La Vesuvius chiude, 200 operai licenziati

redazione di Operai Contro, vi invio la notizia da rassegna.it La multinazionale inglese Vesuvius annuncia la decisione di chiudere gli stabilimenti italiani, 200 posti di lavoro sono a rischio. Lo riferiscono i sindacati di categoria, in una nota. Il leader mondiale nella produzione e commercializzazione di materiali per l’industria siderurgica, nel corso dell’incontro odierno al ministero dello Sviluppo economico con i rappresentanti di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e delle Rsu degli stabilimenti italiani, ha comunicato la scelta di chiudere entro il prossimo 31 dicembre 2016 gli stabilimenti di Assemini (Cagliari) e Avezzano (L’Aquila) con il licenziamento di tutti i lavoratori: […]
Condividi:

redazione di Operai Contro,

vi invio la notizia da rassegna.it

La multinazionale inglese Vesuvius annuncia la decisione di chiudere gli stabilimenti italiani, 200 posti di lavoro sono a rischio. Lo riferiscono i sindacati di categoria, in una nota. Il leader mondiale nella produzione e commercializzazione di materiali per l’industria siderurgica, nel corso dell’incontro odierno al ministero dello Sviluppo economico con i rappresentanti di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e delle Rsu degli stabilimenti italiani, ha comunicato la scelta di chiudere entro il prossimo 31 dicembre 2016 gli stabilimenti di Assemini (Cagliari) e Avezzano (L’Aquila) con il licenziamento di tutti i lavoratori: rispettivamente 105 e 90 diretti, più almeno altrettanti nell’indotto. La decisione viene giustificata con la sovraccapacità produttiva del gruppo in presenza della ridotta produzione globale di acciaio (in Italia, la crisi Ilva e le  chiusure di acciaierie come Ferrero e Piombino).

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.