TUTTO COME VOLEVASI DIMOSTRARE……..

E ora cosa farete??? Ora che il siparietto si sta chiudendo sul nostro teatrino, pensate che sia il caso di unire nuovamente tutte le nostre forze per far capire alle Istituzioni ed anche al Sindacato che vogliamo ritornare al lavorare oppure ritenete di non dover fare niente altro oltre quello che è stato fatto finora??? E mi rivolgo sprattutto ai pro-cigs…si è detto più volte che la cigs prima o poi finiva e speriamo di riuscire almeno ad ottenere fino a Dicembre grazie al decreto…ora siamo in un momento della vertenze completamente diverso, non esistono più le prime linee, […]
Condividi:

E ora cosa farete??? Ora che il siparietto si sta chiudendo sul nostro teatrino, pensate che sia il caso di unire nuovamente tutte le nostre forze per far capire alle Istituzioni ed anche al Sindacato che vogliamo ritornare al lavorare oppure ritenete di non dover fare niente altro oltre quello che è stato fatto finora??? E mi rivolgo sprattutto ai pro-cigs…si è detto più volte che la cigs prima o poi finiva e speriamo di riuscire almeno ad ottenere fino a Dicembre grazie al decreto…ora siamo in un momento della vertenze completamente diverso, non esistono più le prime linee, le seconde linee, le linee di casa, i portatori della verità, i sapientoni etc etc etc…ora esiste il lavoratore ed il lavoro che gli è stato furtivamente tolto! Se pensate che l’unica cosa che si possa ottenere dopo tutti questi anni di lotta e sacrifici è la cigs, allora è arrivato il momento di alzare il culo dalla sedia e di fare fronte comune contro questa vertenza che ci vede offesi in tutte le maniere! Oggi non c’è più il collega che che lotta anche per me, oggi non c’è più il lavoratore che lotta anche per chi se ne frega sistematicamente della vertenza! Oggi dobbiamo mobilitarci tutti!!! Come dicevamo una volta per altri motivi…”è fernut a zezzenella”! Se hai capito qual’è il problema e sprattutto la gravità della situazione, è arrivato il momento di far senire la propria presenza! Naturalmente non mi rivolgo al singolo ma alla massa, a tutti i 988  lavotatori in cigs, se qualcuno per motivi personali non può attivarsi non fa nulla, al prossimo appuntamento sicuramente si unirà alla nuova iniziativa! Ciò che fa male è il mefreghismo sistematico!!!

 

Dopo aver detto tutto ciò, ci terrei a fare un ragionamento riguardo l’oggetto della mia email…”tutto come volevasi dimostrare”!!!

Infatti personalmente aspettavo questo momento da diversi mesi, sicuramente più di 7 mesi, quando negli ultimi incontri al MiSe incontrammo Riva che ci disse, con quella sua faccia da italiano medio pacato e democratico, che in assenza del decreto attuativo sarebbero passati all’attuazione della mobilità!

Da allora di tempo è passato, di lettere aperte si sono sprecate, di inviti si sono sprecati, di amareggiamenti, delusioni e sconforti si sono sprecati…eppure il sindacato “non poteva non sapere”, anzi sapeva benissimo che si sarebbe arrivato a questo punto, ad oggi!

Eppure tutto si può dire del sindacato tranne che non sa come gestire le vertenze abbindolando i lavoratori!

Dopo quell’accordo infame del Gennaio 2012 firmato al MisE anche da Potetti e poi avallato anche da Landini, in onore della casta, il sindacato ed anche, udite udite, la FIOM, stanno portando al termine questa lunga vertenza accompagnando alla morte lavorativa i 988 lavoratori che risultano essere la stramaggioranza rispetto a coloro che sono riusciti ad avere un posto in tbs!

Il mitico Potetti, che per mesi si è dimenticato completamente di far rispettare i vari punti dell’accordo da lui firmato, tra i quali quello relativo alle modalità di reintegro dei lavoratori non interessati al passaggio in tbs, eccolo che oggi chiede la mobilitazione dei lavoratori per far ritirare la procedura di mobilità!

Come mai all’incontro del 18 Marzo al MdL non si è ricordato anche del decreto, visto che si trovavano già in sede Istituzionale, dato che quel verbale che tutti abbiamo letto con enorme soddisfazione serve solo a pulirsi il culo???

Per il sindacato anche questa fase per noi drammatica viene vista come un’altra tappa della vertenza e nel caso si riesca ad ottenere il ritiro del procedimento di mobilità ed ilconsegunet decreto per la cigs, eccoli che saranno pronti a sventolare l’ennesima vittoria per i lavoratori!

Il sindacato non può costruire le sue vittorie giocando con la disperazione dei lavoratori che vivono drammaticamente la vertenza! L’unico oboettivo del avertenza è il riotrno al lavoro per tutti! Invece, l’ottenere la cigs nei tempi giusti fa parte della buon gestione da parte del sindacato della vertenza, cosa che non è avvenuta mai!

Abbiamo lottato durante tutti questi anni per cosa, per cercare di ottenere il ritiro della procedura di mobilità!

Potetti, Landini, vergognatevi per i risvolti drammatici che ci state creando!!!     

Caro Potetti, volendo essere un attimino realisti, l’incubo che stiamo vivendo non è un sogno ma è il frutto di una condotta sindacale, la tua e quella di Landini, del tutto suqallida e irresponsabile!

Personalmente vi ritengo, alla pari dei Landi Massa e Liori, responsabili di questo scenario venutosi a creare e se il Ministero non ritira il procedimento di mobilità, saremo destinati tutti noi 988 lavoratori a finire in mezzo ad una strada!

 ORA BASTA! VOGLIAMO RITORNARE A LAVORARE, SERIAMENTE E DIGNITOSAMENTE!!!

 Pasquale D’Italia

Lavoratore Agile (ex Eutelia) in CIGS della sede di Napoli

Iscritto FIOM

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.