Renzi / Boschi: promesse e deliri

Caro Operai Contro, la data per il cosidetto “referendum costituzionale”, non è ancora stata fissata dal governo. Ma il ricatto di Renzi nei confronti degli elettori, che ha dichiarato di dimettersi se il referendum non sarà approvato, dura da mesi. Ogni giorno Renzi con la sua propaganda per convincere gli elettori della bontà dei suoi piani, fa man bassa di promesse. Ieri ha toccato il tasto delle pensioni: quelle minime che sono troppo basse e quelle dei futuri pensionandi penalizzate da uno scalino troppo grosso. Sperando che gli elettori abbocchino all’amo, Renzi conclude: se il referendum “passa”, ci saranno […]
Condividi:

Caro Operai Contro,

la data per il cosidetto “referendum costituzionale”, non è ancora stata fissata dal governo. Ma il ricatto di Renzi nei confronti degli elettori, che ha dichiarato di dimettersi se il referendum non sarà approvato, dura da mesi.

Ogni giorno Renzi con la sua propaganda per convincere gli elettori della bontà dei suoi piani, fa man bassa di promesse. Ieri ha toccato il tasto delle pensioni: quelle minime che sono troppo basse e quelle dei futuri pensionandi penalizzate da uno scalino troppo grosso. Sperando che gli elettori abbocchino all’amo, Renzi conclude: se il referendum “passa”, ci saranno 500 milioni per i poveri.

Non di meno, Maria Elena Boschi ministro dei capelli lunghi e dei portafogli gonfi, ha sconfinato nel delirio puro dichiarando: “Chi propone di votare No non rispetta il Parlamento”.

Questa invece la dichiarazione di Renzi:  «Ci sono ancora un sacco di cose da fare, come le pensioni. È un tema sul quale bisogna lavorare perché in passato si è intervenuto con l’accetta, c’è uno scalino troppo grosso e le pensioni minime sono troppo basse. Quindi deve essere chiaro che dovremo trovare risorse in più». Sul referendum: «Se passa, i 500 milioni risparmiati sui costi della politica pensate che bello metterli sul fondo della povertà e darli ai nostri concittadini che non ce la fanno»

Personalmente non mi interessa il referendum costituzionale, ma penso che per il solo fatto di essere presi per il culo, tanti elettori vadano a votare no.

Saluti

 

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.