In Italia 4,1 milioni senza cibo

Redazione di Operai Contro, Letta si vanta di aver ottenuto la fiducia dell’assassino Obama. Invece crescono gli affamati in Italia. «Salgono alla cifra record di 4.068.250 i poveri che nel 2013 in Italia sono stati addirittura costretti a chiedere aiuto per il cibo da mangiare, con un aumento del 10% sullo scorso anno e del 47% rispetto al 2010, ovvero ben 1.304.871 persone in più negli ultimi 3 anni». È quanto emerge dal primo drammatico dossier su «Le nuove povertà» nel nostro Paese, presentato dalla Coldiretti al Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione di Cernobbio. Gli italiani indigenti e che […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Letta si vanta di aver ottenuto la fiducia dell’assassino Obama.

Invece crescono gli affamati in Italia.

«Salgono alla cifra record di 4.068.250 i poveri che nel 2013 in Italia sono stati addirittura costretti a chiedere aiuto per il cibo da mangiare, con un aumento del 10% sullo scorso anno e del 47% rispetto al 2010, ovvero ben 1.304.871 persone in più negli ultimi 3 anni». È quanto emerge dal primo drammatico dossier su «Le nuove povertà» nel nostro Paese, presentato dalla Coldiretti al Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione di Cernobbio.

Gli italiani indigenti e che hanno ricevuto pacchi alimentari o pasti gratuiti attraverso i canali no profit che distribuiscono le eccedenze alimentari «hanno raggiunto quasi quota 4,1 milioni, il massimo dell’ultimo triennio, secondo la relazione sul Piano di distribuzione degli alimenti agli indigenti 2013, realizzata dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea)».

TORNA LA FAME – Per effetto della crisi economica e della perdita di lavoro «si sta registrando- avverte l’associazione agricola- un aumento esponenziale degli italiani senza risorse sufficienti neanche a sfamarsi: erano 2,7 milioni nel 2010, sono saliti a 3,3 milioni nel 2011 ed hanno raggiunto i 3,7 milioni nel 2012».

I parassiti politici e i loro leccaculi dei giornali e della TV cinguettano sulla fine della crisi.

La verità è che cresce fame e miseria

Un operaio di Modena

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.