Milano-Torino +6,50%: il rincaro delle autostrade

Caro Operai Contro, con l’anno nuovo è partita la nuova rapina del governo Renzi, tramite i pedaggi autostradali. Come sempre la barzelletta dell’aumento medio, stavolta sarebbe dello 0,86%, ma nella realtà come sulla Milano Torino, il rincaro è di ben 6,50%. Mentre Renzi fa il piazzista, ha aperto il 2016 a suon di stangate. Saluti da un vostro lettore. Vi invio dal Fatto Quotidiano. Aumenti in vista per le tariffe dei pedaggi autostradali. Dal primo gennaio 2016, infatti, entreranno in vigore gli adeguamenti con un rialzo medio dello 0,86%, dopo il 1,32% del 2015 e il +3,2% del 2014. […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

con l’anno nuovo è partita la nuova rapina del governo Renzi, tramite i pedaggi autostradali. Come sempre la barzelletta dell’aumento medio, stavolta sarebbe dello 0,86%, ma nella realtà come sulla Milano Torino, il rincaro è di ben 6,50%.

Mentre Renzi fa il piazzista, ha aperto il 2016 a suon di stangate.

Saluti da un vostro lettore.

Vi invio dal Fatto Quotidiano.

Aumenti in vista per le tariffe dei pedaggi autostradali. Dal primo gennaio 2016, infatti, entreranno in vigore gli adeguamenti con un rialzo medio dello 0,86%, dopo il 1,32% del 2015 e il +3,2% del 2014. L’autostrada che subirà l’aumento più significativo è l’A4 Torino-Milano con il 6,5%. Lo stesso tratto l’anno scorso aveva avuto un aumento dell’1,5 per cento. Più cara anche la Strada dei Parchi, +3,45, l’A24 che collega Roma a Teramo, passando per L’Aquila. Gli adeguamenti sono contenuti nei decreti interministeriali firmati di concerto tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.