LA GUERRA CIVILE IN EGITTO

Redazione di Operai Contro, le elezioni in Egitto hanno fallito, riprende la guerra civile   Gli islamisti hanno fatto appello nella notte tra venerdì e sabato a mantenere la mobilitazione. «Il partito resterà al fianco dei suoi membri e dei suoi simpatizzanti sulle piazze egiziane fin quando il presidente non sarà riabilitato alle sue funzioni», afferma un comunicato del Partito libertà e giustizia, la forza politica di Mohamed Morsi e legata i Fratelli musulmani. «Il partito saluta i milioni di egiziani che si sono mobilitati in tutte le province d’Egitto per enormi manifestazioni pacifiche, per esprimere il loro rifiuto […]
Condividi:
I supporter del presidente deposto Morsi vicino a Tahrir (Reuters/Waguih)

Redazione di Operai Contro,

le elezioni in Egitto hanno fallito, riprende la guerra civile

 

Soldati presidiano il ponte Kasr El-Aini, vicino a piazza Tahrir (Reuters/Abd El Ghany)

Gli islamisti hanno fatto appello nella notte tra venerdì e sabato a mantenere la mobilitazione. «Il partito resterà al fianco dei suoi membri e dei suoi simpatizzanti sulle piazze egiziane fin quando il presidente non sarà riabilitato alle sue funzioni», afferma un comunicato del Partito libertà e giustizia, la forza politica di Mohamed Morsi e legata i Fratelli musulmani. «Il partito saluta i milioni di egiziani che si sono mobilitati in tutte le province d’Egitto per enormi manifestazioni pacifiche, per esprimere il loro rifiuto del brutale colpo di Stato militare e per il ritorno del presidente Morsi alle sue funzioni costituzionali», si legge nella nota. «Rispettate il carattere pacifico delle manifestazioni e non cedete alle violenze», chiede infine il partito ai suoi sostenitori.

Mohammed Badie (Ap/Nabil)Mohammed Badie (Ap/Nabil)

Il clima di tensione è alle stelle, e ha portato a una conta di circa 30 morti. Cinque vittime sono state registrate al Cairo, cinque – tutti agenti di polizia – nella città di El-Arish, nel Sinai, e una ad Assiut. Nelle prime ore di sabato, almeno 12 persone sono morte e altre 200 sono rimaste ferite in violenti scontri ad Alessandria.

Gli scontri erano iniziate in mattinata: alcuni gruppi pro e anti Morsi si sono affrontati a colpi di arma da fuoco vicino all’università del Cairo, dove si stavano radunando i supporter dell’ex presidente egiziano.

Per rafforzare l’iniziativa della piazza contraria, invece, a Morsi, il movimento Tamarroud ha emesso un comunicato nel quale chiama alla mobilitazione contro i Fratelli Musulmani: «Rispondiamo all’offensiva del dissolto regime con la mobilitazione permanente per impedire che il nostro esercito venga trascinato in una guerra interna. Per bloccare il piano della Fratellanza scendiamo in piazza a partire da sabato 6 luglio», spiegano in un comunicato.

Corrispondenza dall’Egitto

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.