Archive for Marzo 24th, 2013

  • Il Pd, con falsa ingenuità, sventola la bandiera del nazionalismo Nella vicenda dei due marò pugliesi accusati dell’omicidio di due pescatori indiani e da mesi in bilico fra Italia e India sono stati in molti a sventolare la bandiera del nazionalismo. Ultimo fra questi il parlamentare pugliese del Pd, onorevole Antonio Decaro, il quale in una interrogazione ai ministri della Giustizia, della Difesa e degli Affari Esteri chiede chiarezza sulle motivazioni che hanno portato al rientro in India dei due fucilieri di Marina, il barese Salvatore Girone e il tarantino Massimiliano Latorre. Decaro chiede di sapere quali siano le […] 0

    I DUE MARÒ E LA RAGION DI STATO

    Il Pd, con falsa ingenuità, sventola la bandiera del nazionalismo Nella vicenda dei due marò pugliesi accusati dell’omicidio di due pescatori indiani e da mesi in bilico fra Italia e India sono stati in molti a sventolare la bandiera del nazionalismo. Ultimo fra questi il parlamentare pugliese del Pd, onorevole Antonio Decaro, il quale in una interrogazione ai ministri della Giustizia, della Difesa e degli Affari Esteri chiede chiarezza sulle motivazioni che hanno portato al rientro in India dei due fucilieri di Marina, il barese Salvatore Girone e il tarantino Massimiliano Latorre. Decaro chiede di sapere quali siano le […]

    Continue Reading

  • Gurgaon in Haryana è presentato come l’India splendente, un simbolo di successo capitalista promettendo una vita migliore per tutti dietro la porta dello sviluppo. A prima vista le torri per uffici e centri commerciali riflettono questa chimera e anche le facciate delle fabbriche potrà apparire come un albergo di lusso Dietro la facciata, dietro le mura della fabbrica e nelle strade laterali delle aree industriali migliaia di operai devono mantenere i padroni, la produzione di auto e scooter per le classi medie che finiscono nel traffico sulla nuova autostrada tra Delhi e Gurgaon. Migliaia di lavoratori giovani proletarizzati sono […] 0

    GURGAONWORKERSNEWS Newsletter 56 – Marzo / Aprile 2013

    Gurgaon in Haryana è presentato come l’India splendente, un simbolo di successo capitalista promettendo una vita migliore per tutti dietro la porta dello sviluppo. A prima vista le torri per uffici e centri commerciali riflettono questa chimera e anche le facciate delle fabbriche potrà apparire come un albergo di lusso Dietro la facciata, dietro le mura della fabbrica e nelle strade laterali delle aree industriali migliaia di operai devono mantenere i padroni, la produzione di auto e scooter per le classi medie che finiscono nel traffico sulla nuova autostrada tra Delhi e Gurgaon. Migliaia di lavoratori giovani proletarizzati sono […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Il capo delle Forze armate ammiraglio Luigi Binelli si è incazzato. In effetti ha ragione. Il vero responsabile dell’uccisione dei due pescatori indiani è proprio lui: ammiraglio Luigi Binelli. Non faccia storie e si consegni alle autorità Indiane. Un lettore   Facebook Comments 0

    IL CAPO DELLE FORZE ARMATE ITALIANE

    Redazione di Operai Contro, Il capo delle Forze armate ammiraglio Luigi Binelli si è incazzato. In effetti ha ragione. Il vero responsabile dell’uccisione dei due pescatori indiani è proprio lui: ammiraglio Luigi Binelli. Non faccia storie e si consegni alle autorità Indiane. Un lettore   Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Napolitano non finisce di stupirci. I suoi commenti sono esilaranti, scompiscianti, profondi. Ai giornalisti  che gli facevano osservare quanto fosse complessa la situazione politica, Napolitano ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di unità, ma anche di pensare adesso all’interesse generale del Paese e di dare continuità alle nostre istituzioni democratiche”, Che cosa avrà voluto dire? Un lettore Facebook Comments 0

    NAPOLITANO PENSA ALL’UNITA’

    Redazione di Operai Contro, Napolitano non finisce di stupirci. I suoi commenti sono esilaranti, scompiscianti, profondi. Ai giornalisti  che gli facevano osservare quanto fosse complessa la situazione politica, Napolitano ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di unità, ma anche di pensare adesso all’interesse generale del Paese e di dare continuità alle nostre istituzioni democratiche”, Che cosa avrà voluto dire? Un lettore Facebook Comments

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, se guardo i giornali e vedo la televisione noi operai siamo scomparsi. Gli operai della logistica appena si muovono vengono manganellati, ma gli operai delle fabbriche sono dei fantasmi. Gli operai dell’ILVA brinderanno felici ai contratti di solidarietà che gli riduce il salario Eppure ogni tanto viene fuori che altre fabbriche chiudono Se guardo la fabbrica dove lavoro mi accorgo che siamo incapaci di avere una nostra posizione. Il giornale nell’articolo “Chi siamo” afferma che “Abbiamo costruito uno strumento dove può esprimersi la rivolta operaia, contro questa sovrastruttura che ha interesse a tenerci soggiogati ai padroni, […] 0

    E GLI OPERAI DELLE FABBRICHE?

    Caro Operai Contro, se guardo i giornali e vedo la televisione noi operai siamo scomparsi. Gli operai della logistica appena si muovono vengono manganellati, ma gli operai delle fabbriche sono dei fantasmi. Gli operai dell’ILVA brinderanno felici ai contratti di solidarietà che gli riduce il salario Eppure ogni tanto viene fuori che altre fabbriche chiudono Se guardo la fabbrica dove lavoro mi accorgo che siamo incapaci di avere una nostra posizione. Il giornale nell’articolo “Chi siamo” afferma che “Abbiamo costruito uno strumento dove può esprimersi la rivolta operaia, contro questa sovrastruttura che ha interesse a tenerci soggiogati ai padroni, […]

    Continue Reading

  • Dopo aver analizzato i problemi connessi con il sistema di produzione lineare, bisogna proporre delle soluzioni alternative, per uscire da questa situazione. Immagino che qualche assiduo lettore potrà dire: “ Come la stai portando per le lunghe, bisogna prendere il controllo dei mezzi di produzione, il resto verrà da sé, gli operai sanno cosa è meglio per il popolo”. Messa in questi termini il ragionamento non fa una piega, ma l’analisi materialistica e scientifica della realtà storica, basata sui fatti, dimostra che le cose non sono così semplici. Finora i tentativi di creare un sistema socio-economico  diverso da quello […] 0

    COSA STA DISTRUGGENDO LA TERRA PARTE TERZA: COME USCIRNE FUORI.

    Dopo aver analizzato i problemi connessi con il sistema di produzione lineare, bisogna proporre delle soluzioni alternative, per uscire da questa situazione. Immagino che qualche assiduo lettore potrà dire: “ Come la stai portando per le lunghe, bisogna prendere il controllo dei mezzi di produzione, il resto verrà da sé, gli operai sanno cosa è meglio per il popolo”. Messa in questi termini il ragionamento non fa una piega, ma l’analisi materialistica e scientifica della realtà storica, basata sui fatti, dimostra che le cose non sono così semplici. Finora i tentativi di creare un sistema socio-economico  diverso da quello […]

    Continue Reading

  • I migranti che sono scesi in piazza per chiedere l’abrogazione della Bossi – Fini. Da Padova, Verona, Firenze, Brescia, sono centinaia i lavoratori, padri e madri di famiglia, studenti e precari che hanno marciato per le vie del centro a Bologna per chiedere che la libertà “non sia più vincolata a una legge sul lavoro”, e che i diritti sociali siano estesi anche a chi, nel Belpaese, “vive ogni giorno pagando le tasse”. In Italia la possibilità di accedere ai servizi, di girare liberamente è legata al lavoro e al reddito. Se lo si perde, ci mandano via”. Senza possibilità di appello. “Se […] 0

    MANIFESTAZIONE DI IMMIGRATI CONTRO LA BOSSI-FINI

    I migranti che sono scesi in piazza per chiedere l’abrogazione della Bossi – Fini. Da Padova, Verona, Firenze, Brescia, sono centinaia i lavoratori, padri e madri di famiglia, studenti e precari che hanno marciato per le vie del centro a Bologna per chiedere che la libertà “non sia più vincolata a una legge sul lavoro”, e che i diritti sociali siano estesi anche a chi, nel Belpaese, “vive ogni giorno pagando le tasse”. In Italia la possibilità di accedere ai servizi, di girare liberamente è legata al lavoro e al reddito. Se lo si perde, ci mandano via”. Senza possibilità di appello. “Se […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, La formazione professionale in Sicilia era una banca per pescare soldi. I politici del Pd, Pdl, Lombardi, UDCI l’hanno usata per anni. ll presidente della Regione Siciliana annuncia in conferenza stampa a Palermo la chiusura del pozzo: “Abbiamo avviato ispezioni e procedimenti nei confronti di enti anche molto grossi. Chiunque – prosegue – poteva fare un ente grazie alle amicizie giuste, e deputati vecchi e nuovi ci infilavano anche i propri autisti. Chiudiamo questo pozzo di san Patrizio” “Ben 235 gli enti cancellati. Per altri 43, con forti irregolarità, soprattutto nei confronti dei dipendenti, è previsto […] 0

    IL POZZO DI SAN PATRIZIO

    Redazione di Operai Contro, La formazione professionale in Sicilia era una banca per pescare soldi. I politici del Pd, Pdl, Lombardi, UDCI l’hanno usata per anni. ll presidente della Regione Siciliana annuncia in conferenza stampa a Palermo la chiusura del pozzo: “Abbiamo avviato ispezioni e procedimenti nei confronti di enti anche molto grossi. Chiunque – prosegue – poteva fare un ente grazie alle amicizie giuste, e deputati vecchi e nuovi ci infilavano anche i propri autisti. Chiudiamo questo pozzo di san Patrizio” “Ben 235 gli enti cancellati. Per altri 43, con forti irregolarità, soprattutto nei confronti dei dipendenti, è previsto […]

    Continue Reading

  • A Cipro è iniziato il prelievo forzoso sui conti correnti. Il prelievo forzoso serve per dare soldi alle banche Dopo Cipro toccherà alla Spagna, Portogallo e Italia Preparate le sedie per fare la fila Facebook Comments 0

    DOPO CIPRO A CHI TOCCA?

    A Cipro è iniziato il prelievo forzoso sui conti correnti. Il prelievo forzoso serve per dare soldi alle banche Dopo Cipro toccherà alla Spagna, Portogallo e Italia Preparate le sedie per fare la fila Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, sono stati migliaia i partecipanti alla manifestazione in val Susa. L’alta velocità è un’opera voluta da Berlusconi, Monti, Bersani. Gli unici che beneficeranno dell’opera sono i padroni e gli affaristi mafiosi Bersani vuole la fiducia,ma quale fiducia occorre cacciarlo un vostro lettore NO TAV     Facebook Comments 0

    NO TAV VAL SUSA, MIGLIAIA IN CORTEO

    Redazione di Operai Contro, sono stati migliaia i partecipanti alla manifestazione in val Susa. L’alta velocità è un’opera voluta da Berlusconi, Monti, Bersani. Gli unici che beneficeranno dell’opera sono i padroni e gli affaristi mafiosi Bersani vuole la fiducia,ma quale fiducia occorre cacciarlo un vostro lettore NO TAV     Facebook Comments

    Continue Reading