IL RECORD POVERTA’ DELL’ITALIA

Caro Direttore, Eurostat (istituto di statistica europeo), rende noto che in Italia ci sono 17 milioni, di poveri a rischio di finire in miseria. Una percentuale pari al 28,2% della popolazione in Italia, mentre nella media dei 27 paesi europei, tra i membri di vecchia data, è più bassa al 24,2%. Messa peggio dell’Italia è solo la Grecia. Eurostat ci ricorda anche che in Italia se la media dei poveri è del 28,2%, al Sud è del 32,6% della popolazione, con punte mozzafiato in singole regioni quali, il 45% della Sicilia, il 37% della Campania e poi Calabria, Basilicata […]

Caro Direttore,

Eurostat (istituto di statistica europeo), rende noto che in Italia ci sono 17 milioni, di poveri a rischio di finire in miseria. Una percentuale pari al 28,2% della popolazione in Italia, mentre nella media dei 27 paesi europei, tra i membri di vecchia data, è più bassa al 24,2%.

Messa peggio dell’Italia è solo la Grecia.

Eurostat ci ricorda anche che in Italia se la media dei poveri è del 28,2%, al Sud è del 32,6% della popolazione, con punte mozzafiato in singole regioni quali, il 45% della Sicilia, il 37% della Campania e poi Calabria, Basilicata e Puglia, tutte sopra il 35%.

Nei programmi pre e post elettorali, qualcuno ha sentito proposte concrete per affrontare il problema della povertà?

Me lo faccia sapere.

Saluti da Mestre.

Facebook Comments

1 Comment

  1. Ercole2

    Dal momento che non possiamo delegare la difesa dei nostri interessi a partiti e sindacati di regime ,bisogna resistere alla crisi del capitale che quotidianamente scarica le sue contraddizioni sulla pelle di operai, precari , e pensionati su tutto il pianeta , dobbiamo metterci in ” proprio ” in quanto nessuno lo farà per noi e organizzarci come classe sottomessa :O riusciremo in questo compito immediato e storico oppure la classe dominante troverà la soluzione alla sua crisi irreversibile con un nuovo macello mondiale…..altre strade non c’è ne sono .