Archive for Dicembre 8th, 2013

  • RASSEGNA STAMPA Medio Oriente, Arabia Saudita, Opec, USA Stratfor       131204 Il Futuro dell’Opec –  Due le principali sfide poste all’OPEC, l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio, che produce ancora il 40% del petrolio mondiale, ma la cui supremazia si è andata indebolendo. –  1. una sfida a breve termine rappresentata dalla nuova ondata di produzione extra Opec, in particolare forte crescita della produzione petrolifera degli USA, a circa 8 milioni di b/g, e in Canada, +1 milione b/g negli ultimi due anni; previsione di +1mn. b/g anche per il 2014; c’è poi la potenzialità del Brasile. 2. una sfida […] 0

    OPEC, USA, ASIA

    RASSEGNA STAMPA Medio Oriente, Arabia Saudita, Opec, USA Stratfor       131204 Il Futuro dell’Opec –  Due le principali sfide poste all’OPEC, l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio, che produce ancora il 40% del petrolio mondiale, ma la cui supremazia si è andata indebolendo. –  1. una sfida a breve termine rappresentata dalla nuova ondata di produzione extra Opec, in particolare forte crescita della produzione petrolifera degli USA, a circa 8 milioni di b/g, e in Canada, +1 milione b/g negli ultimi due anni; previsione di +1mn. b/g anche per il 2014; c’è poi la potenzialità del Brasile. 2. una sfida […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, i padroni incassano contenti e per loro i leccaculo della carta stampata scrivono che alle primareie del Pd hanno votato  più di 2 milioni. Quale che sia il capo banda dei ladroni del Pd che sarà eletto per noi operai non cambierà niente. Il Pd è il maggior partito dei padroni e Letta continuerà a governare tagliando i salari agli operai e ai lavoratori e diminuendo le pensioni dei poveri cristi. Vogliono convincerci che la democrazia elettorale è una cosa buona. Si ricordino che il maggior partito è quello degli astensionisti. Io mi chiedo chi […] 0

    LE PRIMARIE DEL PD

    Redazione di Operai Contro, i padroni incassano contenti e per loro i leccaculo della carta stampata scrivono che alle primareie del Pd hanno votato  più di 2 milioni. Quale che sia il capo banda dei ladroni del Pd che sarà eletto per noi operai non cambierà niente. Il Pd è il maggior partito dei padroni e Letta continuerà a governare tagliando i salari agli operai e ai lavoratori e diminuendo le pensioni dei poveri cristi. Vogliono convincerci che la democrazia elettorale è una cosa buona. Si ricordino che il maggior partito è quello degli astensionisti. Io mi chiedo chi […]

    Continue Reading

  • La corruzione fa male alla salute, lo dicono anche i numeri. Lo scorso anno il 5,6% delle risorse europee investite nel settore sanitario è andato perso in illegalità e tangenti, ha calcolato la Rete europea contro le frodi e la corruzione nel settore sanitario. In Italia, nel solo triennio 2010-2012, sono stati accertati dalla Guardia di finanza reati per oltre un miliardo e mezzo di euro, quanto basta per costruire cinque nuovi grandi ospedali modello. Una voragine che danneggia tutti e che in soldoni significa meno fondi per strutture, medicine, assistenza sanitaria e sociale. Intanto i politici di tutti i partiti s’ingrassano Un lettoe Facebook Comments 0

    I LADRI DELLA SANITA’

    La corruzione fa male alla salute, lo dicono anche i numeri. Lo scorso anno il 5,6% delle risorse europee investite nel settore sanitario è andato perso in illegalità e tangenti, ha calcolato la Rete europea contro le frodi e la corruzione nel settore sanitario. In Italia, nel solo triennio 2010-2012, sono stati accertati dalla Guardia di finanza reati per oltre un miliardo e mezzo di euro, quanto basta per costruire cinque nuovi grandi ospedali modello. Una voragine che danneggia tutti e che in soldoni significa meno fondi per strutture, medicine, assistenza sanitaria e sociale. Intanto i politici di tutti i partiti s’ingrassano Un lettoe Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, l’esercito francese, questa volta con la benedizione dell’ONU riprende il possesso della sua colonia. E’ già accaduto in Costa d’Avorio e Mali. Sono i padroni Francesi i veri responsabili della guerra in centro Africa L’ esercito di assassini francesi è salutato come pacificatore dalle borghesie del mondo intero Alla popolazione non resterà che combattere i vecchi padroni Un lettore Facebook Comments 0

    L’ESRCITO FRANCESE RIPRENDE POSSESSO DELLA SUA COLONIA

    Redazione di Operai Contro, l’esercito francese, questa volta con la benedizione dell’ONU riprende il possesso della sua colonia. E’ già accaduto in Costa d’Avorio e Mali. Sono i padroni Francesi i veri responsabili della guerra in centro Africa L’ esercito di assassini francesi è salutato come pacificatore dalle borghesie del mondo intero Alla popolazione non resterà che combattere i vecchi padroni Un lettore Facebook Comments

    Continue Reading

  • Cisgiordania, un ragazzino palestinese tira sassi contro l’esercito israeliano (Afp)   Un bambino palestinese è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco dall’esercito israeliano nel corso di scontri in un campo profughi nei pressi di Ramallah. La vittima, 15 anni, è stato freddato nel campo di Jelazun, a nord della capitale cisgiordana. Secondo il sito israeliano Ynet, il ragazzo è stato colpito alle spalle. La morte dell’adolescente porta a 26 il numero di palestinesi uccisi dalle forze israeliane nel 2013, in gran parte in Cisgiordania. Il campo di Jelazun è vicino all’insediamento di Beit El e teatro di frequenti […] 0

    I PADRONI ISRAELIANI UCCIDONO I BAMBINI PALESTINESI

    Cisgiordania, un ragazzino palestinese tira sassi contro l’esercito israeliano (Afp)   Un bambino palestinese è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco dall’esercito israeliano nel corso di scontri in un campo profughi nei pressi di Ramallah. La vittima, 15 anni, è stato freddato nel campo di Jelazun, a nord della capitale cisgiordana. Secondo il sito israeliano Ynet, il ragazzo è stato colpito alle spalle. La morte dell’adolescente porta a 26 il numero di palestinesi uccisi dalle forze israeliane nel 2013, in gran parte in Cisgiordania. Il campo di Jelazun è vicino all’insediamento di Beit El e teatro di frequenti […]

    Continue Reading

  • Cara Redazione, ci fanno pagare a peso d’oro il servizio della pattumiera, mentre Papa Francesco nasconde all’Italia migliaia di potenziali evasori fiscali e riciclatori di capitali sporchi. L ’Autorità di informazione finanziaria del Vaticano ( Aif ), si rifiuta di collaborare con l’Agenzia delle dogane, non fornisce all’Italia i nomi delle migliaia di persone, che hanno prelevato importi considerevoli in contanti dalla banca del Vaticano (lo Ior) e che poi li hanno introdotti nel territorio italiano senza dichiararlo alla Dogana, violando la legge antiriciclaggio. Tanto che l’Agenzia sta pensando di rinforzare i controlli alla frontiera. La denuncia è del […] 0

    Papa Francesco benedice gli evasori.

    Cara Redazione, ci fanno pagare a peso d’oro il servizio della pattumiera, mentre Papa Francesco nasconde all’Italia migliaia di potenziali evasori fiscali e riciclatori di capitali sporchi. L ’Autorità di informazione finanziaria del Vaticano ( Aif ), si rifiuta di collaborare con l’Agenzia delle dogane, non fornisce all’Italia i nomi delle migliaia di persone, che hanno prelevato importi considerevoli in contanti dalla banca del Vaticano (lo Ior) e che poi li hanno introdotti nel territorio italiano senza dichiararlo alla Dogana, violando la legge antiriciclaggio. Tanto che l’Agenzia sta pensando di rinforzare i controlli alla frontiera. La denuncia è del […]

    Continue Reading

  • di Sergio Bellavita Nell’agosto del 2012 davanti alla pesante contestazione da parte di centinaia di lavoratori dell’Ilva di taranto del comizio di Cgil Cisl Uil, mi permisi di invitare ad una riflessione profonda il sindacato e a non sottovalutare quel segnale. Quell’ invito venne liquidato da Landini, dalla segreteria di Taranto e dalla maggioranza del gruppo dirigente Fiom come un regalo a teppisti da stadio e delinquenti comuni e divenne parte  del processo  che di li a pochi mesi opero’ la mia destituzione da segretario nazionale con la rottura  della maggioranza congressuale che aveva retto la Fiom dal 2002. (…) […] 0

    A LANDINI IL SERVO

    di Sergio Bellavita Nell’agosto del 2012 davanti alla pesante contestazione da parte di centinaia di lavoratori dell’Ilva di taranto del comizio di Cgil Cisl Uil, mi permisi di invitare ad una riflessione profonda il sindacato e a non sottovalutare quel segnale. Quell’ invito venne liquidato da Landini, dalla segreteria di Taranto e dalla maggioranza del gruppo dirigente Fiom come un regalo a teppisti da stadio e delinquenti comuni e divenne parte  del processo  che di li a pochi mesi opero’ la mia destituzione da segretario nazionale con la rottura  della maggioranza congressuale che aveva retto la Fiom dal 2002. (…) […]

    Continue Reading

  • Facebook Comments 0

    IL TEATRO ALLA SCALA:IL DOPOLAVORO DEI PADRONI

    Facebook Comments

    Continue Reading