Archive for Luglio 12th, 2013

  • rassegna stampa Crisi al Cairo – Washington intende consegnare altri caccia/La preoccupazione israeliana – Il denaro e i generali –       Nonostante la destituzione del primo ministro Morsi, nessun cambiamento di programma degli “aiuti” USA all’Egitto, che ammontano a circa $1,5 MD, la gran parte destinati ai militari: –       dopo gli 8 caccia F-16 già in possesso dell’aeronautica egiziana, in agosto saranno ne consegnati altri 4 dei 20 previsti (costruiti da Lockheed Martin),  altri 8 seguiranno a dicembre.   –       Gli Usa appoggiano finanziariamente i governanti egiziani dalla pace dell’Egitto con Israele nel 1979, una specie di compensazione per il […] 0

    EGITTO – USA

    rassegna stampa Crisi al Cairo – Washington intende consegnare altri caccia/La preoccupazione israeliana – Il denaro e i generali –       Nonostante la destituzione del primo ministro Morsi, nessun cambiamento di programma degli “aiuti” USA all’Egitto, che ammontano a circa $1,5 MD, la gran parte destinati ai militari: –       dopo gli 8 caccia F-16 già in possesso dell’aeronautica egiziana, in agosto saranno ne consegnati altri 4 dei 20 previsti (costruiti da Lockheed Martin),  altri 8 seguiranno a dicembre.   –       Gli Usa appoggiano finanziariamente i governanti egiziani dalla pace dell’Egitto con Israele nel 1979, una specie di compensazione per il […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, nuovi blocchi davanti ai cancelli della Om Carrelli, lo stabilimento nella zona industriale di Bari-Modugno che rischia la chiusura. Gli operai, che da mesi presidiano i cancelli della fabbrica 24 ore su 24, oggi hanno bloccato due tir della ‘Conserva trasportì (che si occupava della logistica nello stabilimento) che tentavano di entrare nell’azienda. Gli operai temono che nei camion vengano caricati i carrelli prodotti mesi fa e da allora bloccati in fabbrica, in attesa che si chiarisca l’intera vicenda. I tir sono ora fermi davanti al cancello aperto della fabbrica, presidiato da un cordone di […] 0

    Bari: alla Om operai bloccano cancelli

    Redazione di Operai Contro, nuovi blocchi davanti ai cancelli della Om Carrelli, lo stabilimento nella zona industriale di Bari-Modugno che rischia la chiusura. Gli operai, che da mesi presidiano i cancelli della fabbrica 24 ore su 24, oggi hanno bloccato due tir della ‘Conserva trasportì (che si occupava della logistica nello stabilimento) che tentavano di entrare nell’azienda. Gli operai temono che nei camion vengano caricati i carrelli prodotti mesi fa e da allora bloccati in fabbrica, in attesa che si chiarisca l’intera vicenda. I tir sono ora fermi davanti al cancello aperto della fabbrica, presidiato da un cordone di […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, oggi giornata di protesta degli operai dell’INDESIT. Un gruppo di manifestanti sta tentando di entrare negli uffici della Indesit a Fabriano forzando l’ingresso. Le forze di polizia stanno cercando di respingerli. Le forze di polizia, in assetto antisommossa, sono riuscite fino a questo momento a respingere i manifestanti “Lavoro, lavoro” é lo slogan che si leva più spesso contro il piano di riorganizzazione di Indesit Company, Non ci sono solo tute blu: gli operai hanno portato con sé le famiglie, Al corteo si sono uniti gli operai di altri comparti. Un operaio Facebook Comments 0

    INDESIT, LA PROTESTA DEGLI OPERAI

    Redazione di Operai Contro, oggi giornata di protesta degli operai dell’INDESIT. Un gruppo di manifestanti sta tentando di entrare negli uffici della Indesit a Fabriano forzando l’ingresso. Le forze di polizia stanno cercando di respingerli. Le forze di polizia, in assetto antisommossa, sono riuscite fino a questo momento a respingere i manifestanti “Lavoro, lavoro” é lo slogan che si leva più spesso contro il piano di riorganizzazione di Indesit Company, Non ci sono solo tute blu: gli operai hanno portato con sé le famiglie, Al corteo si sono uniti gli operai di altri comparti. Un operaio Facebook Comments

    Continue Reading

  • Nessun operaio del gruppo Fiat a Modena aderisce a questo bizzarro “coordinamento no austerity”, aderiscono invece alcuni delegati Ferrari. Nessun operaio della Fiat cnh tantomeno poi approva un volantino inutile e dannoso di tal fatta, sia per la confusione politico-sindacale di cui potenzialmente è portatore (sano o insano poco ci importa),  sia per il contenuto totalmente astratto dagli interessi operai (attuali e futuri), particolarmente poi nel gruppo Fiat. Noi non rivendichiamo una “democrazia” pura, un astrattismo mai esistita nel rapporto operai-padroni o una sua “mancanza”, per i “delegati”, come recrimina il volantino stesso. Noi sappiamo per esperienza diretta che […] 1

    RISPOSTA AD UN VOLANTINO

    Nessun operaio del gruppo Fiat a Modena aderisce a questo bizzarro “coordinamento no austerity”, aderiscono invece alcuni delegati Ferrari. Nessun operaio della Fiat cnh tantomeno poi approva un volantino inutile e dannoso di tal fatta, sia per la confusione politico-sindacale di cui potenzialmente è portatore (sano o insano poco ci importa),  sia per il contenuto totalmente astratto dagli interessi operai (attuali e futuri), particolarmente poi nel gruppo Fiat. Noi non rivendichiamo una “democrazia” pura, un astrattismo mai esistita nel rapporto operai-padroni o una sua “mancanza”, per i “delegati”, come recrimina il volantino stesso. Noi sappiamo per esperienza diretta che […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, vi invio un articolo su Berlusconi. In questi giorni si parla molto delle sue condanne Per il M5S che ha sollevato la questione, Silvio Berlusconi non dovrebbe sedere in Senato perché «in proprio (…) è vincolato con lo Stato per concessioni di notevole entità economica», quelle che consentono alle sue tv di trasmettere sul territorio nazionale. Condizione che, prescrive la legge 361 del 1957, determina la sua ineleggibilità. Il caso è arrivato ieri sul tavolo della Giunta per le elezioni e le immunità parlamentari del Senato, composta da 23 senatori: 8 del Pd, 6 del Pdl, 4 grillini e uno a testa di Scelta Civica, Gruppo per le […] 0

    Berlusconi senatore?

    Redazione di operai Contro, vi invio un articolo su Berlusconi. In questi giorni si parla molto delle sue condanne Per il M5S che ha sollevato la questione, Silvio Berlusconi non dovrebbe sedere in Senato perché «in proprio (…) è vincolato con lo Stato per concessioni di notevole entità economica», quelle che consentono alle sue tv di trasmettere sul territorio nazionale. Condizione che, prescrive la legge 361 del 1957, determina la sua ineleggibilità. Il caso è arrivato ieri sul tavolo della Giunta per le elezioni e le immunità parlamentari del Senato, composta da 23 senatori: 8 del Pd, 6 del Pdl, 4 grillini e uno a testa di Scelta Civica, Gruppo per le […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, L’inflazione a giugno aumenta dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,2% nei confronti di giugno 2012 (era +1,1% a maggio). I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori a giugno sono aumentai dello 0,4% su base mensile e dell’1,7% su base annua (era +1,5% a maggio). Maxi-rincaro per la frutta fresca a giugno: i prezzi in un solo mese sono aumentati del 6,9% trascinando in alto l’indice degli alimentari che complessivamente su base mensile sono aumentati dello 0,6% e su base annua del 2,8%. Ondata di rincari sulla benzina. Dopo l’aumento deciso […] 0

    Inflazione tocca 1,2% salasso da 604 euro a famiglia

    Redazione di Operai Contro, L’inflazione a giugno aumenta dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,2% nei confronti di giugno 2012 (era +1,1% a maggio). I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori a giugno sono aumentai dello 0,4% su base mensile e dell’1,7% su base annua (era +1,5% a maggio). Maxi-rincaro per la frutta fresca a giugno: i prezzi in un solo mese sono aumentati del 6,9% trascinando in alto l’indice degli alimentari che complessivamente su base mensile sono aumentati dello 0,6% e su base annua del 2,8%. Ondata di rincari sulla benzina. Dopo l’aumento deciso […]

    Continue Reading

  • RASSEGNA STAMPA L’opposizione siriana si sceglie un capo –          Le lunghe discussioni per la scelta del nuovo presidente del principale raggruppamento degli oppositori a Bashar al-Assad hanno fatto emergere la lotta per l’influenza tra Arabia Saudita e Qatar. –          La coalizione di opposizione si era accordata per allargare il movimento, prima ampiamente dominato dai Fratelli Musulmani sostenuti dal Qatar, a personalità più vicine all’Arabia Saudita. –          Il nuovo gruppo dirigente rappresenta tutte le tendenze dell’opposizione, e dovrebbe soddisfare gli “amici” della Siria, in particolare gli occidentali. –          I 114 membri del raggruppamento hanno eletto a presiedere la coalizione Ahmad […] 0

    SIRIA, OPPOSIZIONE

    RASSEGNA STAMPA L’opposizione siriana si sceglie un capo –          Le lunghe discussioni per la scelta del nuovo presidente del principale raggruppamento degli oppositori a Bashar al-Assad hanno fatto emergere la lotta per l’influenza tra Arabia Saudita e Qatar. –          La coalizione di opposizione si era accordata per allargare il movimento, prima ampiamente dominato dai Fratelli Musulmani sostenuti dal Qatar, a personalità più vicine all’Arabia Saudita. –          Il nuovo gruppo dirigente rappresenta tutte le tendenze dell’opposizione, e dovrebbe soddisfare gli “amici” della Siria, in particolare gli occidentali. –          I 114 membri del raggruppamento hanno eletto a presiedere la coalizione Ahmad […]

    Continue Reading

  • E’ sempre più evidente che il primo obiettivo di Grillo e del M5S, in questo momento, è quello di spaccare il PD. Un obiettivo che è facilmente alla loro portata, specie se si valutano la debolezza (o l’inerzia) politica del “gruppo dirigente” (si fa per dire) di quel partito e la permeabilità agli umori della piazza (anche virtuale) dei nuovi deputati piddini e la loro insofferenza alla vecchia nomenclatura. Sono caduti ormai nella paranoia del loro stesso fallimento, mentre i grillini urlano che “il re è nudo”. C’è ancora chi si illude che una “svolta radicale” sia praticabile all’interno […] 0

    IL RE E’ NUDO

    E’ sempre più evidente che il primo obiettivo di Grillo e del M5S, in questo momento, è quello di spaccare il PD. Un obiettivo che è facilmente alla loro portata, specie se si valutano la debolezza (o l’inerzia) politica del “gruppo dirigente” (si fa per dire) di quel partito e la permeabilità agli umori della piazza (anche virtuale) dei nuovi deputati piddini e la loro insofferenza alla vecchia nomenclatura. Sono caduti ormai nella paranoia del loro stesso fallimento, mentre i grillini urlano che “il re è nudo”. C’è ancora chi si illude che una “svolta radicale” sia praticabile all’interno […]

    Continue Reading