Archive for Settembre 4th, 2013

  • Redazione di Operai Contro, i soldati italiani che sono dislocati all’estero sono tanti. Difendono gli interessi dei padroni italiani. Due navi militari, il cacciatorpediniere Andrea Doria e la fregata Maestrale, sono salpate nelle ore scorse da Taranto per dirigersi al largo delle coste libanesi: scopo della missione, secondo quanto si è appreso, quello di tutelare le truppe italiane della forza Unifil in caso di conflitto siriano. Il macellaio Letta con il macellaio Obama contro il macellaio Assad C’è un unico modo di essere contro i padroni italiani, è quello di essere contro il macellaio Letta Un operaio   Facebook […] 0

    I PADRONI ITALIANI

    Redazione di Operai Contro, i soldati italiani che sono dislocati all’estero sono tanti. Difendono gli interessi dei padroni italiani. Due navi militari, il cacciatorpediniere Andrea Doria e la fregata Maestrale, sono salpate nelle ore scorse da Taranto per dirigersi al largo delle coste libanesi: scopo della missione, secondo quanto si è appreso, quello di tutelare le truppe italiane della forza Unifil in caso di conflitto siriano. Il macellaio Letta con il macellaio Obama contro il macellaio Assad C’è un unico modo di essere contro i padroni italiani, è quello di essere contro il macellaio Letta Un operaio   Facebook […]

    Continue Reading

  • Cara redazione, sono un’insegnante precario, di quelli in coda nelle graduatorie, nonostante l’abilitazione all’insegnamento ottenuta sborsando soldi per frequentare i corsi abilitanti. Per noi precari non vale il detto evangelico “gli ultimi saranno i primi”, gli ultimi restano gli ultimi e basta! Già perché la condizione di precario è un’eterna rincorsa a non scendere nella  graduatoria, non farsi superare da qualcuno che poi ti può precedere per l’assegnazione di qualche supplenza o incarico. Ed è una rincorsa difficile in quanto, in Sicilia ma nel meridione in genere, dopo la laurea,le prospettive lavorative sono  poche, allora ci si ritrova agronomi, […] 0

    LETTERA DAL GIRONE DEGLI INSEGNANTI PRECARI

    Cara redazione, sono un’insegnante precario, di quelli in coda nelle graduatorie, nonostante l’abilitazione all’insegnamento ottenuta sborsando soldi per frequentare i corsi abilitanti. Per noi precari non vale il detto evangelico “gli ultimi saranno i primi”, gli ultimi restano gli ultimi e basta! Già perché la condizione di precario è un’eterna rincorsa a non scendere nella  graduatoria, non farsi superare da qualcuno che poi ti può precedere per l’assegnazione di qualche supplenza o incarico. Ed è una rincorsa difficile in quanto, in Sicilia ma nel meridione in genere, dopo la laurea,le prospettive lavorative sono  poche, allora ci si ritrova agronomi, […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Obama e Assad sono due macellai che difendono i padroni USA e Siriani Noi operai siamo contro i due macellai e dalla parte dei Siriani che si ribellano Gli antimperialisti che si sono schierati con Assad sono contro i ribelli Siriani Letta e soci che esternano la loro ammirazione per Obama sono dei criminali al servizio dei padroni Italiani viva i ribelli Siriani Un operaio Facebook Comments 4

    I MACELLAI

    Redazione di Operai Contro, Obama e Assad sono due macellai che difendono i padroni USA e Siriani Noi operai siamo contro i due macellai e dalla parte dei Siriani che si ribellano Gli antimperialisti che si sono schierati con Assad sono contro i ribelli Siriani Letta e soci che esternano la loro ammirazione per Obama sono dei criminali al servizio dei padroni Italiani viva i ribelli Siriani Un operaio Facebook Comments

    Continue Reading

  • Egregio Direttore, si scrive “Patto di Genova”, si legge soldi ai padroni. Come denunciava ieri questo giornale, l’accordo fra Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. 1) Riduzione dell’Irap per le imprese. 2) Agevolazioni fiscali per le imprese. 3) Copertura con soldi pubblici, a garanzia dei finanziamenti delle banche alle imprese. 4) Energia elettrica agevolata per le imprese. 5) Revisione della spesa pubblica, per compensare i regali alle imprese (e t’attacchi al tram con le tariffe private, se hai soldi). 6) Per operai e pensionati, una vaga promessa a potenziare nientepopodimeno che? Le detrazioni!!!   Nei 6 punti concordati tra imprese […] 0

    In piazza per il profitto.

    Egregio Direttore, si scrive “Patto di Genova”, si legge soldi ai padroni. Come denunciava ieri questo giornale, l’accordo fra Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. 1) Riduzione dell’Irap per le imprese. 2) Agevolazioni fiscali per le imprese. 3) Copertura con soldi pubblici, a garanzia dei finanziamenti delle banche alle imprese. 4) Energia elettrica agevolata per le imprese. 5) Revisione della spesa pubblica, per compensare i regali alle imprese (e t’attacchi al tram con le tariffe private, se hai soldi). 6) Per operai e pensionati, una vaga promessa a potenziare nientepopodimeno che? Le detrazioni!!!   Nei 6 punti concordati tra imprese […]

    Continue Reading

  • In campo ci sono due ipotesi. Una, quella maggioritaria che chiameremo degli illusionisti, che presuppongono che la crisi sia passeggera. I padroni si riorganizzano, sfruttano un po’ gli operai, i profitti riprendono e allora la giostra riparte. Attraverso questa strada, prima o poi, si avrà una ripresa dell’occupazione, di nuovo qualche diritto del lavoro, qualche soldo in più. Riprenderà cioè, il tran tran dello sfruttamento “normale”. In specifico, i sindacati “collaborazionisti”, UILM FIM FISMIC UGL, sono apertamente schierati con questa ipotesi. Appoggiano senza indecisioni le politiche padronali anticrisi. Firmano tutto quello che i padroni chiedono e illudono gli operai […] 0

    NEL MARE DELLE ILLUSIONI NON SI PESCA NEMMENO UN PESCE MORTO

    In campo ci sono due ipotesi. Una, quella maggioritaria che chiameremo degli illusionisti, che presuppongono che la crisi sia passeggera. I padroni si riorganizzano, sfruttano un po’ gli operai, i profitti riprendono e allora la giostra riparte. Attraverso questa strada, prima o poi, si avrà una ripresa dell’occupazione, di nuovo qualche diritto del lavoro, qualche soldo in più. Riprenderà cioè, il tran tran dello sfruttamento “normale”. In specifico, i sindacati “collaborazionisti”, UILM FIM FISMIC UGL, sono apertamente schierati con questa ipotesi. Appoggiano senza indecisioni le politiche padronali anticrisi. Firmano tutto quello che i padroni chiedono e illudono gli operai […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Nelle ricorrenze, durante le cerimonie ufficiali, le alte cariche dello stato spendono parole di elogio per la loro democrazia borghese in materia di giustizia civiltà e rispetto dei diritti civili nei fatti però è tutto molto diverso. Ogni giorno vediamo che la legge non è uguale per tutti come vorrebbero far credere loro, ogni giorno siamo sfruttati e quindi derubati sul luogo di lavoro, ogni giorno vediamo aumentare il numero di disoccupati e ci raccontano che viviamo in una repubblica fondata sul lavoro, ogni giorno vediamo persone che protestano aggredite dalle forze dell’ordine. Ma ci sono […] 0

    Violenze di Stato

    Redazione di Operai Contro, Nelle ricorrenze, durante le cerimonie ufficiali, le alte cariche dello stato spendono parole di elogio per la loro democrazia borghese in materia di giustizia civiltà e rispetto dei diritti civili nei fatti però è tutto molto diverso. Ogni giorno vediamo che la legge non è uguale per tutti come vorrebbero far credere loro, ogni giorno siamo sfruttati e quindi derubati sul luogo di lavoro, ogni giorno vediamo aumentare il numero di disoccupati e ci raccontano che viviamo in una repubblica fondata sul lavoro, ogni giorno vediamo persone che protestano aggredite dalle forze dell’ordine. Ma ci sono […]

    Continue Reading