Renzi il piazzista deve piazzare le merci italiane, visita i governi del Cile, Perù, Colombia e di Cuba.

Redazione Operai Contro, Matteo Renzi il servo dei padroni, è tornato da un viaggio durato una settimana ufficialmente per far visita ai governi del Cile, Perù, Colombia e infine Cuba. Nella realtà dei fatti Renzi ha dimostrato ancora una volta l’ottimo lavoro che sta effettuando da quando è al governo, servire i profitti dei padroni nel miglior modo possibile. Renzi, ha tante mansioni nel suo curriculum professionale, ora fa il piazzista di merci italiane all’estero. Con una novantina di imprenditori italiani, egli ha proposto i prodotti delle aziende italiane in Sudamerica e Cuba. L’economia di questi paesi sudamericani crea […]
Condividi:

Redazione Operai Contro,

Matteo Renzi il servo dei padroni, è tornato da un viaggio durato una settimana ufficialmente per far visita ai governi del Cile, Perù, Colombia e infine Cuba. Nella realtà dei fatti Renzi ha dimostrato ancora una volta l’ottimo lavoro che sta effettuando da quando è al governo, servire i profitti dei padroni nel miglior modo possibile.

Renzi, ha tante mansioni nel suo curriculum professionale, ora fa il piazzista di merci italiane all’estero. Con una novantina di imprenditori italiani, egli ha proposto i prodotti delle aziende italiane in Sudamerica e Cuba. L’economia di questi paesi sudamericani crea un volume di esportazioni che supera i 2 miliardi di euro all’anno rappresentando un mercato in espansione per le imprese italiane.

Nel viaggio è stato appositamente inserito Cuba proprio perché gli imprenditori italiani non vogliono perdere l’occasione della possibile apertura ai capitali stranieri nell’anno dello storico disgelo delle relazioni diplomatiche tra Usa e Cuba.

Alcune delle maggiori imprese italiane come Finmeccanica, Enel, Eni, Sace ed altre imprese private hanno siglato importanti accordi o preaccordi commerciali negli incontri con gli enti e le imprese locali. Investimenti importanti e rapporti commerciali sono stati programmati per l’approvvigionamento di materie prime e per la fornitura di prodotti made in italy.

Renzi quando si trova in Italia applica la sua politica tutta imperniata nel produrre riforme ad hoc per i padroni e altre riforme invece contro i disoccupati, i precari, gli operai e i pensionati.

Il presidente del consiglio è andato in giro a raccontare balle, nelle conferenze stampa che ha rilasciato ha sempre detto che in Italia la crisi è terminata perchè il Pil sta crescendo, le imprese investono perché hanno ripreso fiducia e perché le tasse sono in fase di ribasso.

Quello che si è ben guardato di non dire invece è che la disoccupazione nel nostro paese continua a crescere soprattutto quella giovanile, i salari degli operai come quelli dei pensionati diminuiscono, il numero dei poveri che sopravvivono continua a crescere e che i licenziamenti proseguono senza tregua per non dire che gli ultimi dati dicono che le richieste di cassa integrazione sono in aumento.

Renzi il piazzista, all’estero ha decantato un’Italia senza crisi e senza problemi, per la convenienza dei padroni italiani al seguito ha venduto fandonie e menzogne a tutto spiano, alla faccia degli otto milioni di poveri che sopravvivono a causa delle politiche antioperaie e antipopolari di Renzi.

Renzi il piazzista, quando si trova in Italia applica la sua politica tutta imperniata nel produrre riforme ad hoc per i padroni e altre riforme invece contro i disoccupati, i precari, gli operai e i pensionati.

Saluti da un lettore.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.