Archive for Marzo 17th, 2013

  • La riforma Fornero del governo Monti approvata con i voti del Pd di Bersani e del Pdl di Berlusconi sta dando i suoi frutti. Nei primi nove mesi del 2012 risultano 640mila rapporti di lavoro interrotti con un licenziamento (tra individuali e collettivi), il che significa un aumento dell’11% sul 2011. Nello stesso periodo le dimissioni sono diminuite dell’8,7% passando da 1,22 milioni a 1,1 milioni. Vediamo come, invece, le assunzioni si sono divise tra i vari contratti disponibili nel terzo trimestre 2012, cioè con la riforma Fornero in vigore: oltre il 67% delle assunzioni è stato formalizzato con contratti a termine (1,65 milioni), solo […] 0

    RIFORMA FORNERO

    La riforma Fornero del governo Monti approvata con i voti del Pd di Bersani e del Pdl di Berlusconi sta dando i suoi frutti. Nei primi nove mesi del 2012 risultano 640mila rapporti di lavoro interrotti con un licenziamento (tra individuali e collettivi), il che significa un aumento dell’11% sul 2011. Nello stesso periodo le dimissioni sono diminuite dell’8,7% passando da 1,22 milioni a 1,1 milioni. Vediamo come, invece, le assunzioni si sono divise tra i vari contratti disponibili nel terzo trimestre 2012, cioè con la riforma Fornero in vigore: oltre il 67% delle assunzioni è stato formalizzato con contratti a termine (1,65 milioni), solo […]

    Continue Reading

  • Vince il NO: i lavoratori di Careggi hanno respinto l’accordo su orari di lavoro e nuova turnazione siglato da azienda ospedaliera e centrali sindacali CIGL-CISL-USB. Contrariamente da quanto emerso dal referendum predisposto da CGIL per i propri iscritti, la consultazione aperta a tutti i lavoratori ha dato un segnale incontrovertibile: 1333 NO su 1342 votanti, solo 8 i favorevoli. Il risultato, con la volontà di proseguire la lotta, sancisce anche il rifiuto di un certo comportamento sindacale, supino alle scelte aziendali e alla costante ricerca di una linea sempre compromissoria, mai conflittuale e alternativa. Chi ha firmato l’accordo sperava di comprare gli infermieri con un […] 0

    Referendum Careggi: vince il NO dei lavoratori

    Vince il NO: i lavoratori di Careggi hanno respinto l’accordo su orari di lavoro e nuova turnazione siglato da azienda ospedaliera e centrali sindacali CIGL-CISL-USB. Contrariamente da quanto emerso dal referendum predisposto da CGIL per i propri iscritti, la consultazione aperta a tutti i lavoratori ha dato un segnale incontrovertibile: 1333 NO su 1342 votanti, solo 8 i favorevoli. Il risultato, con la volontà di proseguire la lotta, sancisce anche il rifiuto di un certo comportamento sindacale, supino alle scelte aziendali e alla costante ricerca di una linea sempre compromissoria, mai conflittuale e alternativa. Chi ha firmato l’accordo sperava di comprare gli infermieri con un […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Il capogruppo dei cinquestelle al Senato Vito Crimi non ha paura di rivendicare il ruolo svolto dai suoi nell’elezione di Pietro Grasso alla presidenza di Palazzo Madama. Crimi rispolvera la libertà di coscienza di democristiana memoria.”Sicuramente qualcuno ha agito secondo coscienza. Una grande espressione di libertà, di quello che è il nostro spirito”. Ha ragione Beppe Grillo nel chiedere che chi ha votato per Grasso si dimetta perchè ha tradito quelli che lo hanno votato. Purtroppo sta venendo fuori la piccola borghesia eletta nel movimento 5 Stelle. Laureati, piccoli imprenditori, ammanigliati con i potenti che hanno governato fino ad oggi. Non […] 1

    LA LIBERTA’ DI COSCIENZA

    Redazione di Operai Contro, Il capogruppo dei cinquestelle al Senato Vito Crimi non ha paura di rivendicare il ruolo svolto dai suoi nell’elezione di Pietro Grasso alla presidenza di Palazzo Madama. Crimi rispolvera la libertà di coscienza di democristiana memoria.”Sicuramente qualcuno ha agito secondo coscienza. Una grande espressione di libertà, di quello che è il nostro spirito”. Ha ragione Beppe Grillo nel chiedere che chi ha votato per Grasso si dimetta perchè ha tradito quelli che lo hanno votato. Purtroppo sta venendo fuori la piccola borghesia eletta nel movimento 5 Stelle. Laureati, piccoli imprenditori, ammanigliati con i potenti che hanno governato fino ad oggi. Non […]

    Continue Reading

  • Ovvero sull’elezione del nuovo papa, anzi due papi Da quanto ne sappiamo, hanno eletto papa un complice della giunta militare argentina presieduta dal tenente generale Videla, a cui è legata la tragica vicenda dei “desaparecidos”. Peggio di così il collegio cardinalizio non poteva fare. Coloro che speravano in un processo di rinnovamento e in un riscatto morale della chiesa sono stati serviti. Oltretutto si tratta di un papa gesuita, per cui temo che il nome da lui scelto, Francesco, non abbia proprio nulla da spartire con il poverello di Assisi, ma con un tale Francesco Saverio, gesuita e missionario […] 0

    IL CAMALEONTISMO DI SANTA ROMANA CHIESA

    Ovvero sull’elezione del nuovo papa, anzi due papi Da quanto ne sappiamo, hanno eletto papa un complice della giunta militare argentina presieduta dal tenente generale Videla, a cui è legata la tragica vicenda dei “desaparecidos”. Peggio di così il collegio cardinalizio non poteva fare. Coloro che speravano in un processo di rinnovamento e in un riscatto morale della chiesa sono stati serviti. Oltretutto si tratta di un papa gesuita, per cui temo che il nome da lui scelto, Francesco, non abbia proprio nulla da spartire con il poverello di Assisi, ma con un tale Francesco Saverio, gesuita e missionario […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contrro, il  porcaio emana un fetore insopportabile. Bersani, quello che era con Monti senza se e senza ma, dirige i giochi. Boldrini e Grasso sono stati eletti presidente della camera e del senato. Alcuni senatori del M5S lo hanno votato. L’inciucio alla siciliana continua Il movimento 5 stelle non ha niente da invidiare al fetore degli altri parti. Ora Bersani punta ai voti della Lega di Maroni e Monti per fare il governo Un deluso simpatizzante del M5S   Facebook Comments 1

    CRONACHE DAL PORCAIO D’ITALIA

    Redazione di Operai Contrro, il  porcaio emana un fetore insopportabile. Bersani, quello che era con Monti senza se e senza ma, dirige i giochi. Boldrini e Grasso sono stati eletti presidente della camera e del senato. Alcuni senatori del M5S lo hanno votato. L’inciucio alla siciliana continua Il movimento 5 stelle non ha niente da invidiare al fetore degli altri parti. Ora Bersani punta ai voti della Lega di Maroni e Monti per fare il governo Un deluso simpatizzante del M5S   Facebook Comments

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, dopo la ventata elettorale del M5S, ci riscopriamo sepolti dalla vecchia politica. Bossi dice che Maroni ha il culo molto più largo per poter stare su molte poltrone. Calderoli padrino del Porcellum, ricompare in TV a parlare di tattiche per eleggere Schifani a presidente del Senato. Il nuovo papa non ha il crocifisso d’oro, ma lo Ior resta la banca del Vaticano. Questo lungo inverno annuncia ancora neve. Sciogliamola una volta per tutte. Saluti da una lettrice operaia. Facebook Comments 0

    VOGLIAMO LA PRIMAVERA

    Caro Operai Contro, dopo la ventata elettorale del M5S, ci riscopriamo sepolti dalla vecchia politica. Bossi dice che Maroni ha il culo molto più largo per poter stare su molte poltrone. Calderoli padrino del Porcellum, ricompare in TV a parlare di tattiche per eleggere Schifani a presidente del Senato. Il nuovo papa non ha il crocifisso d’oro, ma lo Ior resta la banca del Vaticano. Questo lungo inverno annuncia ancora neve. Sciogliamola una volta per tutte. Saluti da una lettrice operaia. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Sabato 16 marzo si è svolta a Milano una grande manifestazione. Sicuramente più di 20mila persone, in gran parte giovani, dalle 15 alle 20,  hanno attraversato i quartieri Ticinese, Vigentino, Romana e Corvetto. L’occasione è stata offerta dal decimo anniversario dell’assassinio di Davide Dax Cesare da parte dei fascisti. La manifestazione ha assunto una precisa connotazione anticapitalista, facendosi portavoce delle necessità che oggi più colpiscono i proletari, giovani e vecchi, a partire dalla casa. Milano, capitale della speculazione edilizia, alimentata dall’Expo, è diventata capitale del disagio sociale, con centinaia di homeless costretti a vivere per le strade e migliaia […] 0

    GRANDE MANIFESTAZIONE A MILANO

    Sabato 16 marzo si è svolta a Milano una grande manifestazione. Sicuramente più di 20mila persone, in gran parte giovani, dalle 15 alle 20,  hanno attraversato i quartieri Ticinese, Vigentino, Romana e Corvetto. L’occasione è stata offerta dal decimo anniversario dell’assassinio di Davide Dax Cesare da parte dei fascisti. La manifestazione ha assunto una precisa connotazione anticapitalista, facendosi portavoce delle necessità che oggi più colpiscono i proletari, giovani e vecchi, a partire dalla casa. Milano, capitale della speculazione edilizia, alimentata dall’Expo, è diventata capitale del disagio sociale, con centinaia di homeless costretti a vivere per le strade e migliaia […]

    Continue Reading

  • Tra le tematiche emerse con prepotenza nelle ultime elezioni ci sono quelle ambientali, insieme alla corruzione e i costi della politica. I grillini sono stati abili nell’incanalare l’esigenza diffusa nella popolazione di migliore qualità della vita in senso lato, il capitale ha utilizzato la capacità del MOVIMENTO CINQUE STELLE di neutralizzare e controllare i movimenti più radicali. Sta di fatto, però, che le problematiche ambientali, spesso, rimbalzano agli onori della cronaca, in occasione  di difficoltà nello smaltimento  rifiuti, inquinamento di fabbriche, dissesti territoriali ed è allora che intervengono gli ambientalisti per proporre “un nuovo modello di sviluppo che coniughi […] 0

    COSA STA DISTRUGGENDO LA TERRA?

    Tra le tematiche emerse con prepotenza nelle ultime elezioni ci sono quelle ambientali, insieme alla corruzione e i costi della politica. I grillini sono stati abili nell’incanalare l’esigenza diffusa nella popolazione di migliore qualità della vita in senso lato, il capitale ha utilizzato la capacità del MOVIMENTO CINQUE STELLE di neutralizzare e controllare i movimenti più radicali. Sta di fatto, però, che le problematiche ambientali, spesso, rimbalzano agli onori della cronaca, in occasione  di difficoltà nello smaltimento  rifiuti, inquinamento di fabbriche, dissesti territoriali ed è allora che intervengono gli ambientalisti per proporre “un nuovo modello di sviluppo che coniughi […]

    Continue Reading