Archive for Aprile 9th, 2013

  • Dalla gazzetta del mezzogiorno La Corte Costituzionale salva la legge salva-Ilva. Giudicando in parte inammissibili, in parte non fondati i dubbi di legittimità costituzionale sollevati da Gip e Tribunale di Taranto, la Consulta conferma che l’impianto del decreto messo a punto dal governo e convertito in legge a fine 2012, è aderente alla costituzione e respinge nella sostanza le tesi dei magistrati – secondo cui ben 17 articoli della Carta erano stati violati – dando ragione al governo. «Le sentenze della Corte si rispettano e non si commentano», afferma il procuratore di Taranto, Franco Sebastio. «La decisione impegna tutti […] 0

    LA CORTE COSTITUZIONALE FAVOREVOLE ALL’ASSASSINO RIVA

    Dalla gazzetta del mezzogiorno La Corte Costituzionale salva la legge salva-Ilva. Giudicando in parte inammissibili, in parte non fondati i dubbi di legittimità costituzionale sollevati da Gip e Tribunale di Taranto, la Consulta conferma che l’impianto del decreto messo a punto dal governo e convertito in legge a fine 2012, è aderente alla costituzione e respinge nella sostanza le tesi dei magistrati – secondo cui ben 17 articoli della Carta erano stati violati – dando ragione al governo. «Le sentenze della Corte si rispettano e non si commentano», afferma il procuratore di Taranto, Franco Sebastio. «La decisione impegna tutti […]

    Continue Reading

  • Giorgio Napolitano è ormai alla fine.  Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani e il leader del Pdl Silvio Berlusconi si sono incontrati per scegliere il successore di Napolitano.  Il presidente della Repubblica deve rappresentare, la nazione italiana come ha fatto Napolitano. Pd e Pdl sceglieranno un nuovo presidente per la repubblica dei padroni         Facebook Comments 0

    UN NUOVO PRESIDENTE PER L’ITALIA DEI PADRONI

    Giorgio Napolitano è ormai alla fine.  Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani e il leader del Pdl Silvio Berlusconi si sono incontrati per scegliere il successore di Napolitano.  Il presidente della Repubblica deve rappresentare, la nazione italiana come ha fatto Napolitano. Pd e Pdl sceglieranno un nuovo presidente per la repubblica dei padroni         Facebook Comments

    Continue Reading

  • Ogni giorno sono decine le fabbriche che chiudono. Sono migliaia gli operai che vengono licenziati. fare un elenco delle fabbriche che hanno chiuso dal 2008 è quasi impossibile. La crisi del capitalismo colpisce il lavoro operaio Centinaia di migliaia di operai vengono licenziati, lasciati in mezzo ad una strada con un sussidio miserabile e tutti si sgolano a chiedere lavoro. “Ci vuole il lavoro per dare futuro ai giovani, per dare dignità alla gente”, non c’è dirigente politico, sindacalista o cardinale che non metta al centro il problema del lavoro. Ci fanno ridere, noi operai che abbiamo lavorato sotto […] 0

    LE FABBRICHE CHIUDONO, GLI OPERAI LICENZIATI

    Ogni giorno sono decine le fabbriche che chiudono. Sono migliaia gli operai che vengono licenziati. fare un elenco delle fabbriche che hanno chiuso dal 2008 è quasi impossibile. La crisi del capitalismo colpisce il lavoro operaio Centinaia di migliaia di operai vengono licenziati, lasciati in mezzo ad una strada con un sussidio miserabile e tutti si sgolano a chiedere lavoro. “Ci vuole il lavoro per dare futuro ai giovani, per dare dignità alla gente”, non c’è dirigente politico, sindacalista o cardinale che non metta al centro il problema del lavoro. Ci fanno ridere, noi operai che abbiamo lavorato sotto […]

    Continue Reading

  • Si è chiusa intorno alle 12,15, dopo poco meno di due ore, l’udienza in Corte Costituzionale sulla cosiddetta legge “Salva Ilva”, approvata a stragrande maggioranza il giorno prima di Natale dal Parlamento, che ha consentito all’azienda di tornare a produrre e a commercializzare l’acciaio dopo il blocco determinato dal sequestro in estate degli impianti dell’area a caldo. Un blocco solo formale poiché, per ragioni di ciclo integrato di produzione e complessità dei macchinari, gli impianti hanno continuato a funzionare e non si sono mai effettivamente fermati. Nel pomeriggio igiudici si riuniranno in camera di consiglio: la decisione potrebbe essere comunicata oggi stesso o domani. […] 0

    NON CI LASCIANO IN PACE NEANCHE DA MORTI

    Si è chiusa intorno alle 12,15, dopo poco meno di due ore, l’udienza in Corte Costituzionale sulla cosiddetta legge “Salva Ilva”, approvata a stragrande maggioranza il giorno prima di Natale dal Parlamento, che ha consentito all’azienda di tornare a produrre e a commercializzare l’acciaio dopo il blocco determinato dal sequestro in estate degli impianti dell’area a caldo. Un blocco solo formale poiché, per ragioni di ciclo integrato di produzione e complessità dei macchinari, gli impianti hanno continuato a funzionare e non si sono mai effettivamente fermati. Nel pomeriggio igiudici si riuniranno in camera di consiglio: la decisione potrebbe essere comunicata oggi stesso o domani. […]

    Continue Reading

  • Oggi lunedi 8 aprile abbiamo subito l’ennesima provocazione che per il pronto intervento di qualche abitante del quartiere non ha avuto conseguenze più gravi. Sono state incendiate alcune bottiglie di liquido infiammabile che hanno danneggiato sciogliendolo una dei finestroni del nostro centro sociale. Non sappiamo chi sia stato, se un fascista o un prezzolato dalla mafia delle cooperative. Certo è che questo atto provocatorio per noi si inserisce in un clima repressivo che sta particolarmente colpendo compagni e realtà impegnate sul terreno dello conflitto di classe al di fuori della compatibilità politica ed economica borghese. Sabato infatti eravamo in […] 0

    PROVOCAZIONI E REPRESSIONE NON CI FERMERANNO MAI !

    Oggi lunedi 8 aprile abbiamo subito l’ennesima provocazione che per il pronto intervento di qualche abitante del quartiere non ha avuto conseguenze più gravi. Sono state incendiate alcune bottiglie di liquido infiammabile che hanno danneggiato sciogliendolo una dei finestroni del nostro centro sociale. Non sappiamo chi sia stato, se un fascista o un prezzolato dalla mafia delle cooperative. Certo è che questo atto provocatorio per noi si inserisce in un clima repressivo che sta particolarmente colpendo compagni e realtà impegnate sul terreno dello conflitto di classe al di fuori della compatibilità politica ed economica borghese. Sabato infatti eravamo in […]

    Continue Reading

  • Il Fatto Quotidiano > Economia & Lobby > Lobby internazi… Finanza internazionale, politica, imprese, massoneria, clero, schieramenti di sinistra e di destra spostano le proprie pedine in Parlamento con l’obiettivo di avere i numeri per conquistare la poltrona del Presidente della Repubblica. Tutte le candidature hanno però in comune l’appartenenza ad un sistema politico-economico che da quarant’anni domina l’Italia di Costanza Iotti | 9 aprile 2013 Poteri forti e poteri deboli dietro la corsa per il Quirinale. Già perché per ogni nome proposto c’è una storia. E una lobby che si muove a sostegno della candidatura alla massima carica dello Stato: finanza internazionale, politica, imprese, massoneria, clero, schieramenti di […] 0

    Lobby internazionali e interessi “locali”, i soliti noti dietro alla corsa per il Colle

    Il Fatto Quotidiano > Economia & Lobby > Lobby internazi… Finanza internazionale, politica, imprese, massoneria, clero, schieramenti di sinistra e di destra spostano le proprie pedine in Parlamento con l’obiettivo di avere i numeri per conquistare la poltrona del Presidente della Repubblica. Tutte le candidature hanno però in comune l’appartenenza ad un sistema politico-economico che da quarant’anni domina l’Italia di Costanza Iotti | 9 aprile 2013 Poteri forti e poteri deboli dietro la corsa per il Quirinale. Già perché per ogni nome proposto c’è una storia. E una lobby che si muove a sostegno della candidatura alla massima carica dello Stato: finanza internazionale, politica, imprese, massoneria, clero, schieramenti di […]

    Continue Reading

  • Organizzarsi ed agire come operai è già un programma, nel momento in cui gli operai, come tali, si riuniscono e cercano una via d’uscita dalla loro precaria condizione sociale trovano già, in questa ricerca, i mezzi e i modi per attuarla. Non hanno bisogno di un programma già pronto, elaborato in tutti i particolari, un elenco di obiettivi a metà strada fra grandi fanfaronate e piccoli effimeri risultati. Questo partito si installa ed esprime la sua forza in un territorio che non è geografico, locale o nazionale: è un territorio sociale. La fabbrica, o qualunque luogo di lavoro dove esiste una comunità operaia è il territorio del partito […] 0

    IL PARTITO OPERAIO INFORMALE

    Organizzarsi ed agire come operai è già un programma, nel momento in cui gli operai, come tali, si riuniscono e cercano una via d’uscita dalla loro precaria condizione sociale trovano già, in questa ricerca, i mezzi e i modi per attuarla. Non hanno bisogno di un programma già pronto, elaborato in tutti i particolari, un elenco di obiettivi a metà strada fra grandi fanfaronate e piccoli effimeri risultati. Questo partito si installa ed esprime la sua forza in un territorio che non è geografico, locale o nazionale: è un territorio sociale. La fabbrica, o qualunque luogo di lavoro dove esiste una comunità operaia è il territorio del partito […]

    Continue Reading

  • La guerra in Corea iniziata nel 1950 chiusa da un armistizio nel 1953 non è mai terminata. Due milioni di morti. La guerra in Corea era il tentativo degli USA di aggredire l’URSS e la Cina. Ancora oggi gli USA hanno in Corea del Sud 25 mila uomini, Bombardieri e caccia. Chi minaccia sono gli USA con le loro basi atomiche in Giappone Oggi con la crisi economica si riaccende lo scontro imperialista e nazionalista Facebook Comments 0

    LA GUERRA IN COREA

    La guerra in Corea iniziata nel 1950 chiusa da un armistizio nel 1953 non è mai terminata. Due milioni di morti. La guerra in Corea era il tentativo degli USA di aggredire l’URSS e la Cina. Ancora oggi gli USA hanno in Corea del Sud 25 mila uomini, Bombardieri e caccia. Chi minaccia sono gli USA con le loro basi atomiche in Giappone Oggi con la crisi economica si riaccende lo scontro imperialista e nazionalista Facebook Comments

    Continue Reading