Bonanni è sconcertato.

Caro Direttore, tale era l’entusiasmo di Bonanni per il programma di Renzi, che non aveva lesinato pubblici apprezzamenti. Sul 4 per 8, il nuovo contratto rinnovabile 8 volte in 3 anni, Bonanni aveva rimbeccato la Camusso, nello slancio filorenziano. Ora è arrivato il pentimento e Bonanni dichiara il proprio “sconcerto”, per i tagli alla spesa pubblica. Bonanni il capo dei sindacalisti venduti, ha cominciato a trasalire alla notizia di 85 mila esuberi nella pubblica amministrazione. La sua preoccupazione non è per il taglio occupazionale, bensì per la perdita di tessere Cisl, il sindacato di cui è segretario. “Basta con […]
Condividi:

Caro Direttore, tale era l’entusiasmo di Bonanni per il programma di Renzi, che non aveva lesinato pubblici apprezzamenti. Sul 4 per 8, il nuovo contratto rinnovabile 8 volte in 3 anni, Bonanni aveva rimbeccato la Camusso, nello slancio filorenziano.

Ora è arrivato il pentimento e Bonanni dichiara il proprio “sconcerto”, per i tagli alla spesa pubblica.

Bonanni il capo dei sindacalisti venduti, ha cominciato a trasalire alla notizia di 85 mila esuberi nella pubblica amministrazione. La sua preoccupazione non è per il taglio occupazionale, bensì per la perdita di tessere Cisl, il sindacato di cui è segretario.

“Basta con questo gioco al massacro” urla Bonanni. “Di dipendenti pubblici ne abbiamo già persi 350 mila”.

Se perde ancora tesserati, Bonanni ha sempre al caldo un posto nella politica antioperaia.

Nelle fabbriche non può più andarci se non sotto scorta, altrimenti son pedate nel culo.

Saluti Oxervator.

Condividi:

Facebook Comments

1 Comment

  1. Marco

    … e ti credo, il suo sindacato gialli è soprattutto tra le aristocrazie del pubblico impiego che raccoglie i suoi consensi… e poi dai, è la solita sceneggiata, magari poi indicono congiuntamente pure un quarto d’ora di sciopero… Li conosciamo bene sti maiali di regime !