Archive for Novembre 21st, 2015

  • da http://www.rivistaeuropae.eu Il coinvolgimento della Russia nel conflitto siriano segna una importante svolta nella guerra civile che da oltre quattro anni imperversa nel paese mediorientale. Mosca e Damasco sono legate a doppio filo in una trama complessa, resa più fitta dagli interessi nazionali di entrambe e rinsaldatasi all’alba della guerra fredda e poi consolidatasi con l’avvento di Ba’th e della dinastia Assad. Breve anatomia dell’intervento russo L’invio di truppe e mezzi militari è stato giustificato dal Cremlino come una misura volta a contrastare la minaccia terroristica dello Stato Islamico in Siria ed è forte di mezzi blindati, carri armati, droni […] 0

    Russia in Siria: la strategia di Putin in Medio Oriente

    da http://www.rivistaeuropae.eu Il coinvolgimento della Russia nel conflitto siriano segna una importante svolta nella guerra civile che da oltre quattro anni imperversa nel paese mediorientale. Mosca e Damasco sono legate a doppio filo in una trama complessa, resa più fitta dagli interessi nazionali di entrambe e rinsaldatasi all’alba della guerra fredda e poi consolidatasi con l’avvento di Ba’th e della dinastia Assad. Breve anatomia dell’intervento russo L’invio di truppe e mezzi militari è stato giustificato dal Cremlino come una misura volta a contrastare la minaccia terroristica dello Stato Islamico in Siria ed è forte di mezzi blindati, carri armati, droni […]

    Continue Reading

  • La redazione ha deciso di ripubblicare il documento del Partito Operaio. Pensiamo che sia l’unico documento che indichi agli operai cosa fare. Stiamo comodi davanti alla televisione, navighiamo liberamente su internet, siamo connessi col mondo intero e sappiamo bene che in questo preciso istante aerei USA bombardano città, aerei russi radono al suolo quartieri di Aleppo, il governo italiano si prepara ad usare i suoi caccia per ritagliarsi un posto fra i rapinatori a mano armata e dividersi il bottino. Il bottino è il controllo del Medio Oriente, la crisi ha prodotto forze non più disposte a fare affari […] 0

    OPPORTUNISMO

    La redazione ha deciso di ripubblicare il documento del Partito Operaio. Pensiamo che sia l’unico documento che indichi agli operai cosa fare. Stiamo comodi davanti alla televisione, navighiamo liberamente su internet, siamo connessi col mondo intero e sappiamo bene che in questo preciso istante aerei USA bombardano città, aerei russi radono al suolo quartieri di Aleppo, il governo italiano si prepara ad usare i suoi caccia per ritagliarsi un posto fra i rapinatori a mano armata e dividersi il bottino. Il bottino è il controllo del Medio Oriente, la crisi ha prodotto forze non più disposte a fare affari […]

    Continue Reading

  • DA https://claudiomagliulo.wordpress.com 14 febbraio 2015 La Francia interviene ancora una volta in Africa occidentale per una missione di peace-keeping. Disinteressato impegno della ex-potenza coloniale o piuttosto il segnale che il nuovo Grande Gioco per il controllo delle risorse del continente sta entrando nel vivo?  La crisi in Repubblica Centrafricana non accenna a risolversi e ancora una volta tocca ai francesi intervenire, ufficialmente per evitare “un altro Ruanda”, per la quarta volta nel giro di tre anni in un Paese africano. Francia gendarme d’Africa Nel marzo 2011 il presidente Sarkozy promuove e ordina la partecipazione delle forze armate francesi all’intervento […] 0

    Petrolio, uranio e basi militari. Il Grande Gioco africano

    DA https://claudiomagliulo.wordpress.com 14 febbraio 2015 La Francia interviene ancora una volta in Africa occidentale per una missione di peace-keeping. Disinteressato impegno della ex-potenza coloniale o piuttosto il segnale che il nuovo Grande Gioco per il controllo delle risorse del continente sta entrando nel vivo?  La crisi in Repubblica Centrafricana non accenna a risolversi e ancora una volta tocca ai francesi intervenire, ufficialmente per evitare “un altro Ruanda”, per la quarta volta nel giro di tre anni in un Paese africano. Francia gendarme d’Africa Nel marzo 2011 il presidente Sarkozy promuove e ordina la partecipazione delle forze armate francesi all’intervento […]

    Continue Reading

  • Caro Redazione, mentre scattano allarmi antiterroristici un po’ ovunque, nessun telegiornale ha lanciato l’allarme né dato la notizia che 15 caccia francesi sono atterrati in Sicilia. Come mai Renzi non dice niente mentre lancia messaggi antipanico su whatsApp? Saluti un lettore   “ Quindici aerei da caccia francesi ieri sono arrivati in Sicilia. Ormai il livello di allarme è altissimo. Qualcuno aveva anche chiesto di fare arrivare i velivoli dell’aereonautica francese nello scalo Falcone Borsellino. La richiesta sarebbe stata avanzata direttamente dall’aeronautica militare francese. Una richiesta non solita visto che in Sicilia ci sono due basi militari quella di […] 0

    Quindici caccia francesi in Sicilia

    Caro Redazione, mentre scattano allarmi antiterroristici un po’ ovunque, nessun telegiornale ha lanciato l’allarme né dato la notizia che 15 caccia francesi sono atterrati in Sicilia. Come mai Renzi non dice niente mentre lancia messaggi antipanico su whatsApp? Saluti un lettore   “ Quindici aerei da caccia francesi ieri sono arrivati in Sicilia. Ormai il livello di allarme è altissimo. Qualcuno aveva anche chiesto di fare arrivare i velivoli dell’aereonautica francese nello scalo Falcone Borsellino. La richiesta sarebbe stata avanzata direttamente dall’aeronautica militare francese. Una richiesta non solita visto che in Sicilia ci sono due basi militari quella di […]

    Continue Reading

  • Metal İşçileri Birliği – MİB 14 h · MAAŞLARINI ALAMADIKLARI İÇİN ÇATIYA ÇIKAN SİDEMİR İŞÇİLERİ; “ÖLMEK VAR DÖNMEK YOK, HAKKIMIZI İSTİYORUZ!” Maaşlarını alamadıkları için sendika binasının yanındaki işhanının çatısına çıkarak eylem yapan SİDEMİR işçileri, Vali gelene kadar çatıdan inmeme kararı aldılar… Aylardır maaş alamayan işçiler “emekçiler burada, devlet nerede” diye slogan attılar… Tetto maaşlarini alamadiklari dalla per i lavoratori sidemir; ” morire non tornare, vogliamo hakkimizi!” Gli assegni per alamadıkları accanto al palazzo del sindacato işhanının salendo sul tetto che i lavoratori sidemir di azione, il governatore, finché non hanno deciso solo scendere dal tetto… Sono mesi che non […] 0

    OPERAI TURCHI

    Metal İşçileri Birliği – MİB 14 h · MAAŞLARINI ALAMADIKLARI İÇİN ÇATIYA ÇIKAN SİDEMİR İŞÇİLERİ; “ÖLMEK VAR DÖNMEK YOK, HAKKIMIZI İSTİYORUZ!” Maaşlarını alamadıkları için sendika binasının yanındaki işhanının çatısına çıkarak eylem yapan SİDEMİR işçileri, Vali gelene kadar çatıdan inmeme kararı aldılar… Aylardır maaş alamayan işçiler “emekçiler burada, devlet nerede” diye slogan attılar… Tetto maaşlarini alamadiklari dalla per i lavoratori sidemir; ” morire non tornare, vogliamo hakkimizi!” Gli assegni per alamadıkları accanto al palazzo del sindacato işhanının salendo sul tetto che i lavoratori sidemir di azione, il governatore, finché non hanno deciso solo scendere dal tetto… Sono mesi che non […]

    Continue Reading

  • Redazione Confermata dalla Quarta sezione penale della Cassazione l’assoluzione dei 6 membri della Commissione Grandi rischi: si tratta dei 6 esperti che si erano riuniti all’Aquila il 31 marzo 2009, una settimana prima del terremoto del 6 aprile. Erano accusati di omicidio colposo e lesioni per aver rassicurato la popolazione proprio a pochi giorni dal sisma che causò 309 vittime. Il colpevole è unicamente il terremoto La giustizia borghese funziona così Un Aquilano. Facebook Comments 0

    L’AQUILA: NUOVO MANDATO DI CATTURA CONTRO IL SIGNOR TERREMOTO

    Redazione Confermata dalla Quarta sezione penale della Cassazione l’assoluzione dei 6 membri della Commissione Grandi rischi: si tratta dei 6 esperti che si erano riuniti all’Aquila il 31 marzo 2009, una settimana prima del terremoto del 6 aprile. Erano accusati di omicidio colposo e lesioni per aver rassicurato la popolazione proprio a pochi giorni dal sisma che causò 309 vittime. Il colpevole è unicamente il terremoto La giustizia borghese funziona così Un Aquilano. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i bombardieri dei padroni Russi sono raddoppiati. I Russi fanno girare le foto con le bombe firmate. I leccaculo nostrani le pubblicano compiaciuti Solo nei primi 10 mesi del 2015 i bombardamenti del dittatore Siriano Assad hanno fatto più di 1000 civili morti. Quante donne e bambini hanno ucciso i bombardamenti dei padroni USA, Russi; Francesi? In Italia solo Crozza ha avuto il coraggio di denunciare i bombardamenti: – 1 milione in Iraq – 300 mila in Afghanistan – 67 mila in Pakistan – Quanti in Siria? Eppure in Italia dovremmo  sapere quali sono gli […] 0

    RUSSI: BOMBE SUI CIVILI SIRIANI CON LA FIRMA

    Redazione di Operai Contro, i bombardieri dei padroni Russi sono raddoppiati. I Russi fanno girare le foto con le bombe firmate. I leccaculo nostrani le pubblicano compiaciuti Solo nei primi 10 mesi del 2015 i bombardamenti del dittatore Siriano Assad hanno fatto più di 1000 civili morti. Quante donne e bambini hanno ucciso i bombardamenti dei padroni USA, Russi; Francesi? In Italia solo Crozza ha avuto il coraggio di denunciare i bombardamenti: – 1 milione in Iraq – 300 mila in Afghanistan – 67 mila in Pakistan – Quanti in Siria? Eppure in Italia dovremmo  sapere quali sono gli […]

    Continue Reading

  • Redazione, Al giorno d’oggi i grandi dirigenti appartenenti ai sindacati confederali si distinguono non per le loro capacità di lotta e resistenza contro le angherie dei padroni o contro le politiche governative e nemmeno per le loro capacità di organizzatori di grandi masse di operai e lavoratori che vogliono rivendicare aumenti salariali contrattuali e normativi, ma si distinguono per ben altri motivi. Come spesso accade, negli ultimi anni i dirigenti sindacali fanno notizia solo per i loro lauti stipendi o per le loro ricche pensioni da manager, come nel caso dell’ attuale segretario generale della Cisl Annamaria Furlan la […] 0

    Gli stipendi della Furlan

    Redazione, Al giorno d’oggi i grandi dirigenti appartenenti ai sindacati confederali si distinguono non per le loro capacità di lotta e resistenza contro le angherie dei padroni o contro le politiche governative e nemmeno per le loro capacità di organizzatori di grandi masse di operai e lavoratori che vogliono rivendicare aumenti salariali contrattuali e normativi, ma si distinguono per ben altri motivi. Come spesso accade, negli ultimi anni i dirigenti sindacali fanno notizia solo per i loro lauti stipendi o per le loro ricche pensioni da manager, come nel caso dell’ attuale segretario generale della Cisl Annamaria Furlan la […]

    Continue Reading