STRAGE DI VIAREGGIO: 29 GIUGNO 2009

Si apre stamani al polo fieristico di Lucca l’udienza preliminare per il procedimento della strage di Viareggio del 29 giugno 2009: le vittime furono 32. La solita magistratura della repubblica borghese: 4 anni per iniziare un processo per strage, 100 anni per arrivare alla fine. Fra i 32 imputati c’e’ l’ad di Fs Mauro Moretti, e dirigenti e funzionari delle altre societa’ del gruppo, oltre a quelli della Gatx, la societa’ proprietaria del convoglio che deraglio’, la Jugenthal, e della Cima, che eseguirono le revisioni. Al cancello dell’area del polo fieristico che ospitera’ l’udienza sono stati affisse le foto […]
Condividi:

Si apre stamani al polo fieristico di Lucca l’udienza preliminare per il procedimento della strage di Viareggio del 29 giugno 2009: le vittime furono 32.

La solita magistratura della repubblica borghese: 4 anni per iniziare un processo per strage, 100 anni per arrivare alla fine.

Fra i 32 imputati c’e’ l’ad di Fs Mauro Moretti, e dirigenti e funzionari delle altre societa’ del gruppo, oltre a quelli della Gatx, la societa’ proprietaria del convoglio che deraglio’, la Jugenthal, e della Cima, che eseguirono le revisioni.

Al cancello dell’area del polo fieristico che ospitera’ l’udienza sono stati affisse le foto delle vittime e numerosi striscioni. ”Abbiamo bisogno di giustizia – ha detto Daniela Rombi, dell’Associazione tra i familiari delle vittime ‘Il mondo che vorrei -. Non per avere pace, che non avremo mai ma per placare l’inquietudine. Vogliamo giustizia perche’ una tragedia come questa non accada piu’, perche’ sulla sicurezza Fs ed Europa non facciano solo chiacchiere”. ”Questa strage poteva essere evitata – ha aggiunto il ferroviere Riccardo Antonini, dell’associazione 29 giugno – sarebbe bastato adottare accorgimenti di sicurezza dettati dal buon senso e dalla normativa”.

STRAGE VIAREGGIO: UDIENZA GUP; MINI CORTEO FAMIGLIE VITTIME

I familiari delle vittime della strage di Viareggio sono ”molto arrabbiati” per l’assenza di un rappresentante del comune di Viareggio all’udienza preliminare. Davanti al padiglione dove e’ in corso l’udienza preliminare ci sono i rappresentanti di diversi comuni della Versilia, con le fasce tricolori. E’ presente anche il presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli.

”Per Viareggio, la citta’ dove e’ avvenuta la strage, non c’e’ nessuno – spiega Daniela Rombi, rappresentante di una delle associazioni tra i familiari delle vittime – nemmeno un vigile con la fascia tricolore. Siamo tanti arrabbiati, ci siamo rimasti male”.

Il comune di Viareggio e’ guidato da un commissario, Domenico Mannino. ”Mi ha inviato una mail – ha spiegato Daniela Rombi – per dirmi che per rispetto della corte non sarebbe stato presente fisicamente, e aggiungendo che ci e’ vicino con il cuore. Io capisco il rispetto della corte, ma ci siamo anche noi”.

STRAGE VIAREGGIO: UDIENZA GUP; MINI CORTEO FAMIGLIE VITTIME

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.