizzata è come al solito quella dell’immigrazione e del pericolo dell’ISIS. L’attacco alla sovrastruttura europea è un atto dovuto per legittimare le future gesta belliche dell’Italia, che all’interno del contesto unico monetario agirà insieme alla sola Francia (gli altri compagni di guerra saranno inglesi ed americani). La conclusione dell’articolo […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro I lavoratori greci incrociano le braccia per 24 ore per protestare contro la riforma delle pensioni. Lo sciopero generale sta bloccando treni e traghetti e ha lasciato a terra dozzine di voli. Gli ospedali funzioneranno solo per gli interventi di emergenza, i benzinai sono chiusi. Partecipano allo sciopero anche avvocati, tassisti, guidatori di tir e agricoltori, mentre ieri hanno scioperato i giornalisti. Il governo Tsipras vuole anche accorpare i fondi pensione e aumentare i contributi previdenziali. Si tratta del terzo sciopero generale indetto sotto il governo Tsipras e l’attesa è per un’adesione superiore rispetto a […] 0

    GRECIA: SCIOPERO GENERALE

    Redazione di operai Contro I lavoratori greci incrociano le braccia per 24 ore per protestare contro la riforma delle pensioni. Lo sciopero generale sta bloccando treni e traghetti e ha lasciato a terra dozzine di voli. Gli ospedali funzioneranno solo per gli interventi di emergenza, i benzinai sono chiusi. Partecipano allo sciopero anche avvocati, tassisti, guidatori di tir e agricoltori, mentre ieri hanno scioperato i giornalisti. Il governo Tsipras vuole anche accorpare i fondi pensione e aumentare i contributi previdenziali. Si tratta del terzo sciopero generale indetto sotto il governo Tsipras e l’attesa è per un’adesione superiore rispetto a […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il gangster Renzi è un grande amico dell’assassino Al Sisi. Il piazzista dei padroni italiani stringe le mani ai peggiori tiranni del mondo I giovani egiziani nin tarderanno a ribellarsi al regime dell’assassino Un lettore egiziano Dal corriere della Sera Non faceva neanche ridere. «Ne ho disegnate di migliori». Ma li ha fatti arrabbiare, e tanto: il vignettista Islam Gawish, 26 anni e un milione 600 mila follower su Facebook, una mattina s’è visto arrivare gli Scorpions della polizia egiziana. Proprio mentre parlava coi giornalisti d’un sito web. Proprio mentre l’Italia — era domenica scorsa […] 0

    AL SISI: IL TIRANNO AMICO DI RENZI

    Redazione di Operai Contro, il gangster Renzi è un grande amico dell’assassino Al Sisi. Il piazzista dei padroni italiani stringe le mani ai peggiori tiranni del mondo I giovani egiziani nin tarderanno a ribellarsi al regime dell’assassino Un lettore egiziano Dal corriere della Sera Non faceva neanche ridere. «Ne ho disegnate di migliori». Ma li ha fatti arrabbiare, e tanto: il vignettista Islam Gawish, 26 anni e un milione 600 mila follower su Facebook, una mattina s’è visto arrivare gli Scorpions della polizia egiziana. Proprio mentre parlava coi giornalisti d’un sito web. Proprio mentre l’Italia — era domenica scorsa […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, lo stato utilizza tutta la sua violenza contro i movimenti di lotta per la casa. Ai partiti, ai politici, ai parenti, affitti a prezzo zero e nessun sgombero Un lettore CRONACA ANSA Scontri a Roma, nel quartiere della Montagnola, durante il tentativo di sgombero di un’immobile occupato per poche ore dal movimento Action diritti per la casa. La polizia ha fermato alcuni attivisti di Action dopo gli scontri. Per disperdere gli attivisti, durante i momenti che hanno preceduto la carica, la polizia ha usato anche idranti. Gli attivisti hanno lanciato oggetti e bottiglie contro gli agenti […] 0

    Scontri a Roma durante tentativo di sgombero di un palazzo

    Redazione di Operai Contro, lo stato utilizza tutta la sua violenza contro i movimenti di lotta per la casa. Ai partiti, ai politici, ai parenti, affitti a prezzo zero e nessun sgombero Un lettore CRONACA ANSA Scontri a Roma, nel quartiere della Montagnola, durante il tentativo di sgombero di un’immobile occupato per poche ore dal movimento Action diritti per la casa. La polizia ha fermato alcuni attivisti di Action dopo gli scontri. Per disperdere gli attivisti, durante i momenti che hanno preceduto la carica, la polizia ha usato anche idranti. Gli attivisti hanno lanciato oggetti e bottiglie contro gli agenti […]

    Continue Reading

  • Redazione, il caso Wind Jet è la chiara dimostrazione del fatto che spesso quando una grossa azienda va male a farne le spese maggiori sono i lavoratori. Dal 2005 la banda di criminali alla guida dell’azienda ha messo in piedi una serie di stratagemmi per coprire in parte le perdite dell’azienda derivanti da una gestione sconsiderata e dall’altra per rimpinguare i conti presso le banche svizzere. Si andava dalla sovrastima del materiale di magazzino alla sovrastima del veicolo coinvolto nell’incidente del 2010 alla vendita a prezzi folli del nome della compagnia. In particolare quest’ultima operazione racchiudeva in se tutta […] 0

    WIND JET l’ ennesima grande truffa dei padroni!

    Redazione, il caso Wind Jet è la chiara dimostrazione del fatto che spesso quando una grossa azienda va male a farne le spese maggiori sono i lavoratori. Dal 2005 la banda di criminali alla guida dell’azienda ha messo in piedi una serie di stratagemmi per coprire in parte le perdite dell’azienda derivanti da una gestione sconsiderata e dall’altra per rimpinguare i conti presso le banche svizzere. Si andava dalla sovrastima del materiale di magazzino alla sovrastima del veicolo coinvolto nell’incidente del 2010 alla vendita a prezzi folli del nome della compagnia. In particolare quest’ultima operazione racchiudeva in se tutta […]

    Continue Reading

  • Cara Operai Contro, diventa sempre più stringente la possibilità che “lo scarpone italico” torni a far la guerra in Libia per imporre la propria politica di rapina in quell’area, con il pretesto di combattere il terrorismo. Renzi chiama “nuovo umanesimo” l’aggressione imperialista italiana e maschera la rapina come “investimento per la cooperazione”. Il guerrafondaio venditore di pentole, lancia lo spot anche per questo evento: “Italia grande Paese, dobbiamo essere più forti nel mondo”. Allego la nota dell’ANSA. Saluti da un estimatore di Operai Contro.   “Dobbiamo avere dei valori, che sono un grande elemento di forza, e anche la […] 0

    Come Benito, Renzi cerca “il posto al sole” per l’Italia

    Cara Operai Contro, diventa sempre più stringente la possibilità che “lo scarpone italico” torni a far la guerra in Libia per imporre la propria politica di rapina in quell’area, con il pretesto di combattere il terrorismo. Renzi chiama “nuovo umanesimo” l’aggressione imperialista italiana e maschera la rapina come “investimento per la cooperazione”. Il guerrafondaio venditore di pentole, lancia lo spot anche per questo evento: “Italia grande Paese, dobbiamo essere più forti nel mondo”. Allego la nota dell’ANSA. Saluti da un estimatore di Operai Contro.   “Dobbiamo avere dei valori, che sono un grande elemento di forza, e anche la […]

    Continue Reading