Archive for Marzo 3rd, 2013

  • Redazione di Operai Contro, L’Italia è al dodicesimo posto nell’Unione Europea per livelli salariali, ben al di sotto della media dell’Eurozona, l’Italia si conferma il paese dei salari da fame. È quanto emerge da uno studio dell’Istat, i dati sono evidenti: la retribuzione oraria lorda nell’ottobre del 2010 è inferiore del 14.6% rispetto a quella della Germania e del 13% rispetto alla Gran Bretagna. Con la Francia il distacco si riduce: a Parigi e dintorni guadagnano mediamente l’11% in più che da noi. La paga oraria è in media di 14 euro all’interno della Ue e di 15,2 nei […] 0

    ITALIA, SALARI PIU’ BASSI D’EUROPA

    Redazione di Operai Contro, L’Italia è al dodicesimo posto nell’Unione Europea per livelli salariali, ben al di sotto della media dell’Eurozona, l’Italia si conferma il paese dei salari da fame. È quanto emerge da uno studio dell’Istat, i dati sono evidenti: la retribuzione oraria lorda nell’ottobre del 2010 è inferiore del 14.6% rispetto a quella della Germania e del 13% rispetto alla Gran Bretagna. Con la Francia il distacco si riduce: a Parigi e dintorni guadagnano mediamente l’11% in più che da noi. La paga oraria è in media di 14 euro all’interno della Ue e di 15,2 nei […]

    Continue Reading

  • RASSEGNA STAMPA Le Monde       130227 Sogno tedesco, incubo europeo + Der Spiegel           130129, Bambini immigrati dai paesi in crisi dell’euro – scolari senza parola, Katja Irle –       Un video del settimanale tedesco Spiegel parla dei nuovi “gastarbeiter”, lavoratori immigrati, in Germania: –       non sono più i contadini turchi dell’Anatolia venuti negli anni Sessanta nelle fabbriche dell’auto, –       oggi sono italiani, spagnoli, greci o dei paesi dell’Est Europa; –       sono laureati nelle migliori università dei loro paesi, rappresentano la “giovane élite europea per l’economia tedesca”. Le Monde accusa: Il “sogno tedesco” di Spiegel è l’incubo dell’Europa. –       la Germania Spa […] 0

    FRANCIA, ITALIA, GERMANIA

    RASSEGNA STAMPA Le Monde       130227 Sogno tedesco, incubo europeo + Der Spiegel           130129, Bambini immigrati dai paesi in crisi dell’euro – scolari senza parola, Katja Irle –       Un video del settimanale tedesco Spiegel parla dei nuovi “gastarbeiter”, lavoratori immigrati, in Germania: –       non sono più i contadini turchi dell’Anatolia venuti negli anni Sessanta nelle fabbriche dell’auto, –       oggi sono italiani, spagnoli, greci o dei paesi dell’Est Europa; –       sono laureati nelle migliori università dei loro paesi, rappresentano la “giovane élite europea per l’economia tedesca”. Le Monde accusa: Il “sogno tedesco” di Spiegel è l’incubo dell’Europa. –       la Germania Spa […]

    Continue Reading

  • E la canzone che molti hanno cantato è Grandola vila morena, divenuta l’inno della rivoluzione dei garofani del 1974 che pose fine alla dittatura di Antonio Salazar. A chiamare la gente a raccolta è stata un movimento (‘Che la troika si fottà) che si organizza in rete, indipendente dai partiti e dai sindacati, nato spontaneamente a metà del 2012. Il movimento è riuscito a mobilitare persone di tutte le età e orientamenti politici con il comun denominatore delle critiche alle dure misure di austerità prese dal governo ed imposte dalla troika di creditori internazionali (Ue, Banca Mondiale e Fondo […] 1

    CHE LA TROIKA SI FOTTA

    E la canzone che molti hanno cantato è Grandola vila morena, divenuta l’inno della rivoluzione dei garofani del 1974 che pose fine alla dittatura di Antonio Salazar. A chiamare la gente a raccolta è stata un movimento (‘Che la troika si fottà) che si organizza in rete, indipendente dai partiti e dai sindacati, nato spontaneamente a metà del 2012. Il movimento è riuscito a mobilitare persone di tutte le età e orientamenti politici con il comun denominatore delle critiche alle dure misure di austerità prese dal governo ed imposte dalla troika di creditori internazionali (Ue, Banca Mondiale e Fondo […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai contro, 20 anni fa più di 34 milioni e mezzo di italiani dissero di sì al referendum per eliminare il finanziamento ai partiti. Invece i partiti se ne fottono della democrazia e si prendono i soldi. Finora si è trattato di quasi 200 milioni di euro l’anno, considerando i rimborsi per tutte le elezioni – politiche, europee e regionali – che vengono incassati appunto in rate annuali. Ora, dopo la riforma dello scorso luglio, questa cifra si è all’incirca dimezzata. E per le sole elezioni politiche del 24 e 25 febbraio la torta che i partiti […] 0

    BASTA SOLDI AI LADRI

    Redazione di Operai contro, 20 anni fa più di 34 milioni e mezzo di italiani dissero di sì al referendum per eliminare il finanziamento ai partiti. Invece i partiti se ne fottono della democrazia e si prendono i soldi. Finora si è trattato di quasi 200 milioni di euro l’anno, considerando i rimborsi per tutte le elezioni – politiche, europee e regionali – che vengono incassati appunto in rate annuali. Ora, dopo la riforma dello scorso luglio, questa cifra si è all’incirca dimezzata. E per le sole elezioni politiche del 24 e 25 febbraio la torta che i partiti […]

    Continue Reading

  • L’esercito australiano apre il fuoco e uccide due bambini afghani scambiandoli per talebani. In realta’ erano pastori, a guardia del bestiame. A Kabul sono tante le manifestazioni di protesta contro la presenza delle forze Nato nel paese. Manifestazioni alle quali partecipano anche i bambini. ”Ci dispiace profondamente – dice il generale David Hurley – che la Nato in Afghanistan sia responsabile,  della morte di due bambini afghani durante un’operazione”. Nel solo mese di febbraio, dieci civili afghani, e tra questi cinque bambini, sono stati uccisi durante un bombardamento delle forze armate degli Stati Uniti in Provincia di Kunar. I […] 1

    AFGHANISTAN, I SOLDATI AUSTRALIANI UCCIDONO I BAMBINI

    L’esercito australiano apre il fuoco e uccide due bambini afghani scambiandoli per talebani. In realta’ erano pastori, a guardia del bestiame. A Kabul sono tante le manifestazioni di protesta contro la presenza delle forze Nato nel paese. Manifestazioni alle quali partecipano anche i bambini. ”Ci dispiace profondamente – dice il generale David Hurley – che la Nato in Afghanistan sia responsabile,  della morte di due bambini afghani durante un’operazione”. Nel solo mese di febbraio, dieci civili afghani, e tra questi cinque bambini, sono stati uccisi durante un bombardamento delle forze armate degli Stati Uniti in Provincia di Kunar. I […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il Movimento 5 stelle è il primo partito. Si discute tanto su chi nominare presidente del consiglio inutilmente Se siamo in democrazia Bersani non può vantare meriti. Si nomini Grillo e facciamola finita. Dopo Movimento 5 stelle e Pd potranno dividersi i ministri e governare decentemente l’Italia Un vostro affezionato lettore che ha votato Grillo Facebook Comments 2

    GRILLO PER PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

    Redazione di Operai Contro, il Movimento 5 stelle è il primo partito. Si discute tanto su chi nominare presidente del consiglio inutilmente Se siamo in democrazia Bersani non può vantare meriti. Si nomini Grillo e facciamola finita. Dopo Movimento 5 stelle e Pd potranno dividersi i ministri e governare decentemente l’Italia Un vostro affezionato lettore che ha votato Grillo Facebook Comments

    Continue Reading

  • Caro Direttore Il neoletto governatore della Lombardia, come il suo predecessore Celeste, dotato di filo spinato più che di pelo sullo stomaco, ha distrutto la Lega alleandosi col Pdl per farsi eleggere, ed ora annuncia un pool di esperti per ridisegnare la sanità in Lombardia. 1a considerazione: ma allora a cosa serve l’assessore alla sanità? 2a considerazione: il pool di esperti alzerà i costi della politica che Maroni in campagna elettorale diceva di voler tagliare. Maroni dichiara di continuare la strada tracciata dal suo predecessore costruendo la Città della salute a Sesto San Giovanni. 3a considerazione: una speculazione edilizia […] 0

    MARONI COL FILO SPINATO SULLO STOMACO

    Caro Direttore Il neoletto governatore della Lombardia, come il suo predecessore Celeste, dotato di filo spinato più che di pelo sullo stomaco, ha distrutto la Lega alleandosi col Pdl per farsi eleggere, ed ora annuncia un pool di esperti per ridisegnare la sanità in Lombardia. 1a considerazione: ma allora a cosa serve l’assessore alla sanità? 2a considerazione: il pool di esperti alzerà i costi della politica che Maroni in campagna elettorale diceva di voler tagliare. Maroni dichiara di continuare la strada tracciata dal suo predecessore costruendo la Città della salute a Sesto San Giovanni. 3a considerazione: una speculazione edilizia […]

    Continue Reading