CASSA INTEGRAZIONE ALLA FIAT CNH DI MODENA

volantino gruppo operai fiat cnh 29 sett. 2015 Come gruppo operaio Fiat cnh non riconosciamo nessuna delle “scuse” giustificative dell’azienda CNH per mettere in cassa-integrazione la stragrande maggioranza degli operai. il salario reale diminuisce sensibilmente, almeno 200 euro. Come operai non possiamo permettercelo. Già alcuni giorni di cassa-integrazione si sono “scontati” quest’ estate, a settembre-ottobre l’azienda richiede ulteriore cassa e si impongono diversi giorni di C.I.G per tantissimi. La CNH questa primavera aveva elargito a centinaia di dipendenti ai “colletti bianchi”,bonus, di diverse migliaia di euro e la situazione trimestrale economica non è fondamentalmente diversa oggi. CNH macina profitti […]
Condividi:

volantino gruppo operai fiat cnh 29 sett. 2015

Come gruppo operaio Fiat cnh non riconosciamo nessuna delle “scuse” giustificative dell’azienda CNH per mettere in cassa-integrazione la stragrande maggioranza degli operai. il salario reale diminuisce sensibilmente, almeno 200 euro. Come operai non possiamo permettercelo. Già alcuni giorni di cassa-integrazione si sono “scontati” quest’ estate, a settembre-ottobre l’azienda richiede ulteriore cassa e si impongono diversi giorni di C.I.G per tantissimi. La CNH questa primavera aveva elargito a centinaia di dipendenti ai “colletti bianchi”,bonus, di diverse migliaia di euro e la situazione trimestrale economica non è fondamentalmente diversa oggi. CNH macina profitti pur in un mercato stagnante, equilibrandosi, pur essendo in alcune aree del mondo in perdita. L’utile netto nell’ultimo trimestre è 145 milioni di dollari è di 450 milioni di dollari nell’ultimo semestre, in attivo netto.

Qualche sindacato, puo’ benissimo pensare di perpetuare la rassegnazione tra gli operai, quotidianamente. Qualche altro sindacato coltivare uno strato “nuovo di delegati che criticano la situazione, nei “corsi” di preparazione sindacale. L’importante per l’azienda è che non si prendano misure di contrasto in fabbrica, tra gli operai. Per gli operai è invece importante ripristinare meccanismi di difesa anche immediata. Continuare a “lasciar fare” all’azienda non ci porta da nessuna parte, solo miseria e ci tocca anche star zitti.

C’e’ una discesa produttiva programmata dai dirigenti Cnh per lo stabilimento modenese? Si aumentino le squadre nei reparti , per esempio da 3 a 4, gruppi o squadre, con turni di 6 ore, per 5 giorni, nel ciclo integrale e si ruotino tutti gli operai in produzione senza fargli perdere ne salario alcuno, ne giornate. Sarebbe misura elementare, quella sopra elencata, mentre invece sappiamo che si mette in cassa la maggioranza ma nello stesso tempo ci sono elementi che fanno anche “straordinari”, tra il lunedi’ e il venerdi, e il sabato? Ricordiamo che è recente l’allontanamento per sempre di un “dirigente-exdirettore produttivo” considerato onnipotente e indispensabile, da tanti, per appropriazione illecita. Gli operai se lo ricordano quanta rigidità mostrava nel negare sufficienti dispositivi di sicurezza degli operai (i guanti di lavorazione per esempio dovemmo scioperare per avere la giusta quantità), dunque al peggio non c’e’ fine.

Come nucleo storico di Operai Fiat cnh siamo coscienti che solo con il rapporto di forza tra i produttori diretti, gli operai, e i vari “gestori” dell’azienda, potremmo ottenere le nostre richieste. Siamo altresi’ sicuri che è importante impostarli sulla base di giusti tempi e modi, ma tergiversare ulteriormente (l’estate è finita) mentre l’azienda prende campo, ci sembra deletereo, per gli interessi operai.

GRUPPO OPERAI
FIAT CNH Modena
29-9-2015

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.