Archive for Luglio 7th, 2015

  • Redazione diOperai  Contro, la posizione del PARTITO OPERAIO è ottima. Abbiamo trasformato il comunicato in volantino Alcuni operai volantino_grecia Facebook Comments 0

    GRECIA: IL NEMICO NASCOSTO

    Redazione diOperai  Contro, la posizione del PARTITO OPERAIO è ottima. Abbiamo trasformato il comunicato in volantino Alcuni operai volantino_grecia Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione Molto comodo additare ai diseredati greci, al 50% dei giovani disoccupati, agli operai, che non possono nemmeno ritirare dalle banche tutto il proprio salario, la intransigente Merkel come rappresentante dei creditori responsabili di affamare l’intero popolo greco debitore insolvibile. Le nazioni ricche hanno prestato, quelle povere si sono indebitate e ora sono schiacciate dal peso insopportabile del debito. Così ci viene presentata la questione. Carnefici e cattive sono diventate le prime, ora che vogliono garanzie sul capitale prestato, nonché ovviamente gli interessi, vittime e buone le seconde che richiedono una moratoria e sconti poiché la popolazione è allo […] 0

    Il nemico nascosto: i padroni greci non esistono più

    Redazione Molto comodo additare ai diseredati greci, al 50% dei giovani disoccupati, agli operai, che non possono nemmeno ritirare dalle banche tutto il proprio salario, la intransigente Merkel come rappresentante dei creditori responsabili di affamare l’intero popolo greco debitore insolvibile. Le nazioni ricche hanno prestato, quelle povere si sono indebitate e ora sono schiacciate dal peso insopportabile del debito. Così ci viene presentata la questione. Carnefici e cattive sono diventate le prime, ora che vogliono garanzie sul capitale prestato, nonché ovviamente gli interessi, vittime e buone le seconde che richiedono una moratoria e sconti poiché la popolazione è allo […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, I giornalisti leccaculo dei padroni parlano tanto di ripresa e di uscita dal tunnel della crisi, intanto la scure delle “tutele crescenti” si abbatte su coloro che, giovani o meno,  non hanno mai trovato lavoro. la prevenzione e i medicinali infatti diventeranno un lusso che i senza lavoro non potranno permettersi. Di seguito il collegamento al sito della regione lazio. Saluti Gert Dal Pozzo Esenzione dal ticket E02, cambiano i parametri per l’accesso Esenzione dal ticket E02, cambiano i parametri per l’acc… Ticket 8 aprile 2015 Esenzione dal ticket E02, cambiano i parametri per l’accesso […] 0

    Le tutele crescenti dell’era renziana

    Redazione di Operai Contro, I giornalisti leccaculo dei padroni parlano tanto di ripresa e di uscita dal tunnel della crisi, intanto la scure delle “tutele crescenti” si abbatte su coloro che, giovani o meno,  non hanno mai trovato lavoro. la prevenzione e i medicinali infatti diventeranno un lusso che i senza lavoro non potranno permettersi. Di seguito il collegamento al sito della regione lazio. Saluti Gert Dal Pozzo Esenzione dal ticket E02, cambiano i parametri per l’accesso Esenzione dal ticket E02, cambiano i parametri per l’acc… Ticket 8 aprile 2015 Esenzione dal ticket E02, cambiano i parametri per l’accesso […]

    Continue Reading

  • Redazione Le norme liberticide approvate dal governo a febbraio 2015, ufficialmente per ostacolare l’adesione di cittadini italiani all’Isis, hanno manifestato subito la loro natura reazionaria e fascista. L’occasione è data dalla decisione di andare a vivere in Siria, nei territori occupati dall’Isis da parte di Maria Giulia Sergio, accusata perciò dalle autorità italiane di essere una combattente dello stato islamico. In realtà qui non ci interessa discutere se è dimostrata e dimostrabile la partecipazione di Maria Giulia Sergio ad azioni armate. Si tratta immediatamente di notare come per lo stato italiano non siano perseguibili i numerosi mercenari italiani che […] 0

    Il legame di sangue come corpo di reato

    Redazione Le norme liberticide approvate dal governo a febbraio 2015, ufficialmente per ostacolare l’adesione di cittadini italiani all’Isis, hanno manifestato subito la loro natura reazionaria e fascista. L’occasione è data dalla decisione di andare a vivere in Siria, nei territori occupati dall’Isis da parte di Maria Giulia Sergio, accusata perciò dalle autorità italiane di essere una combattente dello stato islamico. In realtà qui non ci interessa discutere se è dimostrata e dimostrabile la partecipazione di Maria Giulia Sergio ad azioni armate. Si tratta immediatamente di notare come per lo stato italiano non siano perseguibili i numerosi mercenari italiani che […]

    Continue Reading

  • Redazione Che la sedicente sinistra quà in Italia sia senza idee è ormai un fatto storico ventennale. Con la fine del partito comunista italiano ogni partito che lo ha seguito è andato sempre peggio e devono ringraziare l’odiato Berlusconi perchè grazie a lui hanno potuto fare anni di campagne politiche basate sul semplice antiberlusconismo riuscendo così a nascondere l’assoluta assenza di un programma e di idee di governo. Poi è arrivato Renzi un personaggio che pur essendo stato partorito da questo sedicente partito di sinistra di questa non ha proprio nulla e le sue idee sono assolutamente liberali a […] 0

    La minoranza di sinistra senza prospettive, fra riformismo illusionista e riformismo di confindustria

    Redazione Che la sedicente sinistra quà in Italia sia senza idee è ormai un fatto storico ventennale. Con la fine del partito comunista italiano ogni partito che lo ha seguito è andato sempre peggio e devono ringraziare l’odiato Berlusconi perchè grazie a lui hanno potuto fare anni di campagne politiche basate sul semplice antiberlusconismo riuscendo così a nascondere l’assoluta assenza di un programma e di idee di governo. Poi è arrivato Renzi un personaggio che pur essendo stato partorito da questo sedicente partito di sinistra di questa non ha proprio nulla e le sue idee sono assolutamente liberali a […]

    Continue Reading

  • Morti sul lavoro al 4 luglio del 2015. Caro Operai Contro, invio un aggiornamento degli operai uccisi per il profitto in Italia dal 1° gennaio al 4 luglio 2015. Per mettere fine a questa strage, bisogna mettere fine a questo sistema sociale. Uniamoci per farlo. Costruiamo il Partito Operaio. Fonte: Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro. Dall’inizio dell’anno sono morti sui luoghi di lavoro 302 lavoratori, con le morti sulle strade e in itinere si superano i 620 morti complessivi (stima minima) . Occorre tenere presente che nelle statistiche delle morti sul lavoro lo Stato considera morti sul […] 0

    Mettiamo fine alla strage di Operai.

    Morti sul lavoro al 4 luglio del 2015. Caro Operai Contro, invio un aggiornamento degli operai uccisi per il profitto in Italia dal 1° gennaio al 4 luglio 2015. Per mettere fine a questa strage, bisogna mettere fine a questo sistema sociale. Uniamoci per farlo. Costruiamo il Partito Operaio. Fonte: Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro. Dall’inizio dell’anno sono morti sui luoghi di lavoro 302 lavoratori, con le morti sulle strade e in itinere si superano i 620 morti complessivi (stima minima) . Occorre tenere presente che nelle statistiche delle morti sul lavoro lo Stato considera morti sul […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, a Brescia un terzo degli inquilini del condominio Aler, in via Francesco Lonati 18 a San Polo, ha ricevuto l’ingiunzione di sfratto. Scende in campo l’associazione Diritti per Tutti: “Faremo di tutto per impedirlo”. Invio l’articolo di Bresciatoday. Saluti da un lettore. Brescia. Giovedì 2 luglio, una rappresentanza dei condomini, spalleggiata dall’associazione Diritti per Tutti, ha riunito la stampa locale nel cortile del caseggiato per chiedere di far da cassa di risonanza della loro situazione. Umberto Gobbi ha fatto da portavoce: “L’Aler dovrebbe essere un paracadute sociale e garantire una casa a tutti. E’ paradossale che adotti […] 0

    L’Aler peggio dei privati

    Caro Operai Contro, a Brescia un terzo degli inquilini del condominio Aler, in via Francesco Lonati 18 a San Polo, ha ricevuto l’ingiunzione di sfratto. Scende in campo l’associazione Diritti per Tutti: “Faremo di tutto per impedirlo”. Invio l’articolo di Bresciatoday. Saluti da un lettore. Brescia. Giovedì 2 luglio, una rappresentanza dei condomini, spalleggiata dall’associazione Diritti per Tutti, ha riunito la stampa locale nel cortile del caseggiato per chiedere di far da cassa di risonanza della loro situazione. Umberto Gobbi ha fatto da portavoce: “L’Aler dovrebbe essere un paracadute sociale e garantire una casa a tutti. E’ paradossale che adotti […]

    Continue Reading

  • E’ interesse di tutti rappresentare il problema della Grecia come contrasto fra Europa e Grecia, fra creditori cattivi e debitori strangolati.                                                                                                                                                             […] 0

    GRECIA IL NEMICO NASCOSTO

    E’ interesse di tutti rappresentare il problema della Grecia come contrasto fra Europa e Grecia, fra creditori cattivi e debitori strangolati.                                                                                                                                                             […]

    Continue Reading

  • Redazione,Dopo il più grande sciopero del dopoguerra in Germania, anche in Inghilterra i ferrovieri sono sul piede di guerra, chiamati alla prova di forza. Le due società Northern Rail e Southern Rail proclamano uno sciopero di 5 giorni, a partire da domenica 12 luglio. Ciò in concomitanza con l’idea del nuovo governo conservatore di stringere le maglie per la legge sullo sciopero: Cameron pensa ad un referendum con maggioranza per il settore privato, ed almeno il 40% per il settore pubblico. Ai ferrovieri si aggiunge il sindacato RMT (Rail and Maritime Transport) che proclama uno sciopero di 24 ore […] 0

    SCIOPERI IN INGHILTERRA

    Redazione,Dopo il più grande sciopero del dopoguerra in Germania, anche in Inghilterra i ferrovieri sono sul piede di guerra, chiamati alla prova di forza. Le due società Northern Rail e Southern Rail proclamano uno sciopero di 5 giorni, a partire da domenica 12 luglio. Ciò in concomitanza con l’idea del nuovo governo conservatore di stringere le maglie per la legge sullo sciopero: Cameron pensa ad un referendum con maggioranza per il settore privato, ed almeno il 40% per il settore pubblico. Ai ferrovieri si aggiunge il sindacato RMT (Rail and Maritime Transport) che proclama uno sciopero di 24 ore […]

    Continue Reading