GLI OPERAI DELLA FORM OCCUPANO LA COMASINA

Redazione di Operai Contro, Centosettantadue. E’ il numero dei dipendenti dello stabilimento cormanese Form che rischiano il licenziamento. Per questo, ieri, gli operai dell’impresa metalmeccanica ex Simi hanno incrociato le braccia, organizzando un corteo per le vie della città manzoniana. Hanno alzato al cielo quel numero scritto su cartoni, in una protesta cui hanno partecipato centinaia di persone e che ha avuto anche momenti di tensione, con l’occupazione dei binari della metrotranvia, la minaccia di bloccare la Milano-Meda e l’esplosione di un petardo a pochi centimetri dall’auto con dentro l’ex amministratore delegato della Form. La grande preoccupazione è sfociata […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

Centosettantadue. E’ il numero dei dipendenti dello stabilimento cormanese Form che rischiano il licenziamento.

Per questo, ieri, gli operai dell’impresa metalmeccanica ex Simi hanno incrociato le braccia, organizzando un corteo per le vie della città manzoniana.

Hanno alzato al cielo quel numero scritto su cartoni, in una protesta cui hanno partecipato centinaia di persone e che ha avuto anche momenti di tensione, con l’occupazione dei binari della metrotranvia, la minaccia di bloccare la Milano-Meda e l’esplosione di un petardo a pochi centimetri dall’auto con dentro l’ex amministratore delegato della Form.

La grande preoccupazione è sfociata dopo la presentazione del piano industriale da parte della Vei Spa, l’azienda vicentina che ha rilevato lo stabilimento in seguito a una gara pubblica: a Cormano,

i dipendenti dovrebbero passare da 238 a 66. Nel 2006, quando lo stabilimento viaggiava al massimo, erano in 450.

Operai, non fidatevi dei tavoli

Operai, non fidatevi della ricerca dei nuovi acquirenti

Un operaio della FORM

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.