Archive for Settembre 18th, 2016

  • Redazione Sirte non è ancora stata liberata. La Guardia petrolifera al servizio del  premier di Tripoli Fayez al-Sarraj ha lanciato questa mattina un contrattacco per riprendere il controllo dei porti petroliferi di Sidra e Ras Lanuf.Ci sarebbero depositi di greggio in fiamme, con colonne di fumo altissime. La Guardia petrolifera al servizio  del premier di Tripoli Fayez al-Sarraj era stata cacciata dai quattro terminal della cosiddetta Mezzaluna del petrolio (Sidra, Ras Lanuf, Marsa a Brega, Zueitina) appena cinque giorni fa. Le forze del generale Khalifa Haftar, uomo forte di Tobruk, avevano preso i porti quasi senza combattere. Un lettore […] 0

    LIBIA. LA GUERRA DEL PETROLIO

    Redazione Sirte non è ancora stata liberata. La Guardia petrolifera al servizio del  premier di Tripoli Fayez al-Sarraj ha lanciato questa mattina un contrattacco per riprendere il controllo dei porti petroliferi di Sidra e Ras Lanuf.Ci sarebbero depositi di greggio in fiamme, con colonne di fumo altissime. La Guardia petrolifera al servizio  del premier di Tripoli Fayez al-Sarraj era stata cacciata dai quattro terminal della cosiddetta Mezzaluna del petrolio (Sidra, Ras Lanuf, Marsa a Brega, Zueitina) appena cinque giorni fa. Le forze del generale Khalifa Haftar, uomo forte di Tobruk, avevano preso i porti quasi senza combattere. Un lettore […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, gli operai dell’Ilva lavorano con la morte sulle spalle. Sono uccisi dai cosidetti “incidenti” e dai tumori Lo stesso capita alle loro famiglie. Gli operai sono schiavi salariati. I padroni possono fare di loro e delle loro famiglie ciò che vogliono Ciò che fa rabbia e che noi operai non riusciamo a dire basta a questa strage Vi invio un articolo Un operaio dell’ILVA   dalla Repubblica Tumori infantili, il dramma di Taranto: +30 per cento rispetto alla media nazionale Un eccesso del 30 per cento della incidenza di tumori infantili nell’area tarantina rispetto alla […] 0

    TARANTO: L’ILVA AMMAZZA GLI OPERAI E LE LORO FAMIGLIE

    Redazione di Operai Contro, gli operai dell’Ilva lavorano con la morte sulle spalle. Sono uccisi dai cosidetti “incidenti” e dai tumori Lo stesso capita alle loro famiglie. Gli operai sono schiavi salariati. I padroni possono fare di loro e delle loro famiglie ciò che vogliono Ciò che fa rabbia e che noi operai non riusciamo a dire basta a questa strage Vi invio un articolo Un operaio dell’ILVA   dalla Repubblica Tumori infantili, il dramma di Taranto: +30 per cento rispetto alla media nazionale Un eccesso del 30 per cento della incidenza di tumori infantili nell’area tarantina rispetto alla […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, alla FCA di Melfi stanno distruggendo centinaia di giovani operai. I ritmi sono elevatissimi, Marchionne parla di vendite, ci hanno fatto produrre troppo e ora ci mettono in CIG Diverse centinaia di addetti alla “linea Punto” dello stabilimento di Melfi (Potenza) di Fca – dove si produzioni 500X e Jeep Renegade – saranno collocati in cassa integrazione ordinaria dal 26 settembre al 7 ottobre: I sindacalisti della Uilm di Basilicata giustificano Marchionne: “. Nello stabilimento di Melfi sono state prodotte milioni di “Punto”, in diverse versioni: un’auto che oggi, dopo oltre un decennio, rappresenta un […] 0

    FCA DI MELFI: OPERAI IN CASSA INTEGRAZIONE

    Redazione di Operai Contro, alla FCA di Melfi stanno distruggendo centinaia di giovani operai. I ritmi sono elevatissimi, Marchionne parla di vendite, ci hanno fatto produrre troppo e ora ci mettono in CIG Diverse centinaia di addetti alla “linea Punto” dello stabilimento di Melfi (Potenza) di Fca – dove si produzioni 500X e Jeep Renegade – saranno collocati in cassa integrazione ordinaria dal 26 settembre al 7 ottobre: I sindacalisti della Uilm di Basilicata giustificano Marchionne: “. Nello stabilimento di Melfi sono state prodotte milioni di “Punto”, in diverse versioni: un’auto che oggi, dopo oltre un decennio, rappresenta un […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, E’ terminato alle 7 lo sciopero degli operai  dell’Ilva indetto a mezzogiorno di ieri da Fim, Fiom, Uilm e Usb. La gazzetta del mezzogiorno e i padroni parlano di incidente. Non è un incidente ma un assassinio. L’operaio ucciso aveva  25 anni si chiamava Giacomo Campo, nato a San Giorgio Jonico e residente a Roccaforzata (Taranto), dipendente della ditta di pulizie industriali Steel Service. Mercoledì 21 i sindacati hanno indetto uno sciopero nazionale dei metalmeccanici di 1 ora. Operai, per i sindacalisti la nostra vita non vale niente Un operaio dell’ILVA Facebook Comments 0

    ILVA: Mercoledì sciopero nazionale metalmeccanici per un’ora

    Redazione di Operai Contro, E’ terminato alle 7 lo sciopero degli operai  dell’Ilva indetto a mezzogiorno di ieri da Fim, Fiom, Uilm e Usb. La gazzetta del mezzogiorno e i padroni parlano di incidente. Non è un incidente ma un assassinio. L’operaio ucciso aveva  25 anni si chiamava Giacomo Campo, nato a San Giorgio Jonico e residente a Roccaforzata (Taranto), dipendente della ditta di pulizie industriali Steel Service. Mercoledì 21 i sindacati hanno indetto uno sciopero nazionale dei metalmeccanici di 1 ora. Operai, per i sindacalisti la nostra vita non vale niente Un operaio dell’ILVA Facebook Comments

    Continue Reading

  • redazione di Operai Contro, vi invio la notizia da rassegna.it La multinazionale inglese Vesuvius annuncia la decisione di chiudere gli stabilimenti italiani, 200 posti di lavoro sono a rischio. Lo riferiscono i sindacati di categoria, in una nota. Il leader mondiale nella produzione e commercializzazione di materiali per l’industria siderurgica, nel corso dell’incontro odierno al ministero dello Sviluppo economico con i rappresentanti di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e delle Rsu degli stabilimenti italiani, ha comunicato la scelta di chiudere entro il prossimo 31 dicembre 2016 gli stabilimenti di Assemini (Cagliari) e Avezzano (L’Aquila) con il licenziamento di tutti i lavoratori: […] 0

    La Vesuvius chiude, 200 operai licenziati

    redazione di Operai Contro, vi invio la notizia da rassegna.it La multinazionale inglese Vesuvius annuncia la decisione di chiudere gli stabilimenti italiani, 200 posti di lavoro sono a rischio. Lo riferiscono i sindacati di categoria, in una nota. Il leader mondiale nella produzione e commercializzazione di materiali per l’industria siderurgica, nel corso dell’incontro odierno al ministero dello Sviluppo economico con i rappresentanti di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e delle Rsu degli stabilimenti italiani, ha comunicato la scelta di chiudere entro il prossimo 31 dicembre 2016 gli stabilimenti di Assemini (Cagliari) e Avezzano (L’Aquila) con il licenziamento di tutti i lavoratori: […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, in due giorni 3 operai assassinati sul lavoro e 1 assassinato mentre lottava. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella afferma: “Ogni morte sul lavoro costituisce una ferita per l’Italia e una perdita irreparabile per l’intera società. Non è ammissibile che non vengano adeguatamente assicurate garanzie e cautele per lo svolgimento sicuro del lavoro”. Mattarella smettiamola. Chi muore sul lavorto sono gli operai. Mattarella hai fatto parte della DC per anni. Mattarella sai bene che gli operai sono schiavi salariati. Per i padroni la morte di un operaio è niente. Mattarella smettiamola di prendere in giro […] 0

    MATTARELLA, SMETTIAMOLA

    Redazione di Operai Contro, in due giorni 3 operai assassinati sul lavoro e 1 assassinato mentre lottava. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella afferma: “Ogni morte sul lavoro costituisce una ferita per l’Italia e una perdita irreparabile per l’intera società. Non è ammissibile che non vengano adeguatamente assicurate garanzie e cautele per lo svolgimento sicuro del lavoro”. Mattarella smettiamola. Chi muore sul lavorto sono gli operai. Mattarella hai fatto parte della DC per anni. Mattarella sai bene che gli operai sono schiavi salariati. Per i padroni la morte di un operaio è niente. Mattarella smettiamola di prendere in giro […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, i segretari della Uil Barbagallo e Angeletti, più altri sei dirigenti, con i soldi del sindacato andavano in crociera – dicono – “allo scopo di discutere in maniera approfondita, e per più giorni, di importanti tematiche relative principalmente al blocco dei contratti del pubblico impiego e delle politiche previdenziali dei governi in carica”. I dirigenti della Uil vanno in crociera a studiare da bravi sindacalisti, si sacrificano per i lavoratori! Saluti da un lettore L’articolo del Fatto Quotidiano “Crociere e gioielli con i soldi della Uil”, Barbagallo Angeletti e altri sei a processo per appropriazione indebita. […] 0

    “Crociere e gioielli con i soldi della Uil”

    Caro Operai Contro, i segretari della Uil Barbagallo e Angeletti, più altri sei dirigenti, con i soldi del sindacato andavano in crociera – dicono – “allo scopo di discutere in maniera approfondita, e per più giorni, di importanti tematiche relative principalmente al blocco dei contratti del pubblico impiego e delle politiche previdenziali dei governi in carica”. I dirigenti della Uil vanno in crociera a studiare da bravi sindacalisti, si sacrificano per i lavoratori! Saluti da un lettore L’articolo del Fatto Quotidiano “Crociere e gioielli con i soldi della Uil”, Barbagallo Angeletti e altri sei a processo per appropriazione indebita. […]

    Continue Reading