Archive for Marzo 3rd, 2012

  • I padroni sono degli assassini che godono dell’immunita’. La [k]Dow Chemical[k]: una multinazionale con sede negli Stati Uniti e’ uno degli sponsor dei Giochi olimpici. La [k]Dow Chemical[k] dal 2001 e’ padrona della Union Carbide responsabile di un gravissimo disastro industriale in India. La Union Carbide nel 1984 causo’ la morte immediata di 3500 persone e di altre migliaia nei giorni che seguirono lo sprigionarsi di una nube tossica. Per questo la Union Carbide non e’ mai stata condannata. I padroni che gestiscono i giochi olimpici hanno premiato la Union Carbide Facebook Comments 0

    GLI ASSASSINI SONO GLI SPONSOR DELLE OLIMPIADI

    I padroni sono degli assassini che godono dell’immunita’. La [k]Dow Chemical[k]: una multinazionale con sede negli Stati Uniti e’ uno degli sponsor dei Giochi olimpici. La [k]Dow Chemical[k] dal 2001 e’ padrona della Union Carbide responsabile di un gravissimo disastro industriale in India. La Union Carbide nel 1984 causo’ la morte immediata di 3500 persone e di altre migliaia nei giorni che seguirono lo sprigionarsi di una nube tossica. Per questo la Union Carbide non e’ mai stata condannata. I padroni che gestiscono i giochi olimpici hanno premiato la Union Carbide Facebook Comments

    Continue Reading

  • Una leccapiedi che si qualificava come giornalista di RAI NEWS parlava di un centinaio di manifestanti alla protesta di Roma. La foto smentisce la provocatrice della polizia I manifestanti hanno bloccato l’autostrada per l’Aquila. Questa volta la polizia non potra’ usare le foto degli agenti di RAI News. Facebook Comments 0

    GRANDE PARTECIPAZIONE ALLE MANIFESTAZIONI NOTAV

    Una leccapiedi che si qualificava come giornalista di RAI NEWS parlava di un centinaio di manifestanti alla protesta di Roma. La foto smentisce la provocatrice della polizia I manifestanti hanno bloccato l’autostrada per l’Aquila. Questa volta la polizia non potra’ usare le foto degli agenti di RAI News. Facebook Comments

    Continue Reading

  • No Tav: la resistenza s’infiamma. Egregio Direttore. Alberto Perino leader dei NO TAV mette in avviso il governo: [k]Monti eviti le prove di forza con noi. Non servono, fanno sprecare soldi[k]. I manifestanti NO TAV, hanno sperimentato che la determinazione della lotta, si rafforza con gli scontri con le forze dell’ordine che li reprimono o li caricano. Il governo Monti getta benzina sul fuoco. Oltre il presidio delle valli, in 75 citta’, fioccano occupazioni e presidi di sedi istituzionali. Mentre il ministro per l’integrazione Andrea Riccardi dice che [k]bisogna dialogare[k], Cancellieri, ministro dell’interno dice che [k]margini non ce ne […] 0

    No Tav: la resistenza s’infiamma.

    No Tav: la resistenza s’infiamma. Egregio Direttore. Alberto Perino leader dei NO TAV mette in avviso il governo: [k]Monti eviti le prove di forza con noi. Non servono, fanno sprecare soldi[k]. I manifestanti NO TAV, hanno sperimentato che la determinazione della lotta, si rafforza con gli scontri con le forze dell’ordine che li reprimono o li caricano. Il governo Monti getta benzina sul fuoco. Oltre il presidio delle valli, in 75 citta’, fioccano occupazioni e presidi di sedi istituzionali. Mentre il ministro per l’integrazione Andrea Riccardi dice che [k]bisogna dialogare[k], Cancellieri, ministro dell’interno dice che [k]margini non ce ne […]

    Continue Reading

  • REDAZIONE DI OPERAICONTRO Osvaldo Piazza del Rosario Corte’s, Manuel Jesus Cortes Vargas, Nicanor Alberto Torres e Luis Alejandro Zarate Roco Roco. Quattro operai minatori sono morti ieri in Cile a seguito della fuoriuscita di monossido di carbonio da una pompa che stazionava nella miniera dove lavoravano. L’ONEMI, ufficio nazionale di emergenza controllato dall’unificato ministero dell’Interno ed il preoccupante Pubblica Sicurezza, si affretta a sottolineare che gli operai sono morti a seguito di inalazione di monossido e non per un crollo. Il mondo intero, compresi i pennivendoli italiani, aveva seguito la vicenda degli operai cileni intrappolati dopo il crollo della […] 0

    CILE, QUATTRO OPERAI ASFISSIATI DAL GAS

    REDAZIONE DI OPERAICONTRO Osvaldo Piazza del Rosario Corte’s, Manuel Jesus Cortes Vargas, Nicanor Alberto Torres e Luis Alejandro Zarate Roco Roco. Quattro operai minatori sono morti ieri in Cile a seguito della fuoriuscita di monossido di carbonio da una pompa che stazionava nella miniera dove lavoravano. L’ONEMI, ufficio nazionale di emergenza controllato dall’unificato ministero dell’Interno ed il preoccupante Pubblica Sicurezza, si affretta a sottolineare che gli operai sono morti a seguito di inalazione di monossido e non per un crollo. Il mondo intero, compresi i pennivendoli italiani, aveva seguito la vicenda degli operai cileni intrappolati dopo il crollo della […]

    Continue Reading

  • Europa, disoccupazione in crescita 2 marzo 2012 A gennaio sale ancora il tasso di disoccupazione italiano: 9,2 per cento, finora mai raggiunto dal 2004 e ad oggi in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al dicembre scorso e di un punto rispetto a gennaio dell[k]anno passato. In Europa i dati non sono migliori: il tasso di disoccupazione nella zona euro raggiunge il 10,7 per cento a gennaio, registrando un incremento dello 0,7 per cento rispetto all[k]anno precedente. L[k]aumento della disoccupazione e’ anche una delle cause dirette dell[k]aumento della criminalita’ e del vertiginoso aumento dei suicidi. In Grecia, ieri, un […] 0

    EUROPA DISOCCUPAZIONE IN CRESCITA

    Europa, disoccupazione in crescita 2 marzo 2012 A gennaio sale ancora il tasso di disoccupazione italiano: 9,2 per cento, finora mai raggiunto dal 2004 e ad oggi in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al dicembre scorso e di un punto rispetto a gennaio dell[k]anno passato. In Europa i dati non sono migliori: il tasso di disoccupazione nella zona euro raggiunge il 10,7 per cento a gennaio, registrando un incremento dello 0,7 per cento rispetto all[k]anno precedente. L[k]aumento della disoccupazione e’ anche una delle cause dirette dell[k]aumento della criminalita’ e del vertiginoso aumento dei suicidi. In Grecia, ieri, un […]

    Continue Reading

  • REDAZIONE DI OPERAICONTRO La multinazionale leader mondiale dell’alluminio ALCOA prosegue la sua politica di tagli del personale e chiusure indiscriminate. Prevista la riduzione del 12% della produzione, la chiusura dello stabilimento sardo di Portovesme, di quelli in Tennessee e Texas ed il ridimensionamento ad Avile’s e La Coru[k]a in Spagna e Point Henry in Australia. Sul versante italiano, il prossimo 8 marzo si terra’ il terzo tavolo dall’inizio dell’anno tra sindacati, padroni e governo sulla vertenza aperta per lo stabilimento di Portovesme, nella martoriata regione del Sulcis Iglesiente in terra di Sardegna. L’ALCOA e’ stata richiamata dall’Unione Europea a […] 0

    OPERAI ALCOA

    REDAZIONE DI OPERAICONTRO La multinazionale leader mondiale dell’alluminio ALCOA prosegue la sua politica di tagli del personale e chiusure indiscriminate. Prevista la riduzione del 12% della produzione, la chiusura dello stabilimento sardo di Portovesme, di quelli in Tennessee e Texas ed il ridimensionamento ad Avile’s e La Coru[k]a in Spagna e Point Henry in Australia. Sul versante italiano, il prossimo 8 marzo si terra’ il terzo tavolo dall’inizio dell’anno tra sindacati, padroni e governo sulla vertenza aperta per lo stabilimento di Portovesme, nella martoriata regione del Sulcis Iglesiente in terra di Sardegna. L’ALCOA e’ stata richiamata dall’Unione Europea a […]

    Continue Reading

  • Ferrari, la Fiom continua lo sciopero dei sabati comandati Le 120 ore obbligatorie, cioe’ i 15 sabati comandati previsti dall’accordo Fiat sono stati imposti ai lavoratori. Infatti, nessun lavoratore ha potuto fino ad oggi esprimersi su un contratto che che da la possbilita’ all’azienda di non retribuire la malattia, un contratto che limita la liberta’ di sciopero, che peggiora le condizioni dei lavoratori in merito a orari e turni, un contratto che sottomette i sindacati firmatari e li rende dei figuranti senza possibilita’ di trattare nulla di significativo in fabbrica. Alla ferrari, il contratto Fiat e’ stato bocciato dalla […] 0

    FERRARI, CONTINUANO GLI SCIOPERI CONTRO I SABATI COMANDATI

    Ferrari, la Fiom continua lo sciopero dei sabati comandati Le 120 ore obbligatorie, cioe’ i 15 sabati comandati previsti dall’accordo Fiat sono stati imposti ai lavoratori. Infatti, nessun lavoratore ha potuto fino ad oggi esprimersi su un contratto che che da la possbilita’ all’azienda di non retribuire la malattia, un contratto che limita la liberta’ di sciopero, che peggiora le condizioni dei lavoratori in merito a orari e turni, un contratto che sottomette i sindacati firmatari e li rende dei figuranti senza possibilita’ di trattare nulla di significativo in fabbrica. Alla ferrari, il contratto Fiat e’ stato bocciato dalla […]

    Continue Reading