Archive for Maggio 21st, 2013

  • Redazione di Operai Contro, la lotta degli operai contro i padroni non ha confini. Almeno 50 persone sono rimaste ferite lunedì 20 maggio negli scontri tra la polizia e gli operai del settore tessile, ad Ashulia, alle porte di Dacca, in Bangladesh. I manifestanti, circa 7mila, chiedevano un aumento del salario minimo, dagli attuali 38 dollari mensili a 102.  Le proteste degli operai del tessile vanno avanti da settimane, innescate dal crollo del Rana Plaza, l’edificio che ospitava cinque fabbriche di abbigliamento per l’export (New Weave Bottoms, New Weave Style, Phantom Apparels, Phantom Tac Bangladesh Ltd ed Ethertex Textiles), […] 1

    GLI OPERAI TESSILI DI DACCA

    Redazione di Operai Contro, la lotta degli operai contro i padroni non ha confini. Almeno 50 persone sono rimaste ferite lunedì 20 maggio negli scontri tra la polizia e gli operai del settore tessile, ad Ashulia, alle porte di Dacca, in Bangladesh. I manifestanti, circa 7mila, chiedevano un aumento del salario minimo, dagli attuali 38 dollari mensili a 102.  Le proteste degli operai del tessile vanno avanti da settimane, innescate dal crollo del Rana Plaza, l’edificio che ospitava cinque fabbriche di abbigliamento per l’export (New Weave Bottoms, New Weave Style, Phantom Apparels, Phantom Tac Bangladesh Ltd ed Ethertex Textiles), […]

    Continue Reading

  • RASSEGNA STAMPA Asia Times      130521 La Siria fa emergere l’impotenza politica degli Usa Ramzy Baroud –       Tesi Wsj: –       La serie di rivolgimenti in MO e Nord Africa o   sopravvenuta mentre la potenza Usa si trovava costretta a riconsiderare e aggiustare le proprie priorità militari (ad es. con maggiore attenzione prestata alla regione del Pacifico e al Mar di Cina Meridionale), –       ha costretto gli Usa a riprendere l’impegno nel MO nel suo insieme, evidenziandone le debolezze e la diminuita influenza.   – È iniziata una nuova Grande Partita, della quale la “primavera araba” è una carta importante. –       […] 0

    USA, MEDIO ORIENTE, RAPPORTI DI POTENZA

    RASSEGNA STAMPA Asia Times      130521 La Siria fa emergere l’impotenza politica degli Usa Ramzy Baroud –       Tesi Wsj: –       La serie di rivolgimenti in MO e Nord Africa o   sopravvenuta mentre la potenza Usa si trovava costretta a riconsiderare e aggiustare le proprie priorità militari (ad es. con maggiore attenzione prestata alla regione del Pacifico e al Mar di Cina Meridionale), –       ha costretto gli Usa a riprendere l’impegno nel MO nel suo insieme, evidenziandone le debolezze e la diminuita influenza.   – È iniziata una nuova Grande Partita, della quale la “primavera araba” è una carta importante. –       […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore Per Giuseppe De Rita – dalla 1a pagina del Corriere della sera – dal dopoguerra ai primi anni ’90, “gli obiettivi e i conflitti della politica erano tanti, ma l’anima era unica: crescete e salite i gradini della scala sociale”. De Rita è stupito che oggi “la politica” non racconti più simili storielle. Ma in che mondo vive De Rita? Anche negli anni da lui indicati coloro che salivano “i gradini della scala sociale” non erano certo gli operai, se no non si capirebbe perché oggi, esistono ancora in quanto tali, in condizioni ben peggiori, più le […] 0

    L’ASCENSORE DI DE RITA

    Egregio Direttore Per Giuseppe De Rita – dalla 1a pagina del Corriere della sera – dal dopoguerra ai primi anni ’90, “gli obiettivi e i conflitti della politica erano tanti, ma l’anima era unica: crescete e salite i gradini della scala sociale”. De Rita è stupito che oggi “la politica” non racconti più simili storielle. Ma in che mondo vive De Rita? Anche negli anni da lui indicati coloro che salivano “i gradini della scala sociale” non erano certo gli operai, se no non si capirebbe perché oggi, esistono ancora in quanto tali, in condizioni ben peggiori, più le […]

    Continue Reading

  • MARUTI SUZUKI WORKERS UNION Reg. No. 1923 IMT Manesar PRESS RELEASE: 20th May 2013   We are facing one of the most brutal repression by the government on our movement. While we have adopted the democratic and peaceful means available to demand the release of arrested 147 workers, withdrawal of non-bailable arrest warrants from 66 workers and reinstatement of terminated 546 permanent and 1800 contract workers, the government has only responded with force and malice and in collusion with the Maruti Suzuki company management.   Our peaceful dharna has been going on since 24th March, which included hunger strike, deputations, rallies, which are […] 0

    MARUTI SUZUKI WORKERS UNION

    MARUTI SUZUKI WORKERS UNION Reg. No. 1923 IMT Manesar PRESS RELEASE: 20th May 2013   We are facing one of the most brutal repression by the government on our movement. While we have adopted the democratic and peaceful means available to demand the release of arrested 147 workers, withdrawal of non-bailable arrest warrants from 66 workers and reinstatement of terminated 546 permanent and 1800 contract workers, the government has only responded with force and malice and in collusion with the Maruti Suzuki company management.   Our peaceful dharna has been going on since 24th March, which included hunger strike, deputations, rallies, which are […]

    Continue Reading

  • Operai Contro, mentre noi disoccupati moriamo di fame o ci ammazziamo, Letta continua a parlare di crescita. In Puglia sono 320 mila i licenziati. In Puglia abbiamo il record della cassa integrazione Oggi,un disoccupato, si è dato fuoco nell’atrio del Comune di Casarano dove era allestita una mostra fotografica. E’ un disoccupato di 39 anni, separato e padre di una bimba, il protagonista dell’ennesimo gesto di disperazione legato alla crisi. L’uomo è ora ricoverato in prognosi riservata nel centro Grandi ustionati dell’ospedale ‘Perrinò di Brindisi: ha ustioni sul 60 per cento del corpo. Un disoccupato Facebook Comments 0

    LA STRAGE DEI DISOCCUPATI

    Operai Contro, mentre noi disoccupati moriamo di fame o ci ammazziamo, Letta continua a parlare di crescita. In Puglia sono 320 mila i licenziati. In Puglia abbiamo il record della cassa integrazione Oggi,un disoccupato, si è dato fuoco nell’atrio del Comune di Casarano dove era allestita una mostra fotografica. E’ un disoccupato di 39 anni, separato e padre di una bimba, il protagonista dell’ennesimo gesto di disperazione legato alla crisi. L’uomo è ora ricoverato in prognosi riservata nel centro Grandi ustionati dell’ospedale ‘Perrinò di Brindisi: ha ustioni sul 60 per cento del corpo. Un disoccupato Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i fascisti del Pd presentano un disegno di legge contro i movimenti. Sembra un disegno di legge contro il M5S, ma è invece una legge contro gli operai e le loro lotte. E’ una legge che dia piena attuazione all’articolo 49 della Costituzione e di conseguenza escluda i movimenti che non abbiano “personalità giuridica” e statuto. Questa la proposta del Pd, nello specifico di Anna Finocchiaro e Luigi Zanda. Una legge che avrebbe l’effetto di escludere dalle elezioni il Movimento Cinque Stelle. Il testo prevede che ”i contenuti minimi dello statuto, alcuni principi generali, ai quali dovranno attenersi tutti i partiti che intendono concorrere […] 0

    Pd: I PARTITI DEVONO ESSERE AL SERVIZIO DEI PADRONI E DEL LORO STATO

    Redazione di Operai Contro, i fascisti del Pd presentano un disegno di legge contro i movimenti. Sembra un disegno di legge contro il M5S, ma è invece una legge contro gli operai e le loro lotte. E’ una legge che dia piena attuazione all’articolo 49 della Costituzione e di conseguenza escluda i movimenti che non abbiano “personalità giuridica” e statuto. Questa la proposta del Pd, nello specifico di Anna Finocchiaro e Luigi Zanda. Una legge che avrebbe l’effetto di escludere dalle elezioni il Movimento Cinque Stelle. Il testo prevede che ”i contenuti minimi dello statuto, alcuni principi generali, ai quali dovranno attenersi tutti i partiti che intendono concorrere […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, La “crisi angosciante e drammatica” che vive l’Italia “impone alle Istituzioni, alle forze sociali e alle imprese la messa in atto di efficaci soluzioni per rilanciare l’occupazione e lo sviluppo economico e sociale del Paese”. Lo scrive Giorgio Napolitano La crisi che vive l’Italia? Il presidente guadagna lautamente, i parlamentari sbafano a quattro palmenti, i padroni sfruttano, licenziano e vivono da paperoni. Chi è nella merda siamo noi operai Napolitano è  angosciato per l’Italia? Ma chi cazzo è l’italia? Cresce l’area della difficolta’ nel lavoro e ormai sfiora i 9 milioni di persone: nell’ultimo trimestre […] 0

    NAPOLITANO E’ ANGOSCIATO, E NOI OPERAI CHE SIAMO?

    Redazione di Operai Contro, La “crisi angosciante e drammatica” che vive l’Italia “impone alle Istituzioni, alle forze sociali e alle imprese la messa in atto di efficaci soluzioni per rilanciare l’occupazione e lo sviluppo economico e sociale del Paese”. Lo scrive Giorgio Napolitano La crisi che vive l’Italia? Il presidente guadagna lautamente, i parlamentari sbafano a quattro palmenti, i padroni sfruttano, licenziano e vivono da paperoni. Chi è nella merda siamo noi operai Napolitano è  angosciato per l’Italia? Ma chi cazzo è l’italia? Cresce l’area della difficolta’ nel lavoro e ormai sfiora i 9 milioni di persone: nell’ultimo trimestre […]

    Continue Reading