Segnali di fumo alle porte dell’Expo

Cara Redazione, alle porte dell’Expo in alcuni Comuni in provincia di Varese, da due settimane non viene consegnata la Posta. Con Renzi (Pd) a capo del governo e Maroni (Lega Nord), a capo della regione Lombardia, ci toccherà tra un po’ comunicare attraverso i segnali di fumo. Altro che banda extra larga! Di extra larga c’è la banda che ci governa, che diventa sempre più larga sulle nostre spalle. Renzi, vaffanculo. Sei stato solo capace di fare una legge in 4 ore per abolire lo sciopero nei musei, dove d’ora in avanti come nei trasporti pubblici, verranno precettati i […]
Condividi:

Cara Redazione,

alle porte dell’Expo in alcuni Comuni in provincia di Varese, da due settimane non viene consegnata la Posta. Con Renzi (Pd) a capo del governo e Maroni (Lega Nord), a capo della regione Lombardia, ci toccherà tra un po’ comunicare attraverso i segnali di fumo. Altro che banda extra larga!

Di extra larga c’è la banda che ci governa, che diventa sempre più larga sulle nostre spalle.

Renzi, vaffanculo. Sei stato solo capace di fare una legge in 4 ore per abolire lo sciopero nei musei, dove d’ora in avanti come nei trasporti pubblici, verranno precettati i lavoratori e quindi costretti a lavorare, quando saranno proclamati scioperi. Una prima mossa per arrivare a colpire (come ricordava questo giornale), gli scioperi nelle fabbriche, magari con l’annunciata nuova legge sulla rappresentanza. Renzi vaffanculo. Vi spedisco la notizia della Prealpina.

Saluti da Maccagno

 

Da due settimane non viene recapitata la corrispondenza a Ghirla e Boarezzo, nel Comune di Valganna, e a Marzio. A denunciare il disservizio è il sindaco di Valganna, Bruna Jardini, che spiega la ragione, “comunque inaccettabile”, del vuoto di consegne, che riguarda anche le raccomandate. “Il postino ufficiale è in ferie e non c’è stato un servizio per sostituirlo”. “Ma le Poste conoscevano da marzo il piano ferie”. Lunedì 21 rientrerà l’addetto ufficiale al recapito, Andrea, ma si troverà l’arretrato da smaltire. E quindi serviranno più giorni per tornare alla normalità. Le critiche al disservizio arrivano appunto anche da Marzio, dove è in servizio lo stesso postino: il sindaco Maurizio Frontali “sottoscrive” le parole della sua collega di Valganna. E con le Poste, c’è anche in ballo il caso dell’ufficio di Ganna, soppresso ormai da un paio d’anni. I locali sono del Comune; le Poste non ancora  restituito le chiavi “nonostante i nostri ripetuti solleciti” spiega il sindaco Jardini.

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.