Vertenza Tct a Taranto sciopero di 24 ore e sit in degli operai

Redazione TARANTO – Scatta la protesta dei lavoratori portuali. I sindacati dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil hanno indetto per oggi 24 ore di sciopero del personale di Taranto Container Terminal. L’astensione dal lavoro si svolgerà dalle 7 alla stessa ora di domani. Saranno comunque garantiti, come fa rilevare Carmelo Sasso della Uil, i servizi minimi previsti dagli accordi» mentre «sono sospese, oltre che le relazioni industriali, tutte le prestazioni di lavoro straordinario». Un sit in dei lavoratori è previsto dalle 7 alle 13. La decisione di arrivare ad uno sciopero i sindacati l’avevano presa all’indomani del vertice […]
Condividi:

Redazione

TARANTO – Scatta la protesta dei lavoratori portuali. I sindacati dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil hanno indetto per oggi 24 ore di sciopero del personale di Taranto Container Terminal. L’astensione dal lavoro si svolgerà dalle 7 alla stessa ora di domani. Saranno comunque garantiti, come fa rilevare Carmelo Sasso della Uil, i servizi minimi previsti dagli accordi» mentre «sono sospese, oltre che le relazioni industriali, tutte le prestazioni di lavoro straordinario». Un sit in dei lavoratori è previsto dalle 7 alle 13.

La decisione di arrivare ad uno sciopero i sindacati l’avevano presa all’indomani del vertice a Roma tra gli azionisti di Tct, l’Autorità portuale e il ministro della Coesione territoriale, Carlo Trigilia, nel quale la stessa Tct ha manifestato l’intenzione di disimpegnarsi qualora i lavori di ammodernamento dell’area del molo polisettoriale, dove è il terminal, dovessero subire ulteriori ritardi rispetto al nuovo cronoprogramma in fase di definizione. I sindacati hanno reagito a tale presa di posizione parlando di «ricatto» ed hanno invitato Tct a presentare un piano industriale. In seguito è stato proclamato lo stato di agitazione.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.