Archive for Gennaio 18th, 2016

  • Oltre 5mila operai addetti alla preparazione dei prosciutti sono costretti a durissime condizioni di lavoro in cambio di paghe da fame. I turni possono durare anche 15 ore durante le quali viene ripetuto un unico movimento, lo stesso taglio ogni 3 o 4 secondi, con gravi danni a schiena, braccia e spalle. “Io faccio lo schiavo”, ci ha raccontato uno di loro. La denuncia arriva dalla Flai Cgil che segnala anche il proliferare di società che cambiano nome e truccano i conti, i bilanci e le buste paga. False cooperative, confermano le inchieste della Finanza, che non applicano il […] 0

    I forzati del mattatoio

    Oltre 5mila operai addetti alla preparazione dei prosciutti sono costretti a durissime condizioni di lavoro in cambio di paghe da fame. I turni possono durare anche 15 ore durante le quali viene ripetuto un unico movimento, lo stesso taglio ogni 3 o 4 secondi, con gravi danni a schiena, braccia e spalle. “Io faccio lo schiavo”, ci ha raccontato uno di loro. La denuncia arriva dalla Flai Cgil che segnala anche il proliferare di società che cambiano nome e truccano i conti, i bilanci e le buste paga. False cooperative, confermano le inchieste della Finanza, che non applicano il […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i due  ignoranti a capo dello stato dei padroni italiani ci avevano rotto con le loro miserabili riprese. La ripresa non c’è. L’ottimismo dei due ignoranti tagliagole, servivano solo per fregarci meglio. Le riforme di Renzi servono solo a piazzare parenti ed amici. Le borse di tutto il mondo continuano a perdere e a bruciare miliardi e il culo dei giocatori d’azzardo. Hanno paura. La Cina che doveva essere il loro giubbotto di salvataggio cerca di restare a galla. Speravano nell’Iran ma le cose vanno ancora peggio. La BCE ha regalato miliardi alle banche, ma […] 0

    LE BORSE CROLLANO, LE BANCHE NELLA MERDA, IL CAPITALISMO IN CRISI

    Redazione di Operai Contro, i due  ignoranti a capo dello stato dei padroni italiani ci avevano rotto con le loro miserabili riprese. La ripresa non c’è. L’ottimismo dei due ignoranti tagliagole, servivano solo per fregarci meglio. Le riforme di Renzi servono solo a piazzare parenti ed amici. Le borse di tutto il mondo continuano a perdere e a bruciare miliardi e il culo dei giocatori d’azzardo. Hanno paura. La Cina che doveva essere il loro giubbotto di salvataggio cerca di restare a galla. Speravano nell’Iran ma le cose vanno ancora peggio. La BCE ha regalato miliardi alle banche, ma […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Pier Luigi Boschi è un onesto borghese. Garantisce per lui la figlia il ministro Boschi Il ministro Boschi non si deve dimettere. Garantisce per lei Matteo Renzi Matteo Renzi è un onesto presidente del Consiglio. Garantiscono per lui i padroni italiani Chi cazzo garantisce per i padroni italiani? Un Toscano di Pisa Dal Fattoquotidiano “Ho conosciuto Pier Luigi Boschi a Roma nella primavera del 2014, ci siamo incontrati tre volte sempre informalmente”. Flavio Carboni, l’uomo che ha attraversato i fascicoli giudiziari dell’intera storia della Repubblica, conferma al Fatto di aver conosciuto il padre del ministro […] 0

    BANCA ETRURIA: PIER LUIGI BOSCHI E LE GARANZIE

    Redazione di Operai Contro, Pier Luigi Boschi è un onesto borghese. Garantisce per lui la figlia il ministro Boschi Il ministro Boschi non si deve dimettere. Garantisce per lei Matteo Renzi Matteo Renzi è un onesto presidente del Consiglio. Garantiscono per lui i padroni italiani Chi cazzo garantisce per i padroni italiani? Un Toscano di Pisa Dal Fattoquotidiano “Ho conosciuto Pier Luigi Boschi a Roma nella primavera del 2014, ci siamo incontrati tre volte sempre informalmente”. Flavio Carboni, l’uomo che ha attraversato i fascicoli giudiziari dell’intera storia della Repubblica, conferma al Fatto di aver conosciuto il padre del ministro […]

    Continue Reading

  • Redazione, Si fa fatica a stare dietro alle ideologie dei padroni italiani, sostenute fedelmente dai politici loro servi, di destra o di sinistra. Fino a ieri, le istituzioni europee con sede a Bruxelles, il parlamento europeo, ma soprattutto la Commissione europea, organo esecutivo della Ue, erano il futuro dell’Europa. Un futuro unico e comune per tutte le borghesie europee, in cui quella italiana non solo si riconosceva, ma ne era la prima artefice e propugnatrice. Ora, invece, ci dice il capo del governo, Renzi: «È finito il tempo in cui qualcuno poteva immaginare di telecomandare l’Italia» – riferendosi alla […] 0

    Gli Stati Uniti d’Europa

    Redazione, Si fa fatica a stare dietro alle ideologie dei padroni italiani, sostenute fedelmente dai politici loro servi, di destra o di sinistra. Fino a ieri, le istituzioni europee con sede a Bruxelles, il parlamento europeo, ma soprattutto la Commissione europea, organo esecutivo della Ue, erano il futuro dell’Europa. Un futuro unico e comune per tutte le borghesie europee, in cui quella italiana non solo si riconosceva, ma ne era la prima artefice e propugnatrice. Ora, invece, ci dice il capo del governo, Renzi: «È finito il tempo in cui qualcuno poteva immaginare di telecomandare l’Italia» – riferendosi alla […]

    Continue Reading

  • Metal İşçileri Birliği – MİB Ieri alle 1:16 · Ford Otosan İşçisinden… OPERAI FORD  OTOSAN Traduzione dalla seguente lingua: Turco Facebook Comments 0

    OPERAI TURCHI FORD OTOSAN

    Metal İşçileri Birliği – MİB Ieri alle 1:16 · Ford Otosan İşçisinden… OPERAI FORD  OTOSAN Traduzione dalla seguente lingua: Turco Facebook Comments

    Continue Reading

  • Ieri, venerdì 15 gennaio 2016, nello stabilimento SEVEL di Val di Sangro è avvenuto un piccolo miracolo: un centinaio di operai coraggiosi ha alzato la testa e ha sfidato l’arroganza aziendale aderendo ad un’ora di sciopero indetta dall’USB. E in quell’ora ha dato vita ad un’assemblea in cui si è potuto PARLARE dei loro problemi e di come l’applicazione del sistema ERGO UAS e la politica aziendale della minaccia e del terrore, stiano rendendo loro impossibile vivere in fabbrica. Caro Landini questi sono lavoratori “orfani della Fiom”. Di fronte al taglio dei 10 minuti di pausa, che più di […] 0

    Lettera aperta a Landini: perché ci hai lasciati orfani della Fiom?

    Ieri, venerdì 15 gennaio 2016, nello stabilimento SEVEL di Val di Sangro è avvenuto un piccolo miracolo: un centinaio di operai coraggiosi ha alzato la testa e ha sfidato l’arroganza aziendale aderendo ad un’ora di sciopero indetta dall’USB. E in quell’ora ha dato vita ad un’assemblea in cui si è potuto PARLARE dei loro problemi e di come l’applicazione del sistema ERGO UAS e la politica aziendale della minaccia e del terrore, stiano rendendo loro impossibile vivere in fabbrica. Caro Landini questi sono lavoratori “orfani della Fiom”. Di fronte al taglio dei 10 minuti di pausa, che più di […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, la foto che hai pubblicato qualche girono fa, dello scheletro vivente di un ragazzo di Madaya poi morto di fame, ha fatto il giro del mondo. Benpensanti politici e giornalisti, hanno sommessamente deplorato il fatto che in Siria, si muoia di fame, oltre che per la guerra. Gli stessi che ci hanno ossessionato con la bontà di “nutrire il pianeta”, la grande bufala dell’Expo, scoprono solo ora che in Siria, da 5 anni oltre che per la guerra, migliaia di persone fanno la fame e muoiono. I professionisti della commedia del buon cuore, se ne guardano […] 0

    In Siria si muore anche di fame. Ma non bisognava nutrire il pianeta?

    Caro Operai Contro, la foto che hai pubblicato qualche girono fa, dello scheletro vivente di un ragazzo di Madaya poi morto di fame, ha fatto il giro del mondo. Benpensanti politici e giornalisti, hanno sommessamente deplorato il fatto che in Siria, si muoia di fame, oltre che per la guerra. Gli stessi che ci hanno ossessionato con la bontà di “nutrire il pianeta”, la grande bufala dell’Expo, scoprono solo ora che in Siria, da 5 anni oltre che per la guerra, migliaia di persone fanno la fame e muoiono. I professionisti della commedia del buon cuore, se ne guardano […]

    Continue Reading

  • Redazione, Sono oramai passati diversi mesi da quando Expo ha chiuso i suoi battenti. E come spesso accade ai tempi di Internet il tempo trascorso sembra anche di più visto che le notizie si susseguono a ritmo frenetico. Sicuramente però il tempo sarà trascorso più lentamente per i 30000 lavoratori che in disparati settori hanno lavorato per l’esposizione universale. Si avvicina il momento della prima verifica da parte dei sindacati per quanto riguarda il percorso di ricollocamento dei lavoratori per la maggior parte dei quali stanno scadendo i sussidi degli ammortizzatori sociali. Manpower che è stata una delle agenzie […] 0

    IL DOPO EXPO TRA DISOCCUPAZIONE ILLUSIONI E PROBABILI SPECULAZIONI

    Redazione, Sono oramai passati diversi mesi da quando Expo ha chiuso i suoi battenti. E come spesso accade ai tempi di Internet il tempo trascorso sembra anche di più visto che le notizie si susseguono a ritmo frenetico. Sicuramente però il tempo sarà trascorso più lentamente per i 30000 lavoratori che in disparati settori hanno lavorato per l’esposizione universale. Si avvicina il momento della prima verifica da parte dei sindacati per quanto riguarda il percorso di ricollocamento dei lavoratori per la maggior parte dei quali stanno scadendo i sussidi degli ammortizzatori sociali. Manpower che è stata una delle agenzie […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, La vicenda che sta coinvolgendo l’amministrazione comunale di Quarto, cittadina in provincia di Napoli, guidata da un sindaco del movimento 5 stelle merita alcune riflessioni. La cronaca è nota ma è meglio ripercorrere gli avvenimenti essenziali. Il Sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo, si è trovata nel fuoco di una indagine giudiziaria che ha svelato che uno dei consiglieri comunali eletti nelle file del suo movimento politico era in realtà il portavoce di interessi economici vicino alla camorra. Per indurre il sindaco a compiere scelte amministrative che assecondassero quegli interessi il consigliere sembra abbia ordito insieme […] 0

    Il caso Quarto

    Redazione di Operai Contro, La vicenda che sta coinvolgendo l’amministrazione comunale di Quarto, cittadina in provincia di Napoli, guidata da un sindaco del movimento 5 stelle merita alcune riflessioni. La cronaca è nota ma è meglio ripercorrere gli avvenimenti essenziali. Il Sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo, si è trovata nel fuoco di una indagine giudiziaria che ha svelato che uno dei consiglieri comunali eletti nelle file del suo movimento politico era in realtà il portavoce di interessi economici vicino alla camorra. Per indurre il sindaco a compiere scelte amministrative che assecondassero quegli interessi il consigliere sembra abbia ordito insieme […]

    Continue Reading