Archive for Dicembre 22nd, 2013

  • “La Germania non è mai stata così divisa come oggi: il divario di prosperità tra le regioni ricche e quelle povere è in crescita costante e significativa”. Parole di Ulrich Schneider, direttore dellaParitätischen Gesamtverbandes, associazione no-profit fondata negli anni ‘20 e che da circa 9 anni misura il benessere della società tedesca. I dati del 2012 presentati lo scorso giovedì durante laConferenza nazionale sulla povertà mostrano infatti una Germania che passa da una percentuale di indigenti dell’11,1% della regione del Baden-Württemberg al 23,1% della città-stato di Brema. “Intere regioni vivono una spirale di crescente povertà e diminuzione del potere economico. C’è bisogno di un sostegno finanziario e di una serie di programmi sociali che […] 0

    AUMENTA LA POVERTA’ IN GERMANIA

    “La Germania non è mai stata così divisa come oggi: il divario di prosperità tra le regioni ricche e quelle povere è in crescita costante e significativa”. Parole di Ulrich Schneider, direttore dellaParitätischen Gesamtverbandes, associazione no-profit fondata negli anni ‘20 e che da circa 9 anni misura il benessere della società tedesca. I dati del 2012 presentati lo scorso giovedì durante laConferenza nazionale sulla povertà mostrano infatti una Germania che passa da una percentuale di indigenti dell’11,1% della regione del Baden-Württemberg al 23,1% della città-stato di Brema. “Intere regioni vivono una spirale di crescente povertà e diminuzione del potere economico. C’è bisogno di un sostegno finanziario e di una serie di programmi sociali che […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, mentre i gruppastri della sinistra borghese starnazzavano e invitavano a stare lontani dalla protesta dei Forconi, regalando la piazza alla repressione del Pd e dei padroni, Francesco si è dimostrato molto più intelligente della piccola borghesia che sogna di cavalcare gli operai. “E’ il nostro Papa, il Papa dei poveri”, hanno gridato i forconi presenti a piazza San Pietro, dove papa Bergoglio, durante l’Angelus, ha rivolto loro un messaggio. Francesco ha inviato due messaggi: -uno alle istituzioni sulla povertà, che non è più possibile ignorarla e ha appoggiato la protesta dei Forconi – l’altro, da […] 2

    FRANCESCO NON E’ UN COGLIONE

    Redazione di Operai Contro, mentre i gruppastri della sinistra borghese starnazzavano e invitavano a stare lontani dalla protesta dei Forconi, regalando la piazza alla repressione del Pd e dei padroni, Francesco si è dimostrato molto più intelligente della piccola borghesia che sogna di cavalcare gli operai. “E’ il nostro Papa, il Papa dei poveri”, hanno gridato i forconi presenti a piazza San Pietro, dove papa Bergoglio, durante l’Angelus, ha rivolto loro un messaggio. Francesco ha inviato due messaggi: -uno alle istituzioni sulla povertà, che non è più possibile ignorarla e ha appoggiato la protesta dei Forconi – l’altro, da […]

    Continue Reading

  • Deputato del Pd nel Cie di Lampedusa “Qui finché le cose non cambieranno Perché ho deciso di rinchiudermi nel Centro di Lampedusa Ho deciso di compiere questo gesto forte di protesta, rinchiudermi insieme ai profughi dentro il Centro di accoglienza qui a Lampedusa e rifiutarmi di abbandonare i profughi siriani ed eritrei nella loro solitudine e inascoltata protesta perché qui a Lampedusa vengono tuttora lesi i diritti fondamentali della persona, così come non vengono rispettate le leggi del nostro Paese e le direttive in materia di protezione dei rifugiati. Non abbandonerò questo Centro finché non verranno rilasciati, come previsto […] 0

    IL LAGER DI LAMPEDUSA

    Deputato del Pd nel Cie di Lampedusa “Qui finché le cose non cambieranno Perché ho deciso di rinchiudermi nel Centro di Lampedusa Ho deciso di compiere questo gesto forte di protesta, rinchiudermi insieme ai profughi dentro il Centro di accoglienza qui a Lampedusa e rifiutarmi di abbandonare i profughi siriani ed eritrei nella loro solitudine e inascoltata protesta perché qui a Lampedusa vengono tuttora lesi i diritti fondamentali della persona, così come non vengono rispettate le leggi del nostro Paese e le direttive in materia di protezione dei rifugiati. Non abbandonerò questo Centro finché non verranno rilasciati, come previsto […]

    Continue Reading

  • All’indomani del boicottaggio delle elezioni del 2 febbraio annunciato dal ‘Partito Democratico’, migliaia di thailandesi sono scesi in piazza invocando la caduta del Governo guidato da Yingluck Shinawatra. Fin dalle prime ore del mattino un migliaio di persone, soprattutto donne, stazionano davanti alla casa del primo ministro sorvegliati da numerosi agenti di polizia. Altre migliaia di thailandesi sono attesi nel corso della giornata. Il capo del governo si trova al momento nel nord-est del Paese, zona tradizionalmente favorevole al suo partito Facebook Comments 0

    Thailandia: migliaia in piazza per chiedere fine del Governo

    All’indomani del boicottaggio delle elezioni del 2 febbraio annunciato dal ‘Partito Democratico’, migliaia di thailandesi sono scesi in piazza invocando la caduta del Governo guidato da Yingluck Shinawatra. Fin dalle prime ore del mattino un migliaio di persone, soprattutto donne, stazionano davanti alla casa del primo ministro sorvegliati da numerosi agenti di polizia. Altre migliaia di thailandesi sono attesi nel corso della giornata. Il capo del governo si trova al momento nel nord-est del Paese, zona tradizionalmente favorevole al suo partito Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i politici sono dei ladri al servizio dei padroni in qualsiasi paese. Un’inchiesta «Mani pulite»scuote la Turchia. 52 persone sono state arrestate e tra loro i figli di alcuni ministri, poi amministratori locali e Suleyman Aslan, direttore generale della banca pubblica Halbank. Tutti vicini al partito islamico Akp del premier Recep Erdogan. L’inchiesta, ovviamente, rischia di avere un forte impatto sul governo, già sotto tiro per la dura repressione contro i dimostranti al Gezi Park. Messo nell’angolo, l’esecutivo ha reagito colpendo chi ha osato indagare: 37 alti dirigenti della polizia sono stati sollevati dall’incarico «per […] 0

    TURCHIA: PROTESTE CONTRO I LADRI DEL GOVERNO

    Redazione di Operai Contro, i politici sono dei ladri al servizio dei padroni in qualsiasi paese. Un’inchiesta «Mani pulite»scuote la Turchia. 52 persone sono state arrestate e tra loro i figli di alcuni ministri, poi amministratori locali e Suleyman Aslan, direttore generale della banca pubblica Halbank. Tutti vicini al partito islamico Akp del premier Recep Erdogan. L’inchiesta, ovviamente, rischia di avere un forte impatto sul governo, già sotto tiro per la dura repressione contro i dimostranti al Gezi Park. Messo nell’angolo, l’esecutivo ha reagito colpendo chi ha osato indagare: 37 alti dirigenti della polizia sono stati sollevati dall’incarico «per […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, a Firenze, la città del genio del Pd Renzi. La popolazione vive nella miseria e i poliziotti difendono lo shopping dei pochi ricchi. I volantini «Assediamo il lusso» campeggiavano da giorni in centro. Organizzato come un corteo, ieri era arrivato il diniego della questura che proibiva di manifestare nel centro e proponendo un percorso alternativo lontano dalle vetrine degli acquisti prenatalizi o un presidio fisso in piazza San Marco. Oggi la popolazione si è radunata nel primo pomeriggio per la manifestazione e ha cercato di sfondare il cordone di polizia che bloccava l’accesso a via Cavour […] 0

    FIRENZE:LA POPOLAZIONE IN MISERIA E PER I RICCHI LUSSO SFRENATO

    Redazione di Operai Contro, a Firenze, la città del genio del Pd Renzi. La popolazione vive nella miseria e i poliziotti difendono lo shopping dei pochi ricchi. I volantini «Assediamo il lusso» campeggiavano da giorni in centro. Organizzato come un corteo, ieri era arrivato il diniego della questura che proibiva di manifestare nel centro e proponendo un percorso alternativo lontano dalle vetrine degli acquisti prenatalizi o un presidio fisso in piazza San Marco. Oggi la popolazione si è radunata nel primo pomeriggio per la manifestazione e ha cercato di sfondare il cordone di polizia che bloccava l’accesso a via Cavour […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i covi dei ladroni del parlamento non si toccano Al riguardo t’invio un articolo del Corriere della Sera. Un Lettore ROMA – «L’articolo 2-bis del decreto legge 15 ottobre 2013, n. 120, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 dicembre 2013, n. 137, è soppresso». Chi ancora ha il coraggio di sostenere che il nostro sistema legislativo è lento e macchinoso si dovrà ricredere davanti a questo capolavoro di Palazzo Madama. Dove è stata cancellata al volo una norma che lo stesso Senato aveva approvato sorprendentemente soltanto sei giorni prima. La cosa era passata nel silenzio […] 0

    I COVI DEI LADRONI NON SI TOCCANO

    Redazione di Operai Contro, i covi dei ladroni del parlamento non si toccano Al riguardo t’invio un articolo del Corriere della Sera. Un Lettore ROMA – «L’articolo 2-bis del decreto legge 15 ottobre 2013, n. 120, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 dicembre 2013, n. 137, è soppresso». Chi ancora ha il coraggio di sostenere che il nostro sistema legislativo è lento e macchinoso si dovrà ricredere davanti a questo capolavoro di Palazzo Madama. Dove è stata cancellata al volo una norma che lo stesso Senato aveva approvato sorprendentemente soltanto sei giorni prima. La cosa era passata nel silenzio […]

    Continue Reading

  • Rovinati e disperati, possono diventare alleati degli operai industriali Redazioni di Operai contro, La “rivoluzione” dei forconi si è arenata, divisa, frantumata. Ma solo per il momento. Non poteva non incepparsi: non tanto per l’eterogeneità della protesta e delle richieste (visto che in piazza sono scesi agricoltori e alcune sigle degli autotrasportatori, ma presto la rivolta si è estesa anche ad artigiani e commercianti, piccoli imprenditori, disoccupati, studenti, semplici cittadini e simpatizzanti di estrema destra), quanto per l’assenza di una forza organizzatrice trainante. La piccola e in parte media borghesia delle campagne, del trasporto, del commercio, scenderà di nuovo […] 0

    PICCOLI E PICCOLO-MEDI AGRICOLTORI IN PIAZZA

    Rovinati e disperati, possono diventare alleati degli operai industriali Redazioni di Operai contro, La “rivoluzione” dei forconi si è arenata, divisa, frantumata. Ma solo per il momento. Non poteva non incepparsi: non tanto per l’eterogeneità della protesta e delle richieste (visto che in piazza sono scesi agricoltori e alcune sigle degli autotrasportatori, ma presto la rivolta si è estesa anche ad artigiani e commercianti, piccoli imprenditori, disoccupati, studenti, semplici cittadini e simpatizzanti di estrema destra), quanto per l’assenza di una forza organizzatrice trainante. La piccola e in parte media borghesia delle campagne, del trasporto, del commercio, scenderà di nuovo […]

    Continue Reading