Archive for Settembre 11th, 2013

  • Redazione di Operai Contro, i così detti economisti che leccano il culo ai padroni affermano: la recessione è finita . Lo afferma il Centro studi di Confindustria (Csc), che nelle previsioni colloca l’interruzione della caduta del Pil nel terzo trimestre di quest’anno e il ritorno a variazioni positive nel quarto (+0,3%). L’economia italiana è arrivata “al punto di svolta”, anche se la ripresa sarà “lenta”. In ogni caso il giornale della Confindustria avverte: L’uscita dell’Italia dalla recessione ”sarà lenta”.  ”sulla strada della ripresa persistono infatti rischi, interni e internazionali, e ostacoli. Cruciale – aggiunge – è la stabilità politica”. […] 0

    PER I PADRONI E I LORO SERVI ECONOMISTI LA CRISI E’ FINITA

    Redazione di Operai Contro, i così detti economisti che leccano il culo ai padroni affermano: la recessione è finita . Lo afferma il Centro studi di Confindustria (Csc), che nelle previsioni colloca l’interruzione della caduta del Pil nel terzo trimestre di quest’anno e il ritorno a variazioni positive nel quarto (+0,3%). L’economia italiana è arrivata “al punto di svolta”, anche se la ripresa sarà “lenta”. In ogni caso il giornale della Confindustria avverte: L’uscita dell’Italia dalla recessione ”sarà lenta”.  ”sulla strada della ripresa persistono infatti rischi, interni e internazionali, e ostacoli. Cruciale – aggiunge – è la stabilità politica”. […]

    Continue Reading

  • Egregio Direttore venerdì scorso la giunta regionale lombarda ha approvato il “piano aria”, contro l’inquinamento, che costerà due miliardi di euro. Invece prende sempre più corpo il piano aria fritta, denominato “Macroregione” che il nazipadano Maroni segretario della Lega Nord, nelle ultime elezioni aveva sbandierato e promesso. Maroni non parla più di Macroregione. É un gioppino in mano a Berlusconi e al Pdl. Come tutti i capi nazipadani oltre il razzismo e l’antioperaismo, usano solo demagogia per ingannare e inculare la gente che stà al di fuori della cerchia dei benestanti. Saluti da Palazzago Facebook Comments 0

    Il piano aria fritta

    Egregio Direttore venerdì scorso la giunta regionale lombarda ha approvato il “piano aria”, contro l’inquinamento, che costerà due miliardi di euro. Invece prende sempre più corpo il piano aria fritta, denominato “Macroregione” che il nazipadano Maroni segretario della Lega Nord, nelle ultime elezioni aveva sbandierato e promesso. Maroni non parla più di Macroregione. É un gioppino in mano a Berlusconi e al Pdl. Come tutti i capi nazipadani oltre il razzismo e l’antioperaismo, usano solo demagogia per ingannare e inculare la gente che stà al di fuori della cerchia dei benestanti. Saluti da Palazzago Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Alla faccia del partito dei lavoratori. Qui siamo più dalle parti del «Marchese del Grillo». Che, almeno, nell’indimenticabile film con Alberto Sordi dalla finestra si limitava a lanciare le pigne. Il viceministro per la Sicurezza pubblica dello Stato brasiliano di Bahia ha invece sparato tre colpi di pistola contro alcuni contadini del Movimento Sem Terra (Mst) che erano entrati nei locali del ministero a Salvador per protestare contro l’uccisione di un loro leader. LA FOTO – Ari Pereira è stato fotografato mentre dal primo piano dell’edificio punta l’arma contro i manifestanti nell’atrio e apre il fuoco, […] 0

    BRASILE: I POLITICI DI SINISTRA

    Redazione di Operai Contro, Alla faccia del partito dei lavoratori. Qui siamo più dalle parti del «Marchese del Grillo». Che, almeno, nell’indimenticabile film con Alberto Sordi dalla finestra si limitava a lanciare le pigne. Il viceministro per la Sicurezza pubblica dello Stato brasiliano di Bahia ha invece sparato tre colpi di pistola contro alcuni contadini del Movimento Sem Terra (Mst) che erano entrati nei locali del ministero a Salvador per protestare contro l’uccisione di un loro leader. LA FOTO – Ari Pereira è stato fotografato mentre dal primo piano dell’edificio punta l’arma contro i manifestanti nell’atrio e apre il fuoco, […]

    Continue Reading

  • Caro Direttore, se, come sembra, Berlusconi avrà un trattamento diverso dalla condanna avuta dopo regolare processo fino al 3° grado di giudizio, e se anche il percorso previsto in questi casi dal Parlamento, verrà aggirato, rivendichiamo parità di trattamento per tutti i condannati: fuori tutti dalle galere. Per gli autentici e sovrani delinquenti che stanno in Parlamento, è tempo di rispolverare (e lubrificare) la ghigliottina. Liberi tutti. Facebook Comments 0

    Fuori tutti dalle galere

    Caro Direttore, se, come sembra, Berlusconi avrà un trattamento diverso dalla condanna avuta dopo regolare processo fino al 3° grado di giudizio, e se anche il percorso previsto in questi casi dal Parlamento, verrà aggirato, rivendichiamo parità di trattamento per tutti i condannati: fuori tutti dalle galere. Per gli autentici e sovrani delinquenti che stanno in Parlamento, è tempo di rispolverare (e lubrificare) la ghigliottina. Liberi tutti. Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Il «re dei wurstel» è agli arresti domiciliari. Attilio Scarlino, 50 anni, di Taurisano, amministratore delegato del «Salumificio Scarlino»,è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito delle indagini sulla morte dell’operaio Mario Orlando, 53 anni, pure lui di Taurisano. L’assassinio è avvenuto il 30 agosto scorso nello stabilimento di Taurisano. L’accusa nei confronti dell’imprenditore è duplice. La prima: rimozione dolosa di una cautela destinata a prevenire gli infortuni sul lavoro. La seconda: morte dell’operaio come conseguenza della rimozione stessa. Mario Orlando era addetto alla pulizia della impastatrice. Durante l’operazione di lavaggio, però, è caduto […] 1

    PADRONE ASSASSINO

    Redazione di Operai Contro, Il «re dei wurstel» è agli arresti domiciliari. Attilio Scarlino, 50 anni, di Taurisano, amministratore delegato del «Salumificio Scarlino»,è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito delle indagini sulla morte dell’operaio Mario Orlando, 53 anni, pure lui di Taurisano. L’assassinio è avvenuto il 30 agosto scorso nello stabilimento di Taurisano. L’accusa nei confronti dell’imprenditore è duplice. La prima: rimozione dolosa di una cautela destinata a prevenire gli infortuni sul lavoro. La seconda: morte dell’operaio come conseguenza della rimozione stessa. Mario Orlando era addetto alla pulizia della impastatrice. Durante l’operazione di lavaggio, però, è caduto […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, t’invio questo articolo della Gazzetta del Mezzogiorno. Lo invio come denuncia contro i sindacalisti Fanno bene gli operaio della Jabil a ribellarsi. 950 operai ridotti a pecore da macellare Un operaio di Bari Sì dei 950 lavoratori Bridgestone ad una «vittoria amara», che costerà lacrime e sangue. Ma è pur sempre una vittoria, preziosa, in un momento in cui dal mondo del lavoro arrivano solo segnali negativi. Per ora, in realtà, si tratta di un’intesa sindacati-azienda che dovrebbe (usare il condizionale è d’obbligo) essere ratificata da un incontro a Roma, al ministero del Lavoro alla […] 0

    BRIDGESTONE, OPERAI RIDOTTI A PECORE DAI SINDACALISTI

    Redazione di Operai Contro, t’invio questo articolo della Gazzetta del Mezzogiorno. Lo invio come denuncia contro i sindacalisti Fanno bene gli operaio della Jabil a ribellarsi. 950 operai ridotti a pecore da macellare Un operaio di Bari Sì dei 950 lavoratori Bridgestone ad una «vittoria amara», che costerà lacrime e sangue. Ma è pur sempre una vittoria, preziosa, in un momento in cui dal mondo del lavoro arrivano solo segnali negativi. Per ora, in realtà, si tratta di un’intesa sindacati-azienda che dovrebbe (usare il condizionale è d’obbligo) essere ratificata da un incontro a Roma, al ministero del Lavoro alla […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Silvio Berlusconi deve rimanere senatore, altro che decadenza. Dopo tre ore di riunione, è questa la proposta avanzata da Andrea Augello alla Giunta per le elezioni di Palazzo Madama. Dopo tanto il Pd ha abbassato la cresta Il parlamento Italiano è un vero puttanaio: ladri e pluripregiudicati lo guidano Grillo è un buffone, gli eletti del M5S farebbero bene a dimettersi in massa Un lettore Facebook Comments 0

    LETTA E’ SALVO

    Redazione di Operai Contro, Silvio Berlusconi deve rimanere senatore, altro che decadenza. Dopo tre ore di riunione, è questa la proposta avanzata da Andrea Augello alla Giunta per le elezioni di Palazzo Madama. Dopo tanto il Pd ha abbassato la cresta Il parlamento Italiano è un vero puttanaio: ladri e pluripregiudicati lo guidano Grillo è un buffone, gli eletti del M5S farebbero bene a dimettersi in massa Un lettore Facebook Comments

    Continue Reading

  • Operai: siamo noi che produciamo la ricchezza del paese. Nonostante ciò non possiamo accedere alle merci da noi prodotte. La crisi del sistema capitalista ha peggiorato ulteriormente le nostre condizione di sfruttati. Chi lavora ha salari da fame, deve sottostare a ricatti, minacce, deve sostenere ritmi insostenibili e accettare il pericolo di morire e infortunarsi gravemente. I padroni, con il sostegno di sindacati e governi compiacenti, ci hanno riportati al livello della schiavitù. Il nostro salario serve a stento a nutrirci e ad avere un tetto: non c’è differenza con gli schiavi del passato costretti a lavorare per un […] 0

    SIAMO LA CLASSE OPERAIA, NON SIAMO PEZZENTI.

    Operai: siamo noi che produciamo la ricchezza del paese. Nonostante ciò non possiamo accedere alle merci da noi prodotte. La crisi del sistema capitalista ha peggiorato ulteriormente le nostre condizione di sfruttati. Chi lavora ha salari da fame, deve sottostare a ricatti, minacce, deve sostenere ritmi insostenibili e accettare il pericolo di morire e infortunarsi gravemente. I padroni, con il sostegno di sindacati e governi compiacenti, ci hanno riportati al livello della schiavitù. Il nostro salario serve a stento a nutrirci e ad avere un tetto: non c’è differenza con gli schiavi del passato costretti a lavorare per un […]

    Continue Reading