Archive for Maggio 5th, 2013

  • MARTEDI’ 7 MAGGIO ORE 14:  l’Aula Magna del Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano, in Piazza Indro Montanelli 14 a Sesto San Giovanni   MERCOLEDI’ 8 MAGGIO ORE 14: a Mediateca Santa Teresa, in via della Moscova 28 PRESS KIT  IL TRAILER DEL FILM Facebook Comments 0

    DELLARTEDELLAGUERRA A MILANO

    MARTEDI’ 7 MAGGIO ORE 14:  l’Aula Magna del Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano, in Piazza Indro Montanelli 14 a Sesto San Giovanni   MERCOLEDI’ 8 MAGGIO ORE 14: a Mediateca Santa Teresa, in via della Moscova 28 PRESS KIT  IL TRAILER DEL FILM Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Boldrini dopo la sparata contro il Web, spara sui disoccupati: “Rimango convinta che il nemico principale della libertà sia la mancanza di lavoro” che può creare “le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario genere”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, parlando ad Arcevia nel 69/o anniversario dell’eccidio nazista di Monte S.Angelo. “Quando la crisi sociale produce disoccupazione e quest’ultima disperazione – ha aggiunto Boldrini, ricordando il sacrificio di 70 partigiani e civili nel maggio del 1944 – si creano le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario […] 0

    BOLDRINI CONTRO GLI OPERAI

    Redazione di Operai Contro, Boldrini dopo la sparata contro il Web, spara sui disoccupati: “Rimango convinta che il nemico principale della libertà sia la mancanza di lavoro” che può creare “le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario genere”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, parlando ad Arcevia nel 69/o anniversario dell’eccidio nazista di Monte S.Angelo. “Quando la crisi sociale produce disoccupazione e quest’ultima disperazione – ha aggiunto Boldrini, ricordando il sacrificio di 70 partigiani e civili nel maggio del 1944 – si creano le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario […]

    Continue Reading

  • La multinazionale sudcoreana STX attiva nel settore della cantieristica navale minaccia la chiusura dei suoi stabilimenti francesi a Lorient (112 operai) e soprattutto Saint-Nazaire, dove lavorano in 2200. Previsto il taglio anche di altri cantieri dei coreani in Finlandia (Turku e Rauma) e in Cina presso Dalian. La decisione viene giustificata con la crisi del settore ed un piano di rientro dai debiti accumulati, anche attraverso la richiesta di un nuovo flusso di capitali alla Korea Development Bank KDB, detentrice del 20% del debito stesso di STX. Proprio da Lorient sono uscite tre motovedette destinate all’utilizzo sullo scenario africano, […] 0

    A RISCHIO ALTRI 2300 OPERAI IN FRANCIA. FINCANTIERI PUO’ METTERCI LO ZAMPINO

    La multinazionale sudcoreana STX attiva nel settore della cantieristica navale minaccia la chiusura dei suoi stabilimenti francesi a Lorient (112 operai) e soprattutto Saint-Nazaire, dove lavorano in 2200. Previsto il taglio anche di altri cantieri dei coreani in Finlandia (Turku e Rauma) e in Cina presso Dalian. La decisione viene giustificata con la crisi del settore ed un piano di rientro dai debiti accumulati, anche attraverso la richiesta di un nuovo flusso di capitali alla Korea Development Bank KDB, detentrice del 20% del debito stesso di STX. Proprio da Lorient sono uscite tre motovedette destinate all’utilizzo sullo scenario africano, […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, tutti parlano di porre al  centro dei problemi il lavoro. Sono stati molto interessanti le due lettere pubblicate sulla “dignità del lavoro”  e sulla “schiavitù del lavoro salariato”. Ho cercato qualcosa su Internet (ho capito perchè la signora Boldrini la vuole censurare) Ho trovato la seguente affermazione di Marx: “Il lavoro [29] è dunque una merce, che il suo possessore, il salariato, vende al capitale. Perché la vende? Per vivere. Il lavoro [29], è però l’attività vitale propria dell’operaio, è la manifestazione della sua propria vita. Ed egli vende ad un terzo questaattività vitale per assicurarsi i mezzi di sussistenza necessari. […] 0

    LAVORO SALARIATO E CAPITALE

    Redazione di Operai Contro, tutti parlano di porre al  centro dei problemi il lavoro. Sono stati molto interessanti le due lettere pubblicate sulla “dignità del lavoro”  e sulla “schiavitù del lavoro salariato”. Ho cercato qualcosa su Internet (ho capito perchè la signora Boldrini la vuole censurare) Ho trovato la seguente affermazione di Marx: “Il lavoro [29] è dunque una merce, che il suo possessore, il salariato, vende al capitale. Perché la vende? Per vivere. Il lavoro [29], è però l’attività vitale propria dell’operaio, è la manifestazione della sua propria vita. Ed egli vende ad un terzo questaattività vitale per assicurarsi i mezzi di sussistenza necessari. […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore il sottosegretario al ministero del Lavoro Carlo Dell’Aringa, comunica che “si è arrivati a livelli di disoccupazione socialmente pericolosi”. I disoccupati potrebbero di colpo aumentare di 700 mila, se non si rifinanzia subito la cassa integrazione. Per tutelare il profitto dei padroni, sono allo studio altre misure per aumentare la schiavitù del lavoro salariato: -ulteriori liberalizzazioni per i contratti a tempo -sgravi fiscali a chi assume Il governo Letta è il degno continuatore dei suoi predecessori. Pollice verso. Tutti a casa. Basta con il governi dei padroni che fingono di fare gli interessi di tutti. Ciao da […] 0

    I DISOCCUPATI SONO SOCIALMENTE PERICOLOSI

    Egregio Direttore il sottosegretario al ministero del Lavoro Carlo Dell’Aringa, comunica che “si è arrivati a livelli di disoccupazione socialmente pericolosi”. I disoccupati potrebbero di colpo aumentare di 700 mila, se non si rifinanzia subito la cassa integrazione. Per tutelare il profitto dei padroni, sono allo studio altre misure per aumentare la schiavitù del lavoro salariato: -ulteriori liberalizzazioni per i contratti a tempo -sgravi fiscali a chi assume Il governo Letta è il degno continuatore dei suoi predecessori. Pollice verso. Tutti a casa. Basta con il governi dei padroni che fingono di fare gli interessi di tutti. Ciao da […]

    Continue Reading

  • Afghanistan, uccisi sette soldati Usa Il ministro Mauro: “La libertà ha un prezzo” Dopo i tre soldati britannici saltati il 30 aprile, cinque militari americani vittime di un ordigno posto lungo la strada nel distretto di Maiwand, nel sud del Paese. Altri due soldati Usa uccisi da un soldato afgano nella zona ovest. Il numero dei morti tra le forze internazionali dall’inizio dell’anno sale a 49, di cui 34 americani. La resistenza del popolo Afghano contro le truppe di occupazione aumenta. In Afghanistan è giunto oggi il neo ministro della Difesa, Mario Mauro, in visita al contingente militare italiano […] 0

    AFGHANISTAN

    Afghanistan, uccisi sette soldati Usa Il ministro Mauro: “La libertà ha un prezzo” Dopo i tre soldati britannici saltati il 30 aprile, cinque militari americani vittime di un ordigno posto lungo la strada nel distretto di Maiwand, nel sud del Paese. Altri due soldati Usa uccisi da un soldato afgano nella zona ovest. Il numero dei morti tra le forze internazionali dall’inizio dell’anno sale a 49, di cui 34 americani. La resistenza del popolo Afghano contro le truppe di occupazione aumenta. In Afghanistan è giunto oggi il neo ministro della Difesa, Mario Mauro, in visita al contingente militare italiano […]

    Continue Reading

  • Cara redazione di Operai Contro, Boldrini, presidente della camera dei deputati ci ripensa: non è per la censura sul Web è contro la violenza sulle donne. Boldrini è il presidente della camera dei deputati. Boldrini è un pezzo della macchina borghese che in tutti questi anni ha sviluppato la violenza contro le donne. Il governo Letta si regge con l’appoggio del puttaniere Berlusconi, forse Boldrini non è a conoscenza  del fatto. L’Italia borghese non è solo il paese del femminicidio, è anche il paese della violenza dei padroni contro le operaie e gli operai. Noi operaie non entreremo mai […] 0

    BOLDRINI E LA VIOLENZA SULLE DONNE

    Cara redazione di Operai Contro, Boldrini, presidente della camera dei deputati ci ripensa: non è per la censura sul Web è contro la violenza sulle donne. Boldrini è il presidente della camera dei deputati. Boldrini è un pezzo della macchina borghese che in tutti questi anni ha sviluppato la violenza contro le donne. Il governo Letta si regge con l’appoggio del puttaniere Berlusconi, forse Boldrini non è a conoscenza  del fatto. L’Italia borghese non è solo il paese del femminicidio, è anche il paese della violenza dei padroni contro le operaie e gli operai. Noi operaie non entreremo mai […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Bonanni ha paura. Il governo trovi «1,5 miliardi di euro entro maggio» per il rifinanziamento della cassa integrazione in deroga. «A rischio ci sono oltre 700mila cassintegrati, che altrimenti andranno ad aumentare le fila dei disoccupati». Il leader Cisl, Raffaele Bonanni, parlando con l’Ansa, insiste anche su esodati e occupazione e avverte sui rischi per la «tenuta sociale» del Paese. Il governo «apra il confronto» con le parti sociali «al più presto. E prima di illustrare a Bruxelles le misure» per l’occupazione e la crescita. Inoltre sollecita il governo Letta ad «aprire una discussione alla […] 0

    BONANNI HA PAURA

    Redazione di Operai Contro, Bonanni ha paura. Il governo trovi «1,5 miliardi di euro entro maggio» per il rifinanziamento della cassa integrazione in deroga. «A rischio ci sono oltre 700mila cassintegrati, che altrimenti andranno ad aumentare le fila dei disoccupati». Il leader Cisl, Raffaele Bonanni, parlando con l’Ansa, insiste anche su esodati e occupazione e avverte sui rischi per la «tenuta sociale» del Paese. Il governo «apra il confronto» con le parti sociali «al più presto. E prima di illustrare a Bruxelles le misure» per l’occupazione e la crescita. Inoltre sollecita il governo Letta ad «aprire una discussione alla […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore I licenziamenti congelati all’ospedale San Raffaele di Milano, danno nuova linfa a questa lotta. La direzione dell’ospedale nei prossimi giorni dovrà portare in Regione i bilanci degli ultimi anni, da questi si vedrà che non sono certo gli stipendi pagati al personale medico e infermieristico, la causa del “buco” di 1,5 miliardi di euro. Ringraziamo tutti i nostri sostenitori e vi invitiamo a starci ancora vicini, anche nei momenti più duri, come avete fatto finora. Lotta e solidarietà generano solidarietà e lotta. Saluti dal presidio San Raffaele di Milano   Facebook Comments 0

    LICENZIAMENTI CONGELATI

    Egregio Direttore I licenziamenti congelati all’ospedale San Raffaele di Milano, danno nuova linfa a questa lotta. La direzione dell’ospedale nei prossimi giorni dovrà portare in Regione i bilanci degli ultimi anni, da questi si vedrà che non sono certo gli stipendi pagati al personale medico e infermieristico, la causa del “buco” di 1,5 miliardi di euro. Ringraziamo tutti i nostri sostenitori e vi invitiamo a starci ancora vicini, anche nei momenti più duri, come avete fatto finora. Lotta e solidarietà generano solidarietà e lotta. Saluti dal presidio San Raffaele di Milano   Facebook Comments

    Continue Reading