A proposito di una segnalazione da FAN PAGE comparsa su Parlamento 5 Stelle il 22 Settembre 2013

Cosa va cercando il Movimento 5 Stelle da Operai Contro? Su Operai Contro è passato uno scritto di Mario Sacchi del 12 Settembre 2013 su: “lotta proletaria e repressione statale”: Una serie di appunti un po’ sconclusionati, che abbiamo pubblicato senza problemi, su come ci si difende nei processi intentati contro chi non sopporta più una vita da schiavi e la prepotenza del potere. Nello scritto si scopre in seguito che compaiono intere frasi prese di sana pianta da un testo uscito dal carcere di Siano, ad opera di due detenuti esponenti del PCPM, in realtà non si sa […]
Condividi:

Cosa va cercando il Movimento 5 Stelle da Operai Contro?

Su Operai Contro è passato uno scritto di Mario Sacchi del 12 Settembre 2013 su: “lotta proletaria e repressione statale”: Una serie di appunti un po’ sconclusionati, che abbiamo pubblicato senza problemi, su come ci si difende nei processi intentati contro chi non sopporta più una vita da schiavi e la prepotenza del potere. Nello scritto si scopre in seguito che compaiono intere frasi prese di sana pianta da un testo uscito dal carcere di Siano, ad opera di due detenuti esponenti del PCPM, in realtà non si sa bene chi copia chi. Il giornalista di FAN PAGE è pronto col miglior fiuto poliziesco a chiedersi quale legame esista fra i due documenti e la risposta sarebbe semplice: si sono scopiazzati fra loro. Ma non basta i grandi sostenitori della libertà della rete si chiedono di più: che legame ci sia fra i due estensori del documento in galera e “il giornale di sinistra Operai Contro”.

Così introducono la possibilità di una collusione. Siamo ai metodi più cupi delle leggi speciali, chiunque esprima posizioni critiche sul sistema sociale può essere sospettato di terrorismo.

Il bello della vicenda è che la riprenda e la rilanci il sito ufficiale dei 5 Stelle. Prima di Grillo lo ha fatto Panorama, Libero, Il Corriere etc etc.

I padroni e i loro figliastri grandi e piccoli non si smentiscono mai, degli operai che vogliono liberarsi della loro condizione di schiavi sono un pericolo per tutti: chi li manterrebbe a fare chiacchiere senza fine dalla mattina alla sera?

Operai Contro è per la liberazione degli operai, i tempi e i metodi per questo risultato lo troveranno gli operai stessi nel corso del loro movimento. Gli operai non hanno bisogno né di attentatori né di comici arrabbiati. Gli operai sapranno fare in proprio.

Operai Contro.

Condividi:

Facebook Comments

1 Comment

  1. Sempar

    Anche qui a rompere i coglioni? Nessuno si è preso la briga di leggersi COSA E’ OPERAICONTRO? Grillini, panorami, corrieristi-carrieristi e liberisti vari, ed altri chi più ne ha più ne metta: NON INCROCIATE LE SPECIE, NON CERCATE DI TRASCINARE L’OPERAIO NEL VOSTRO MINESTRONE DEMOCRATICO-BORGHESE.
    Questo è IL quotidiano degli Operai per gli Operai. Lo scrive chi LAVORA.
    Qui NON SI MISCHIANO le specie come Mendel con i piselli.
    State nel vostro fottuto baccello pieno di bambagia. Noi siamo ALTRO. Voi siete ALIENI.
    Hic manemibus optime.