Archive for Settembre 8th, 2016

  • Riceviamo e pubblichiamo: Da qualche anno a questa parte i carichi di lavoro sui lavoratori dei reparti produttivi non fanno che aumentare. Figure che in passato erano fondamentali e necessarie all’organizzazione della produzione sono state dichiarate inutili ed eliminate.  Allo stesso modo, controlli qualitativi e interventi sulle macchine sono spariti e i materiali a scorta eliminati. L’obiettivo aziendale è lavorare con sempre meno personale e abbattere tutti i costi di produzione.In tali condizioni è chiaro che prima o poi una macchina si ferma, nella fretta e nel marasma un operatore sbaglia e un lotto mal controllato arriva difettoso al […] 0

    ALLA RICERCA DEL CAPRO ESPIATORIO…. 

    Riceviamo e pubblichiamo: Da qualche anno a questa parte i carichi di lavoro sui lavoratori dei reparti produttivi non fanno che aumentare. Figure che in passato erano fondamentali e necessarie all’organizzazione della produzione sono state dichiarate inutili ed eliminate.  Allo stesso modo, controlli qualitativi e interventi sulle macchine sono spariti e i materiali a scorta eliminati. L’obiettivo aziendale è lavorare con sempre meno personale e abbattere tutti i costi di produzione.In tali condizioni è chiaro che prima o poi una macchina si ferma, nella fretta e nel marasma un operatore sbaglia e un lotto mal controllato arriva difettoso al […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il 13 Settembre ci sarà una nuova sceneggiata tra padroni, governo e sindacati. I commessi dello stato hanno preparato il tavolo, ma l’azienda che doveva comprare l’Alcoa è scomparsa. I sindacalisti, hanno chiamato gli operai sopravvissuti dell’Alcoa a fare da comparse al loro sceneggiato. Tranquillamente mentre noi siamo  in strada , i sindacalisti potranno sistemarsi  il Portafoglio. Noi  operai abbiamo sbagliato. Nel 2010 quando inizio la storia dovevamo impadronirci dell’isola buttare a mare i sindacalisti e i padroni. Invece accettammo di fare le comparse ai tavoli romani – Gli impianti Alcoa sono fermi da quattro […] 0

    OPERAI ALCOA: LA LUNGA STORIA

    Redazione di Operai Contro, il 13 Settembre ci sarà una nuova sceneggiata tra padroni, governo e sindacati. I commessi dello stato hanno preparato il tavolo, ma l’azienda che doveva comprare l’Alcoa è scomparsa. I sindacalisti, hanno chiamato gli operai sopravvissuti dell’Alcoa a fare da comparse al loro sceneggiato. Tranquillamente mentre noi siamo  in strada , i sindacalisti potranno sistemarsi  il Portafoglio. Noi  operai abbiamo sbagliato. Nel 2010 quando inizio la storia dovevamo impadronirci dell’isola buttare a mare i sindacalisti e i padroni. Invece accettammo di fare le comparse ai tavoli romani – Gli impianti Alcoa sono fermi da quattro […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, l’europa dei padroni  si sta riempendo di muri. I padroni e i loro politici tentano  con i muri  di fermare la marcia degli emigranti Nel mediterraneo dal 2010 sono oltre 40 mila gli emigranti assassinati. Qualche politico sta proponendo che i militari di guardia ai muri abbiano la libertà si sparare sugli emigranti Un operaio Senegalese Facebook Comments 0

    L’EUROPA DEI MURI

    Redazione di Operai Contro, l’europa dei padroni  si sta riempendo di muri. I padroni e i loro politici tentano  con i muri  di fermare la marcia degli emigranti Nel mediterraneo dal 2010 sono oltre 40 mila gli emigranti assassinati. Qualche politico sta proponendo che i militari di guardia ai muri abbiano la libertà si sparare sugli emigranti Un operaio Senegalese Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione, Non passa giorno che non arrivi notizia del disastro che Renzi sta combinando con la “buona scuola”. All’incuria di edifici fatiscenti, con soffitti che cadono durante le lezioni, si aggiunge ora l’aumento delle classi – pollaio, mettendo 700 prof. In meno con 5.000 alunni in più. Riportiamo qui l’estratto di un articolo del Giorno della Martesana, che si commenta da solo.   Dal Giorno della Martesana Milano, 6 settembre 2016 – «Il risultato della “Buona Scuola’’? In Lombardia, mentre le scuole accoglieranno 5.229 alunni in più, si tagliano 227 docenti. A fronte di una richiesta di organico di […] 0

    “Buona scuola” in Lombardia: 5.000 alunni in più, 700 prof in meno

    Redazione, Non passa giorno che non arrivi notizia del disastro che Renzi sta combinando con la “buona scuola”. All’incuria di edifici fatiscenti, con soffitti che cadono durante le lezioni, si aggiunge ora l’aumento delle classi – pollaio, mettendo 700 prof. In meno con 5.000 alunni in più. Riportiamo qui l’estratto di un articolo del Giorno della Martesana, che si commenta da solo.   Dal Giorno della Martesana Milano, 6 settembre 2016 – «Il risultato della “Buona Scuola’’? In Lombardia, mentre le scuole accoglieranno 5.229 alunni in più, si tagliano 227 docenti. A fronte di una richiesta di organico di […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, sono iniziate le mobilitazioni contro l’occupazione militare della Sardegna, “la regione più militarizzata in Europa che ospita più del 60% delle servitù militari dello Stato italiano. Ti mando un articolo che ne riassume i contenuti. Saluti dalla Sardegna.   Da Sardinia Post “Basta occupazione militare in Sardegna, troviamo alternative economiche sociali e culturali per cambiare. A breve organizzeremo le prossime mobilitazioni a partire dai blocchi delle esercitazioni militari dal prossimo autunno”. Lo hanno annunciato a Lanusei i rappresentanti dell’assemblea generale di Aforascamp 2016 in una conferenza stampa dove hanno presentato le iniziative che si terranno a […] 0

    Sardegna: contro l’occupazione militare mobilitazione di massa

    Caro Operai Contro, sono iniziate le mobilitazioni contro l’occupazione militare della Sardegna, “la regione più militarizzata in Europa che ospita più del 60% delle servitù militari dello Stato italiano. Ti mando un articolo che ne riassume i contenuti. Saluti dalla Sardegna.   Da Sardinia Post “Basta occupazione militare in Sardegna, troviamo alternative economiche sociali e culturali per cambiare. A breve organizzeremo le prossime mobilitazioni a partire dai blocchi delle esercitazioni militari dal prossimo autunno”. Lo hanno annunciato a Lanusei i rappresentanti dell’assemblea generale di Aforascamp 2016 in una conferenza stampa dove hanno presentato le iniziative che si terranno a […]

    Continue Reading