Archive for Aprile 8th, 2013

  • E ora cosa farete??? Ora che il siparietto si sta chiudendo sul nostro teatrino, pensate che sia il caso di unire nuovamente tutte le nostre forze per far capire alle Istituzioni ed anche al Sindacato che vogliamo ritornare al lavorare oppure ritenete di non dover fare niente altro oltre quello che è stato fatto finora??? E mi rivolgo sprattutto ai pro-cigs…si è detto più volte che la cigs prima o poi finiva e speriamo di riuscire almeno ad ottenere fino a Dicembre grazie al decreto…ora siamo in un momento della vertenze completamente diverso, non esistono più le prime linee, […] 0

    TUTTO COME VOLEVASI DIMOSTRARE……..

    E ora cosa farete??? Ora che il siparietto si sta chiudendo sul nostro teatrino, pensate che sia il caso di unire nuovamente tutte le nostre forze per far capire alle Istituzioni ed anche al Sindacato che vogliamo ritornare al lavorare oppure ritenete di non dover fare niente altro oltre quello che è stato fatto finora??? E mi rivolgo sprattutto ai pro-cigs…si è detto più volte che la cigs prima o poi finiva e speriamo di riuscire almeno ad ottenere fino a Dicembre grazie al decreto…ora siamo in un momento della vertenze completamente diverso, non esistono più le prime linee, […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, hai ragione a parlare male della magistratura Stefano Cucchi è stato assassinato nel 2009 dalle guardie carcerarie, i medici e gli infermieri. Le guardie carcerarie lo hanno picchiato, medici e infermieri lo hanno lasciato morire di fame e di sete. Di fronte a un tale brutale assassinio si pensa che i criminali vengano condannati all’ergastolo Invece no Sei anni e otto mesi di reclusione, per Aldo Fierro, il primario del reparto dell’ ospedale Sandro Pertini. A seguire i pm hanno chiesto sei anni per i medici Stefani Corbi e Flaminia Bruno, cinque anni e mezzo […] 0

    STEFANO CUCCHI ASSASSINATO DAI SECONDINI, MEDICI E INFERNIERI

    Redazione di Operai Contro, hai ragione a parlare male della magistratura Stefano Cucchi è stato assassinato nel 2009 dalle guardie carcerarie, i medici e gli infermieri. Le guardie carcerarie lo hanno picchiato, medici e infermieri lo hanno lasciato morire di fame e di sete. Di fronte a un tale brutale assassinio si pensa che i criminali vengano condannati all’ergastolo Invece no Sei anni e otto mesi di reclusione, per Aldo Fierro, il primario del reparto dell’ ospedale Sandro Pertini. A seguire i pm hanno chiesto sei anni per i medici Stefani Corbi e Flaminia Bruno, cinque anni e mezzo […]

    Continue Reading

  • Caro Direttore Bossi invita alla calma, doveva rappresentare la corrente anti Maroni, ma poi si è cagato addosso. Dal palco di Pontida chiede espressamente “niente insulti, niente fischi, non fate felice la canaglia romana”. Sarà per via del coccolone che l’ha colpito, ma Bossi non si ricorda più che “la canaglia romana”, è ancora in vita anche grazie alla Lega, per tutto il tempo che è stata al governo con Berlusconi. I quattro gatti venuti a Pontida, sono la riprova più che tangibile che la Lega ha fatto il suo tempo, anche se è sempre pericolosa per la sua […] 0

    GIANO BIFRONTE A PONTIDA

    Caro Direttore Bossi invita alla calma, doveva rappresentare la corrente anti Maroni, ma poi si è cagato addosso. Dal palco di Pontida chiede espressamente “niente insulti, niente fischi, non fate felice la canaglia romana”. Sarà per via del coccolone che l’ha colpito, ma Bossi non si ricorda più che “la canaglia romana”, è ancora in vita anche grazie alla Lega, per tutto il tempo che è stata al governo con Berlusconi. I quattro gatti venuti a Pontida, sono la riprova più che tangibile che la Lega ha fatto il suo tempo, anche se è sempre pericolosa per la sua […]

    Continue Reading

  • Già il 4 settembre 1924, in piena crisi aventiniana, Mussolini aveva incaricato una commissione di quindici membri suddivisi in egual misura tra senatori, deputati e studiosi scelti dal direttorio nazionale del partito fascista, di studiare le riforme costituzionali più opportune, tra l’altro in materia di rapporti fra potere legislativo e potere esecutivo . Il colpo d’acceleratore alla soluzione della crisi dato dal discorso del 3 gennaio dovette spingere Mussolini a trasferire su un piano formalmente più consono quella che era pur sempre un’emanazione del partito fascista. Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri col quale Mussolini istituiva il […] 0

    LA COMMISSIONE DEI SAGGI: MUSSOLINI L’INSEGNANTE DI NAPOLITANO

    Già il 4 settembre 1924, in piena crisi aventiniana, Mussolini aveva incaricato una commissione di quindici membri suddivisi in egual misura tra senatori, deputati e studiosi scelti dal direttorio nazionale del partito fascista, di studiare le riforme costituzionali più opportune, tra l’altro in materia di rapporti fra potere legislativo e potere esecutivo . Il colpo d’acceleratore alla soluzione della crisi dato dal discorso del 3 gennaio dovette spingere Mussolini a trasferire su un piano formalmente più consono quella che era pur sempre un’emanazione del partito fascista. Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri col quale Mussolini istituiva il […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Pierluigi Bersani porta in una piazza della periferia romana il Pd sabato 13, per una manifestazione ‘contro la poverta” e ‘per il governo di cambiamento’ “L’Italia sta vivendo la peggiore crisi economica e sociale che abbia mai conosciuto negli ultimi decenni – si legge in una nota del Pd che presenta la manifestazione, che sarà chiusa dal segretario Bersani – molti italiani vivono ormai da mesi in situazioni di estremo disagio e di difficolta, le famiglie e le imprese sono in piena emergenza. Gli ultimi, disperati fatti di Civitanova Marche fotografano tragicamente una realtà purtroppo […] 0

    BERSANI IL PAGLIACCIO DEI PADRONI

    Redazione di Operai Contro, Pierluigi Bersani porta in una piazza della periferia romana il Pd sabato 13, per una manifestazione ‘contro la poverta” e ‘per il governo di cambiamento’ “L’Italia sta vivendo la peggiore crisi economica e sociale che abbia mai conosciuto negli ultimi decenni – si legge in una nota del Pd che presenta la manifestazione, che sarà chiusa dal segretario Bersani – molti italiani vivono ormai da mesi in situazioni di estremo disagio e di difficolta, le famiglie e le imprese sono in piena emergenza. Gli ultimi, disperati fatti di Civitanova Marche fotografano tragicamente una realtà purtroppo […]

    Continue Reading

  • VENERDI’ 19 APRILE, AL CINEMA ACADEMY ASTRA, VIA MEZZOCANNONE 109, NAPOLI, PROIEZIONE DEL FILM “DELL’ARTEDELLAGUERRA” CON LA PRESENZA DEI REGISTI E DEGLI OPERAI DELL’INNSE La lotta operaia è una guerra, lo è sempre stata. Per quanto la parola guerra vada spesa con attenzione e cura. Il titolo del film parte dalla sua costruzione narrativa: è un manuale che detta regole ben precise che si avvicinano molto alla tecnica militare. Gli operai della Innse parlano molto chiaramente di nemico, di esercito, di difesa del territorio e di strategia: partendo da questo, e ispirandoci al teorico prussiano Carl Von Clausewitz, abbiamo […] 0

    “DELL’ARTE DELLA GUERRA”, LA LOTTA OPERAIA ALL’INNSE

    VENERDI’ 19 APRILE, AL CINEMA ACADEMY ASTRA, VIA MEZZOCANNONE 109, NAPOLI, PROIEZIONE DEL FILM “DELL’ARTEDELLAGUERRA” CON LA PRESENZA DEI REGISTI E DEGLI OPERAI DELL’INNSE La lotta operaia è una guerra, lo è sempre stata. Per quanto la parola guerra vada spesa con attenzione e cura. Il titolo del film parte dalla sua costruzione narrativa: è un manuale che detta regole ben precise che si avvicinano molto alla tecnica militare. Gli operai della Innse parlano molto chiaramente di nemico, di esercito, di difesa del territorio e di strategia: partendo da questo, e ispirandoci al teorico prussiano Carl Von Clausewitz, abbiamo […]

    Continue Reading

  • Caro Direttore “Non immaginavo questa povertà in Italia”. A dirlo non è un marziano, ma la neoeletta presidente della Camera Laura Boldrini, dopo il triplice suicidio causato dalla povertà a Civitanova Marche, “una strage di Stato”. Dobbiamo pensare che, come chi si è dichiarato, a sua insaputa proprietario di una super villa nel centro di Roma senza saperlo, anche la Boldrini sia stata nominata presidente della Camera a sua insaputa? Ma dove viveva per scoprire esterefatta che “non immaginavo questa povertà in Italia”? Questa è la presidente della camera dei deputati. Saluti un operaio non votante Facebook Comments 0

    NON IMMAGINAVO QUESTA POVERTA’ IN ITALIA

    Caro Direttore “Non immaginavo questa povertà in Italia”. A dirlo non è un marziano, ma la neoeletta presidente della Camera Laura Boldrini, dopo il triplice suicidio causato dalla povertà a Civitanova Marche, “una strage di Stato”. Dobbiamo pensare che, come chi si è dichiarato, a sua insaputa proprietario di una super villa nel centro di Roma senza saperlo, anche la Boldrini sia stata nominata presidente della Camera a sua insaputa? Ma dove viveva per scoprire esterefatta che “non immaginavo questa povertà in Italia”? Questa è la presidente della camera dei deputati. Saluti un operaio non votante Facebook Comments

    Continue Reading

  • PER IL DIBATTITO In risposta alla argomentata lettera aperta per il dibattito del professor Garofalo. La “attuale recessione” sarebbe meglio definirla come crisi di sistema anzichè di struttura. Il sistema creato con la macchina a vapore non ha mai conosciuto una situazione equivalente a quella che oggi stiamo vivendo; anche i paragoni avanzati da alcuni personaggi, molti invero discutibili, con il 1929 sono errati. Il concetto di crisi “strutturale” viene richiamato anche a sinistra, perchè sottende ad una possibile soluzione esistente che passi attraverso politiche “riformiste”, più o meno radicali a seconda di chi le propone. E’ qui che […] 1

    PER IL DIBATTITO

    PER IL DIBATTITO In risposta alla argomentata lettera aperta per il dibattito del professor Garofalo. La “attuale recessione” sarebbe meglio definirla come crisi di sistema anzichè di struttura. Il sistema creato con la macchina a vapore non ha mai conosciuto una situazione equivalente a quella che oggi stiamo vivendo; anche i paragoni avanzati da alcuni personaggi, molti invero discutibili, con il 1929 sono errati. Il concetto di crisi “strutturale” viene richiamato anche a sinistra, perchè sottende ad una possibile soluzione esistente che passi attraverso politiche “riformiste”, più o meno radicali a seconda di chi le propone. E’ qui che […]

    Continue Reading