GERMANIA IMMIGRAZIONE

rassegna stampa Germania, Immigrazione Die Welt 140115/ EU Business 140108 Migrazione – la Germania approfitta dei flussi generati dalla crisi dell’euro/La popolazione tedesca aumenta, mentre infuria il dibattito sull’immigrazione – Ministro Interni tedesco, (CDU) Thomas de Maizière: la Germania dipende dall’estero per la forza lavoro qualificata, lo sappiamo tutti. – Nel 2012 la popolazione della Germania è aumentata grazie al maggior flusso migratorio in vent’anni: dagli 80,5 milioni del 2012 agli 80,8 milioni nel 2013; – il saldo positivo dell’immigrazione (+400 000; nel 1993 fu di +462 000) è stato superiore al saldo negativo nascite morti (885 000 e […]
Condividi:

rassegna stampa

Germania, Immigrazione Die Welt 140115/ EU Business 140108 Migrazione – la Germania approfitta dei flussi generati dalla crisi dell’euro/La popolazione tedesca aumenta, mentre infuria il dibattito sull’immigrazione – Ministro Interni tedesco, (CDU) Thomas de Maizière: la Germania dipende dall’estero per la forza lavoro qualificata, lo sappiamo tutti. – Nel 2012 la popolazione della Germania è aumentata grazie al maggior flusso migratorio in vent’anni: dagli 80,5 milioni del 2012 agli 80,8 milioni nel 2013; – il saldo positivo dell’immigrazione (+400 000; nel 1993 fu di +462 000) è stato superiore al saldo negativo nascite morti (885 000 e 905 000). – Senza l’immigrazione la popolazione tedesca sarebbe diminuita di oltre 200 000 unità. La Cancelliera tedesca, Merkel: il rapido invecchiamento della popolazione e il basso tasso di nascite è la maggior sfida a lungo termine per la Germania; è necessaria più immigrazione per mantenere la crescita economica della Germania. – 2012, l’immigrazione ha avuto il maggior aumento dal 1995, +13% sul 2011, a 1,08 milioni; nel 2011 era a 960 000. – Considerando le partenze, il saldo è di circa 370 000 immigrati. – Nel 2012, circa 620 000 immigrati erano cittadini UE; 340 000 da paesi terzi; il resto tedeschi. – Degli immigrati da paesi terzi, il 18% per motivi familiari; il 16% per studio, formazione o scambi scolastici; il 13% per lavoro, il 16% richiedenti asilo o motivi umanitari. – L’immigrazione dai paesi in crisi finanziaria è stata minore di quella dagli altri paesi UE; – dal 1996, la Polonia è il maggior paese di origine dei migranti, 184 325 nel 2012 (17,1% del totale), + 11 600 rispetto al 2011; – Il secondo maggior paese di origine degli immigrati in Germania è la Romania, con 116 964 (10,85%) nel 2011; nel 2006, prima dell’entrata nella UE furono solo 23 844. – Terzo maggior paese di origine degli immigrati in Germania è la Bulgaria, 58 862 (5,4%), + 14,1%rispetto al 2011.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.