LE MENZOGNE DI LETTA: DEBITO PUBBLICO VOLA

Redazione di Operai Contro, Letta continua a mentire. Nessun paraculo della carta stampata e della TV osa mettere in dubbio le parole di questo ciarlatano.L’unico merito di Letta è quello di essere il nipote del maggiordomo di Berlusconi. Debito pubblico record a 133,3% nel secondo trimestre 2013 per l’Italia, in crescita del 3 punti percentuali rispetto ai primi tre mesi dell’anno quando era al 130,3%. Sono i dati diffusi da Eurostat. Resta il secondo debito pubblico Ue più alto dopo la Grecia (169,1%) e con uno dei maggiori incrementi tra primo e secondo trimestre di quest’anno. Il debito pubblico […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Letta continua a mentire.

Nessun paraculo della carta stampata e della TV osa mettere in dubbio le parole di questo ciarlatano.L’unico merito di Letta è quello di essere il nipote del maggiordomo di Berlusconi.

Debito pubblico record a 133,3% nel secondo trimestre 2013 per l’Italia, in crescita del 3 punti percentuali rispetto ai primi tre mesi dell’anno quando era al 130,3%. Sono i dati diffusi da Eurostat. Resta il secondo debito pubblico Ue più alto dopo la Grecia (169,1%) e con uno dei maggiori incrementi tra primo e secondo trimestre di quest’anno.

Il debito pubblico italiano continua a salire sia in termini assoluti che in punti percentuali di pil: nel secondo trimestre 2012 era di 1.982.898 milioni di euro, pari al 125,6% del pil, nel primo trimestre di quest’anno era di 2.035.833 milioni, al 130,3%, mentre nel secondo trimestre è arrivato a 2.076.182 milioni, ovvero al 133,3%. Dopo Grecia e Italia, gli altri debiti pubblici più grandi dell’eurozona in percentuale di pil sono il Portogallo (131,3%) e l’Irlanda (125,7%).

Un Lettore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.