Archive for Gennaio 31st, 2014

  • Redazione di Operai Contro, Lo stabilimento Electrolux di Forlì è da questa mattina “paralizzato” dagli scioperi articolati che, indetti dalla Rsu di fabbrica, vedono gioperai fermarsi con scioperi a scacchiera di venti minuti presidiando a oltranza la portineria e i cancelli. La minaccia dei licenziamenti e chiusure se gli operai non accetteranno di lavorare a 800 euro al mese  non ci impauriscono. Alla Electrolux di Forli una riorganizzazione della fabbrica ha portato la velocità sulle catene di montaggio dai 60 forni prodotti all’ora a 74 forni all’ora; “l’azienda richiede di alzare tale velocità a 85 pezzi all’ora e questo significa massacrare le […] 0

    Electrolux, scioperi nello stabilimento di Forlì: portinerie e cancelli bloccati

    Redazione di Operai Contro, Lo stabilimento Electrolux di Forlì è da questa mattina “paralizzato” dagli scioperi articolati che, indetti dalla Rsu di fabbrica, vedono gioperai fermarsi con scioperi a scacchiera di venti minuti presidiando a oltranza la portineria e i cancelli. La minaccia dei licenziamenti e chiusure se gli operai non accetteranno di lavorare a 800 euro al mese  non ci impauriscono. Alla Electrolux di Forli una riorganizzazione della fabbrica ha portato la velocità sulle catene di montaggio dai 60 forni prodotti all’ora a 74 forni all’ora; “l’azienda richiede di alzare tale velocità a 85 pezzi all’ora e questo significa massacrare le […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore Il “sole 24 ore” di oggi spiega “perché le società scelgono la doppia sede all’estero”. Il salario troppo alto non è tra queste ragioni!!! Invece l’aliquota fiscale si. Le tasse che i padroni pagano – per mantenere la loro classe politica che ha ormai preso le redini in un crescente e sfrenato arricchimento, – li costringono ad andare via. Quindi signori padroni, prendetevela con la vostra classe dirigente, non pagate più le tasse finché non le riducono! Quindi signori politici, tagliate le tasse ai padroni e smettete di usare questi soldi per la vostra bella vita da […] 0

    NO AL TAGLIO DEI SALARI

    Egregio Direttore Il “sole 24 ore” di oggi spiega “perché le società scelgono la doppia sede all’estero”. Il salario troppo alto non è tra queste ragioni!!! Invece l’aliquota fiscale si. Le tasse che i padroni pagano – per mantenere la loro classe politica che ha ormai preso le redini in un crescente e sfrenato arricchimento, – li costringono ad andare via. Quindi signori padroni, prendetevela con la vostra classe dirigente, non pagate più le tasse finché non le riducono! Quindi signori politici, tagliate le tasse ai padroni e smettete di usare questi soldi per la vostra bella vita da […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Da due giorni Alitalia ha aperto la procedura per gli ammortizzatori sociali equivalenti ai 1.900 esuberi stimati dall’ultimo piano industriale della compagnia. In pratica l’Alitalia ha avviato i licenziamenti In dettaglio la compagnia ha indicato la necessità di tagliare 280 piloti, 350 assistenti di volo, 480 assistenti di terra, 190 persone nella manutenzione e 600 negli uffici. Colannino padre licenzia Colannino figlio, del Pd, gli guarda le spalle Un dipendente Alitalia Facebook Comments 0

    ALITALIA AVVIA I LICENZIAMENTI

    Redazione di Operai Contro, Da due giorni Alitalia ha aperto la procedura per gli ammortizzatori sociali equivalenti ai 1.900 esuberi stimati dall’ultimo piano industriale della compagnia. In pratica l’Alitalia ha avviato i licenziamenti In dettaglio la compagnia ha indicato la necessità di tagliare 280 piloti, 350 assistenti di volo, 480 assistenti di terra, 190 persone nella manutenzione e 600 negli uffici. Colannino padre licenzia Colannino figlio, del Pd, gli guarda le spalle Un dipendente Alitalia Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, anche la CARITAS è per la chiusura dei campi di concentramento. Non ci fotte molto se la loro richiesta di chiusura è legata all’inutilità ( come campi di tortura funzionano) e al costo( i gangster della politica foraggiano i loro tirapiedi) Lo denunciano i numeri delDossier Caritas/Migrantes, l’enciclopedia ell’immigrazione pubblicata ogni anno dall’organismo pastorale della Cei. Dal 1998, anno di nascita delle prigioni per immigrati irregolari, al 2012, “su 169.126 persone internate nei centri tra il 1998 e il 2012, sono state soltanto 78.081 (il 46,2 per cento del totale) quelle effettivamente rimpatriate”. Ma quest’inefficienza costa […] 0

    CIE CAMPI DI CONCENTRAMENTO. ANCHE LA CARITAS E’ PER LA CHIUSURA

    Redazione di Operai Contro, anche la CARITAS è per la chiusura dei campi di concentramento. Non ci fotte molto se la loro richiesta di chiusura è legata all’inutilità ( come campi di tortura funzionano) e al costo( i gangster della politica foraggiano i loro tirapiedi) Lo denunciano i numeri delDossier Caritas/Migrantes, l’enciclopedia ell’immigrazione pubblicata ogni anno dall’organismo pastorale della Cei. Dal 1998, anno di nascita delle prigioni per immigrati irregolari, al 2012, “su 169.126 persone internate nei centri tra il 1998 e il 2012, sono state soltanto 78.081 (il 46,2 per cento del totale) quelle effettivamente rimpatriate”. Ma quest’inefficienza costa […]

    Continue Reading

  • di Loretta Napoleoni | 30 gennaio 2014 Questa settimana l’Italia ha regalato al mondo un bellissimo esempio di economia occulta. Il decreto approvato su Bankitalia ed Imu sembra uscito da un manuale di dietrologia economico-finanziaria. Gli elementi ci sono tutti: un accordo tra classi politiche e banche, che viene fatto passare per una manovra per evitare che i cittadini paghino una tassa odiosa, imposta da Bruxelles: la tassa sulla casa; un sistema di informazione al servizio di questi stessi politici, che ha sapientemente insabbiato la verità e divulgato informazioni false; un Parlamento, fatta eccezione per il Movimento 5 Stelle e dei Fratelli d’Italia, che ha fatto gli […] 0

    imu-Bankitalia: se il governo e le banche diventano soci in affari

    di Loretta Napoleoni | 30 gennaio 2014 Questa settimana l’Italia ha regalato al mondo un bellissimo esempio di economia occulta. Il decreto approvato su Bankitalia ed Imu sembra uscito da un manuale di dietrologia economico-finanziaria. Gli elementi ci sono tutti: un accordo tra classi politiche e banche, che viene fatto passare per una manovra per evitare che i cittadini paghino una tassa odiosa, imposta da Bruxelles: la tassa sulla casa; un sistema di informazione al servizio di questi stessi politici, che ha sapientemente insabbiato la verità e divulgato informazioni false; un Parlamento, fatta eccezione per il Movimento 5 Stelle e dei Fratelli d’Italia, che ha fatto gli […]

    Continue Reading

  • Il giornale della rivolta operaia contro il lavoro, salariato. Una grande mistificazione sociale sta travolgendo tutti. Centinaia di migliaia di operai vengono licenziati, lasciati in mezzo ad una strada con un sussidio miserabile e tutti si sgolano a chiedere lavoro. “Ci vuole il lavoro per dare futuro ai giovani, per dare dignità alla gente”, non c’è dirigente politico, sindacalista o cardinale che non metta al centro il problema del lavoro. Ci fanno ridere, noi operai che abbiamo lavorato sotto la frusta del padrone, noi che sappiamo cosa vuol dire stare alla catena di montaggio o lavorare in siderurgia, o […] 0

    Il giornale della rivolta operaia contro il lavoro, salariato.

    Il giornale della rivolta operaia contro il lavoro, salariato. Una grande mistificazione sociale sta travolgendo tutti. Centinaia di migliaia di operai vengono licenziati, lasciati in mezzo ad una strada con un sussidio miserabile e tutti si sgolano a chiedere lavoro. “Ci vuole il lavoro per dare futuro ai giovani, per dare dignità alla gente”, non c’è dirigente politico, sindacalista o cardinale che non metta al centro il problema del lavoro. Ci fanno ridere, noi operai che abbiamo lavorato sotto la frusta del padrone, noi che sappiamo cosa vuol dire stare alla catena di montaggio o lavorare in siderurgia, o […]

    Continue Reading

  • Redazione di  Operai Contro, il presidente ucraino Viktor Ianukovich è in congedo per malattia a causa di “una infezione respiratoria acuta accompagnata da febbre”. La malattia arriva nel pieno delle trattative tra maggioranza e opposizione parlamentare per risolvere la grave crisi politica nel Paese. Sono 234 le persone arrestate in totale durante i disordini che hanno sconvolto l’Ucraina nelle ultime due settimane. Lo fa sapere la procura generale d’Ucraina specificando che i reati contestati sono: violazione dell’ordine pubblico, disordini di massa, uso di armi, occupazione di edifici governativi e tentativi di istituire organi di governo alternativi. Nessun accordo tra […] 0

    UCRAINA LA PROTESTA VIOLENTA AVANZA

    Redazione di  Operai Contro, il presidente ucraino Viktor Ianukovich è in congedo per malattia a causa di “una infezione respiratoria acuta accompagnata da febbre”. La malattia arriva nel pieno delle trattative tra maggioranza e opposizione parlamentare per risolvere la grave crisi politica nel Paese. Sono 234 le persone arrestate in totale durante i disordini che hanno sconvolto l’Ucraina nelle ultime due settimane. Lo fa sapere la procura generale d’Ucraina specificando che i reati contestati sono: violazione dell’ordine pubblico, disordini di massa, uso di armi, occupazione di edifici governativi e tentativi di istituire organi di governo alternativi. Nessun accordo tra […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i sindacalisti mazzettari che spingevano gli operai ad avere fiducia in Letta sono accontetati. “Su Electrolux non accettiamo di alzare bandiera bianca e ci sarà il massimo impegno del Governo perché queste produzioni si possano e si debbano fare in Italia. Faremo di tutto per convincere quell’impresa”. Lo ha detto il premier, Enrico Letta, intervenendo al Forum degli Amici dell’Industria. “La riduzione del costo del lavoro è un punto essenziale e vogliamo continuare su questa strada”, quindi, “seguiranno altri passi”,  ha annunciato Letta intervenendo alla Conferenza ministeriale europea degli Amici dell’Industria. Dall’inizio del semestre di […] 0

    LETTA NON SI ARRENDE, COLLABORA CON IL PADRONE

    Redazione di Operai Contro, i sindacalisti mazzettari che spingevano gli operai ad avere fiducia in Letta sono accontetati. “Su Electrolux non accettiamo di alzare bandiera bianca e ci sarà il massimo impegno del Governo perché queste produzioni si possano e si debbano fare in Italia. Faremo di tutto per convincere quell’impresa”. Lo ha detto il premier, Enrico Letta, intervenendo al Forum degli Amici dell’Industria. “La riduzione del costo del lavoro è un punto essenziale e vogliamo continuare su questa strada”, quindi, “seguiranno altri passi”,  ha annunciato Letta intervenendo alla Conferenza ministeriale europea degli Amici dell’Industria. Dall’inizio del semestre di […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore Il governo regala 4 miliardi alle banche. Non ci son voluti anni o mesi per deciderlo, neanche un giorno. Per farlo la Boldrini ha chiuso gli interventi ai parlamentari in disaccordo, inventandosi una legge seduta stante: la “ghigliottina”. L’inciucio Pd – Pdl travolge le stesse regole parlamentari: non aspetta la nuova legge elettorale. Napolitano “il garante” fa scena muta. Interviene quando l’inciucio è in difficoltà. Si prodiga per dare continuità all’inciucio ed ai partiti che lo formano. Il parlamento dei padroni ha fatto il suo tempo. Con la crisi del capitalismo è andato in crisi anche il […] 0

    LA GHIGLIOTTINA PER REGALARE 4 MILIARDI ALLE BANCHE

    Egregio Direttore Il governo regala 4 miliardi alle banche. Non ci son voluti anni o mesi per deciderlo, neanche un giorno. Per farlo la Boldrini ha chiuso gli interventi ai parlamentari in disaccordo, inventandosi una legge seduta stante: la “ghigliottina”. L’inciucio Pd – Pdl travolge le stesse regole parlamentari: non aspetta la nuova legge elettorale. Napolitano “il garante” fa scena muta. Interviene quando l’inciucio è in difficoltà. Si prodiga per dare continuità all’inciucio ed ai partiti che lo formano. Il parlamento dei padroni ha fatto il suo tempo. Con la crisi del capitalismo è andato in crisi anche il […]

    Continue Reading