BOLDRINI CONTRO GLI OPERAI

Redazione di Operai Contro, Boldrini dopo la sparata contro il Web, spara sui disoccupati: “Rimango convinta che il nemico principale della libertà sia la mancanza di lavoro” che può creare “le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario genere”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, parlando ad Arcevia nel 69/o anniversario dell’eccidio nazista di Monte S.Angelo. “Quando la crisi sociale produce disoccupazione e quest’ultima disperazione – ha aggiunto Boldrini, ricordando il sacrificio di 70 partigiani e civili nel maggio del 1944 – si creano le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Boldrini dopo la sparata contro il Web, spara sui disoccupati:

“Rimango convinta che il nemico principale della libertà sia la mancanza di lavoro” che può creare “le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario genere”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, parlando ad Arcevia nel 69/o anniversario dell’eccidio nazista di Monte S.Angelo.

“Quando la crisi sociale produce disoccupazione e quest’ultima disperazione – ha aggiunto Boldrini, ricordando il sacrificio di 70 partigiani e civili nel maggio del 1944 – si creano le condizioni per il sostegno popolare ad avventure autoritarie di vario segno”. “Accadde così – ha continuato – con il fascismo, che fece leva sulla disoccupazione di massa successiva alla Prima guerra mondiale. Accadde così con il nazismo, risposta totalitaria alla grande crisi del ’29. Sta accadendo ora, in diverse parti d’Europa, con l’insorgenza di movimenti neo-nazisti e xenofobi”. “Per questo – ha concluso la presidente della Camera – il lavoro è la priorità assoluta. Per una esigenza di giustizia sociale, certo, ma anche per difendere e rafforzare la democrazia”.

Boldrini ha ricordato che “democrazia e lavoro sono un binomio inscindibile”.

Boldrini,  è un reazionaria al servizio dei padroni.

Il fascismo nasce in Italia con il sostegno dei padroni, per contrastare la reazione operaia alla miseria e allo sfruttamento.

– I padroni furono i principali finanziatori del fascismo di Mussolini

-la piccola borghesia costituì l’esercito dei fascisti

– gli operai furono assaliti e ammazzati dai fascisti

– gli operai furono gli unici ad opporsi al fascismo

Boldrini vuole la repressione violenta di ogni movimento degli operai disoccupati

Ricordiamo alla signora Boldrini che grazie agli operai occupati e disoccupati Lenin riusci a costruire l’esercito degli operai e sconfiggere i padroni russi

Un operaio disoccupato di Bari

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.