Archive for Gennaio 7th, 2014

  • Redazione di Operai Contro, la crisi dei padroni sta creando in Europa un enorme esercito di poveri, per gli operai arrivare appena a fine mese non è mai stata una novità, la loro condizione di schiavi moderni oltre ad ingrassare i padroni serviva anche a ottenere il consenso delle classi medie  loro alleate , con la crisi anche la piccola borghesia è completamente rovinata. Un quarto della popolazione europea è a rischio povertà. Queste sono le caratteristiche che definiscono il rischio di povertà secondo la Unione Europea : rischio di povertà  in situazioni di deprivazione materiale sévèra o che […] 1

    A RISCHIO POVERTA’ 125 MILIONI DI EUROPEI

    Redazione di Operai Contro, la crisi dei padroni sta creando in Europa un enorme esercito di poveri, per gli operai arrivare appena a fine mese non è mai stata una novità, la loro condizione di schiavi moderni oltre ad ingrassare i padroni serviva anche a ottenere il consenso delle classi medie  loro alleate , con la crisi anche la piccola borghesia è completamente rovinata. Un quarto della popolazione europea è a rischio povertà. Queste sono le caratteristiche che definiscono il rischio di povertà secondo la Unione Europea : rischio di povertà  in situazioni di deprivazione materiale sévèra o che […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Tutt’altro che positivo il giudizio dei comitati campani sul decreto per la Terra dei Fuochi messo in campo dal governo: “Questo decreto non risolve strutturalmente il problema: gli sversamenti di rifiuti speciali e pericolosi non vengono presi in considerazione, c’è bisogno di estendere il raggio d’azione di questo provvedimento, innanzitutto con la tutela sanitaria che nel decreto non c’è” afferma Lucio Iavarone (Coordinamento comitati fuochi) appena uscito dall’audizione in commissione Ambiente della Camera dei Deputati. Iavarone commenta anche l’invito fatto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di tener alta l’attenzione sulla Terra dei Fuochi: “Solo i comitati hanno tenuta alta l’attenzione. Noi vogliamo trasparenza e la mappatura dei […] 0

    I CONDANNATI A MORTE CONTRO IL DECRETO GOVERNATIVO

    Redazione di Operai Contro, Tutt’altro che positivo il giudizio dei comitati campani sul decreto per la Terra dei Fuochi messo in campo dal governo: “Questo decreto non risolve strutturalmente il problema: gli sversamenti di rifiuti speciali e pericolosi non vengono presi in considerazione, c’è bisogno di estendere il raggio d’azione di questo provvedimento, innanzitutto con la tutela sanitaria che nel decreto non c’è” afferma Lucio Iavarone (Coordinamento comitati fuochi) appena uscito dall’audizione in commissione Ambiente della Camera dei Deputati. Iavarone commenta anche l’invito fatto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di tener alta l’attenzione sulla Terra dei Fuochi: “Solo i comitati hanno tenuta alta l’attenzione. Noi vogliamo trasparenza e la mappatura dei […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, avete ragione: gli operai devono imparare a partecipare alle lotte. Coloro che pensano che bastano le parole per convincere gli operai di quali sono i loro interessi sbagliano. Gli operai non diverranno mai egemoni in una lotta senza parteciparvi Gli operai, da anni senza partito, venduti ai padroni da sindacalisti mazzettari, oppressi dai rivoluzionari piccolo-borghesi, devono imparare. Partecipare alle lotte, respingere i compromessi con i padroni, evidenziare le chimere piccole borghesi, è la scuola che gli operai devono frequentare Un operaio di Milano Facebook Comments 0

    LA SCUOLA DEGLI OPERAI

    Redazione di Operai Contro, avete ragione: gli operai devono imparare a partecipare alle lotte. Coloro che pensano che bastano le parole per convincere gli operai di quali sono i loro interessi sbagliano. Gli operai non diverranno mai egemoni in una lotta senza parteciparvi Gli operai, da anni senza partito, venduti ai padroni da sindacalisti mazzettari, oppressi dai rivoluzionari piccolo-borghesi, devono imparare. Partecipare alle lotte, respingere i compromessi con i padroni, evidenziare le chimere piccole borghesi, è la scuola che gli operai devono frequentare Un operaio di Milano Facebook Comments

    Continue Reading

  • Cara Redazione Saccomanni ministro dell’economia il 2 gennaio ha solennemente dichiarato che nel 2014 caleranno le tasse. Peccato che il giorno prima è scattata la batosta per gli automobilisti. Almeno 26 euro in più per il rinnovo della licenza di guida. 87 euro per i caselli autostradali e assicurazione più cara. Grazie al buon lavoro della Lega Nord, i pedaggi autostradali delle Autostrade Centropadane,  aumentano del 8,01% contro la media nazionale del 3,9%. Rialzo continuo dei prezzi dei carburanti, che non risparmia neanche il gpl. Poiché tutti questi aumenti superano di gran lunga il tasso d’inflazione e l’aumento reale […] 0

    Lingua biforcuta.

    Cara Redazione Saccomanni ministro dell’economia il 2 gennaio ha solennemente dichiarato che nel 2014 caleranno le tasse. Peccato che il giorno prima è scattata la batosta per gli automobilisti. Almeno 26 euro in più per il rinnovo della licenza di guida. 87 euro per i caselli autostradali e assicurazione più cara. Grazie al buon lavoro della Lega Nord, i pedaggi autostradali delle Autostrade Centropadane,  aumentano del 8,01% contro la media nazionale del 3,9%. Rialzo continuo dei prezzi dei carburanti, che non risparmia neanche il gpl. Poiché tutti questi aumenti superano di gran lunga il tasso d’inflazione e l’aumento reale […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Uno pneumatico da trattore alto due metri è piazzato davanti alla porta della sala riunioni della Goodyear di Amiens, nel Nord della Francia. È il modo – efficace anche simbolicamente – scelto dagli operai per bloccare all’interno della fabbrica il direttore della produzione Michel Dheilly e il direttore delle risorse umane Bernard Glesser, Sequestrati dalle 10:30 di lunedì 6 gennaio. «Vogliamo mettere pressione sulla direzione e tornare al tavolo delle trattative – ha detto alla Afp Franck Jurek, sindacalista della Cgt – L’obiettivo è vedere se qualcuno è interessato ad acquistare lo stabilimento, e se […] 0

    Goodyear,due dirigenti continuano a essere intrappolati dagli operai

    Redazione di Operai Contro, Uno pneumatico da trattore alto due metri è piazzato davanti alla porta della sala riunioni della Goodyear di Amiens, nel Nord della Francia. È il modo – efficace anche simbolicamente – scelto dagli operai per bloccare all’interno della fabbrica il direttore della produzione Michel Dheilly e il direttore delle risorse umane Bernard Glesser, Sequestrati dalle 10:30 di lunedì 6 gennaio. «Vogliamo mettere pressione sulla direzione e tornare al tavolo delle trattative – ha detto alla Afp Franck Jurek, sindacalista della Cgt – L’obiettivo è vedere se qualcuno è interessato ad acquistare lo stabilimento, e se […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, Paolo Oliviero, era il commercialista di parlamentari, boss e prelati Ma anche il «riciclatore» dei soldi della ‘ndrangheta e di alcuni esponenti della criminalità romana. Custode di numerosi segreti, come dimostrano le migliaia di file trovati nei suoi computer e nelle chiavette Usb sequestrate al momento dell’arresto. E adesso sono in molti a temere quello che ne verrà fuori. Anche perché il giudice delle indagini preliminari gli ha negato la scarcerazione proprio in attesa «dell’esito delle verifiche su questi legami» affidate dal pubblico ministero Giuseppe Cascini agli investigatori delle Fiamme Gialle guidati dal colonnello Cosimo […] 0

    PARLAMENTARI, BOSS E PRELATI

    Redazione di operai Contro, Paolo Oliviero, era il commercialista di parlamentari, boss e prelati Ma anche il «riciclatore» dei soldi della ‘ndrangheta e di alcuni esponenti della criminalità romana. Custode di numerosi segreti, come dimostrano le migliaia di file trovati nei suoi computer e nelle chiavette Usb sequestrate al momento dell’arresto. E adesso sono in molti a temere quello che ne verrà fuori. Anche perché il giudice delle indagini preliminari gli ha negato la scarcerazione proprio in attesa «dell’esito delle verifiche su questi legami» affidate dal pubblico ministero Giuseppe Cascini agli investigatori delle Fiamme Gialle guidati dal colonnello Cosimo […]

    Continue Reading

  • Caro Direttore Una delegazione del Pd torinese capeggiata dal senatore Stefano Esposito, ha portato 10 mutande verdi al leghista Cota, chiedendone le dimissioni per i rimborsi facili, tra i quali c’erano anche i boxer. Tra pochi giorni, il 9 gennaio è attesa la sentenza del Tar, che potrebbe mettere fine alla giunta regionale piemontese capeggiata dalla Lega Nord. Il Pd che sull’uso e abuso dei rimborsi non ha da insegnare niente a nessuno, come hanno dimostrato le indagini in altre regioni, ha perso l’occasione di starsene zitto. E’ solo stato più bravo non incappare in inchieste che potevano portarlo […] 0

    Filo spinato invece del pelo sullo stomaco.

    Caro Direttore Una delegazione del Pd torinese capeggiata dal senatore Stefano Esposito, ha portato 10 mutande verdi al leghista Cota, chiedendone le dimissioni per i rimborsi facili, tra i quali c’erano anche i boxer. Tra pochi giorni, il 9 gennaio è attesa la sentenza del Tar, che potrebbe mettere fine alla giunta regionale piemontese capeggiata dalla Lega Nord. Il Pd che sull’uso e abuso dei rimborsi non ha da insegnare niente a nessuno, come hanno dimostrato le indagini in altre regioni, ha perso l’occasione di starsene zitto. E’ solo stato più bravo non incappare in inchieste che potevano portarlo […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, Da quando la magistratura italiana ha reso note le indagini sullo stabilimento siderurgico ILVA di Taranto si è registrato un relativo aumento dell’interesse da parte della stampa sullo stringente problema di ambiente e salute per i cittadini italiani. Già dal 2007 però il governo italiano, obbligato dalle norme e direttive europee, si è dovuto maggiormente interessare al problema dell’inquinamento di vari siti nel Paese (indicati genericamente in “migliaia” dal Ministero della Salute) istituendo il progetto denominato con l’acronimo di SENTIERI (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a rischio da Inquinamento) nell’ambito del programma strategico “Ambiente & Salute” istituito dal medesimo […] 0

    BONIFICHE: LO STATO ABBANDONA IL TERRITORIO

    Redazione di operai Contro, Da quando la magistratura italiana ha reso note le indagini sullo stabilimento siderurgico ILVA di Taranto si è registrato un relativo aumento dell’interesse da parte della stampa sullo stringente problema di ambiente e salute per i cittadini italiani. Già dal 2007 però il governo italiano, obbligato dalle norme e direttive europee, si è dovuto maggiormente interessare al problema dell’inquinamento di vari siti nel Paese (indicati genericamente in “migliaia” dal Ministero della Salute) istituendo il progetto denominato con l’acronimo di SENTIERI (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a rischio da Inquinamento) nell’ambito del programma strategico “Ambiente & Salute” istituito dal medesimo […]

    Continue Reading