Archive for Marzo 20th, 2013

  • La Sicilia rimbalza, ancora una volta, agli onori della cronaca: è stata la prima regione italiana ad abolire le provincie, la rivoluzione continua! Peccato, però, che le ultime vicende hanno oscurato quello che sta avvenendo in commissione bilancio, per l’approvazione della finanziaria e quindi il bilancio preventivo: nei giorni passati solo per qualche tempo, sulla stampa locale era risaltato un buco bilancio di un miliardo di euro, anzi di due, tutti si possono sbagliare. Sta di fatto che anche quest’anno probabilmente si andrà in esercizio provvisorio, non si conosce la reale situazione finanziaria della regione, ma già si prospetta […] 0

    SICILIA,TRA ABOLIZIONE DELLE PROVINCE E BUCHI DI BILANCIO, IN MEZZO CI STA IL POPOLO.

    La Sicilia rimbalza, ancora una volta, agli onori della cronaca: è stata la prima regione italiana ad abolire le provincie, la rivoluzione continua! Peccato, però, che le ultime vicende hanno oscurato quello che sta avvenendo in commissione bilancio, per l’approvazione della finanziaria e quindi il bilancio preventivo: nei giorni passati solo per qualche tempo, sulla stampa locale era risaltato un buco bilancio di un miliardo di euro, anzi di due, tutti si possono sbagliare. Sta di fatto che anche quest’anno probabilmente si andrà in esercizio provvisorio, non si conosce la reale situazione finanziaria della regione, ma già si prospetta […]

    Continue Reading

  • Ci siamo. Dopo tanti anni passati davanti ai cancelli dei vari luoghi della logistica, si prova a fare un importante passo in avanti. I lavoratori del settore lo vogliono e lo hanno costruito con la loro fatica quotidiana fatta di nottate al freddo e a respingere provocazioni e manganellate.    Lo vogliono perchè è una risposta di grande dignità contro caporali, sindacati confederali complici e istituzioni conniventi con sistemi schiavistici e mafiosi di sfruttamento. Lo vogliono perchè è molto tempo che hanno iniziato a riprendersi ciò che loro spetta e non vogliono fermarsi.  Infatti, tanti anni sono passati da […] 0

    SULLO SCIOPERO DELLA LOGISTICA DEL 22 MARZO E OLTRE

    Ci siamo. Dopo tanti anni passati davanti ai cancelli dei vari luoghi della logistica, si prova a fare un importante passo in avanti. I lavoratori del settore lo vogliono e lo hanno costruito con la loro fatica quotidiana fatta di nottate al freddo e a respingere provocazioni e manganellate.    Lo vogliono perchè è una risposta di grande dignità contro caporali, sindacati confederali complici e istituzioni conniventi con sistemi schiavistici e mafiosi di sfruttamento. Lo vogliono perchè è molto tempo che hanno iniziato a riprendersi ciò che loro spetta e non vogliono fermarsi.  Infatti, tanti anni sono passati da […]

    Continue Reading

  •  Mentre Fiat Group attraversa un momento difficilissimo nel settore vendite, Sergio Marchionne nel 2012 ha ricevuto 7,4 milioni di euro per il doppio ruolo di amministratore delegato di Fiat e presidente di Fiat Industrial. E’ quanto emerge dalla Relazione sulla Remunerazione, pubblicata su Internet, sui siti delle due societa’. In particolare Marchionne ha avuto un fisso complessivo di 2,5 milioni di euro, in linea con la remunerazione del 2011. Il compenso variabile, legato al raggiungimento degli obiettivi, e’ stato invece di 2 milioni. Per Fiat Industrial invece ha ricevuto un compenso fisso di 1,3 milioni, in linea con il 2011, mentre la remunerazione […] 0

    In Fiat crollano le vendite ma aumenta lo stipendio di Marchionne: +50% nel 2012

     Mentre Fiat Group attraversa un momento difficilissimo nel settore vendite, Sergio Marchionne nel 2012 ha ricevuto 7,4 milioni di euro per il doppio ruolo di amministratore delegato di Fiat e presidente di Fiat Industrial. E’ quanto emerge dalla Relazione sulla Remunerazione, pubblicata su Internet, sui siti delle due societa’. In particolare Marchionne ha avuto un fisso complessivo di 2,5 milioni di euro, in linea con la remunerazione del 2011. Il compenso variabile, legato al raggiungimento degli obiettivi, e’ stato invece di 2 milioni. Per Fiat Industrial invece ha ricevuto un compenso fisso di 1,3 milioni, in linea con il 2011, mentre la remunerazione […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, sono un operaio della linea di montaggio della FIAT di Torino, sono d’accordo con il pensionato Grasso e Boldrini e i Grillini che li hanno votato ci prendono per il culo. Gira e rigira i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, si ridurranno lo stipendio del 30 per cento e continueranno a vivere beatamente con oltre 12 mila euro al mese. Se è questa la promessa dei Grillini possono andare al demonio. Inoltre, intervenendo a Ballarò, su Rai 3, le due alte cariche dello Stato hanno dichiarato: «Per noi una durata […] 0

    LE PRESE PER IL CULO

    Redazione di Operai Contro, sono un operaio della linea di montaggio della FIAT di Torino, sono d’accordo con il pensionato Grasso e Boldrini e i Grillini che li hanno votato ci prendono per il culo. Gira e rigira i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, si ridurranno lo stipendio del 30 per cento e continueranno a vivere beatamente con oltre 12 mila euro al mese. Se è questa la promessa dei Grillini possono andare al demonio. Inoltre, intervenendo a Ballarò, su Rai 3, le due alte cariche dello Stato hanno dichiarato: «Per noi una durata […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore, in Sicilia l’asse Crocetta-Grillini annuncia l’abolizione delle provincie. O meglio le provincie continueranno a esistere ma sotto un altro nome, si chiameranno “liberi consorzi dei Comuni”, o giù di lì. Non saranno più decisi dalle elezioni ma, dai sindaci dei territori che nomineranno i vertici. Il personale delle attuali provincie, non sarà riciclato nei lavori socialmente utili, come avviene per i comuni mortali quando l’azienda chiude i battenti, ma resterà tranquillamente al suo posto continuando a intascare retribuzioni stratosferiche. L’asse Crocetta-grillini vanterà l’abolizione delle provincie. Che bella la democrazia dell’abolizione delle provincie. Saluti e baci Facebook Comments 0

    LE PROVINCE ” FAI DA TE “

    Egregio Direttore, in Sicilia l’asse Crocetta-Grillini annuncia l’abolizione delle provincie. O meglio le provincie continueranno a esistere ma sotto un altro nome, si chiameranno “liberi consorzi dei Comuni”, o giù di lì. Non saranno più decisi dalle elezioni ma, dai sindaci dei territori che nomineranno i vertici. Il personale delle attuali provincie, non sarà riciclato nei lavori socialmente utili, come avviene per i comuni mortali quando l’azienda chiude i battenti, ma resterà tranquillamente al suo posto continuando a intascare retribuzioni stratosferiche. L’asse Crocetta-grillini vanterà l’abolizione delle provincie. Che bella la democrazia dell’abolizione delle provincie. Saluti e baci Facebook Comments

    Continue Reading

  • “Quanto mi piace questo Papa”: con queste parole il comico genovese ha introdotto la puntata di Ballarò. Un Papa carico di umanità che sprizza amore da ogni poro   VIDEO DI CROZZA Facebook Comments 0

    QUANTO MI PIACE QUESTO PAPA

    “Quanto mi piace questo Papa”: con queste parole il comico genovese ha introdotto la puntata di Ballarò. Un Papa carico di umanità che sprizza amore da ogni poro   VIDEO DI CROZZA Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, in questi giorni i potenti sono tutti per i poveri, dal papa ai presidenti di camera e senato. I presidenti di Camera e Senato, Boldrini e Grasso, hanno annunciato anche con una intervista alla trasmissione Ballarò su raitre, che si sono ridotti lo stipendio del 30%. Una decisione che anticiperebbe anche un taglio allo stipendio dei parlamentari nel piano di revisione generale delle spese. Insomma una scelta che tanto piace alla gente sull’onda dei tagli alle spese politiche che sono alla base del successo elettorale dei deputati del Movimento 5 Stelle. Una decisione che il […] 0

    CI PRENDONO PER IL CULO

    Redazione di Operai Contro, in questi giorni i potenti sono tutti per i poveri, dal papa ai presidenti di camera e senato. I presidenti di Camera e Senato, Boldrini e Grasso, hanno annunciato anche con una intervista alla trasmissione Ballarò su raitre, che si sono ridotti lo stipendio del 30%. Una decisione che anticiperebbe anche un taglio allo stipendio dei parlamentari nel piano di revisione generale delle spese. Insomma una scelta che tanto piace alla gente sull’onda dei tagli alle spese politiche che sono alla base del successo elettorale dei deputati del Movimento 5 Stelle. Una decisione che il […]

    Continue Reading