Col quotidiano comunista sottobraccio

Condividi:

Col quotidiano comunista sottobraccio

Egregio Direttore

Che irriverente questo Operaio di Pavia che si autodefinisce Borghese: denigra [k]Il Manifesto[k] alla stregua di un qualunque [k]quotidiano d’impronta progressista, attenzione bene non ho detto rivoluzionaria[k], quando in bella vista sulla testata sta scritto [k]quotidiano comunista[k].
Ma l’autodefinentesi Borghese, come farebbe a giustificare un [k]quotidiano comunista[k] non rivoluzionario?
Sarebbe come spiegare perche’ Valentino Parlato, fondatore 40 e piu’ anni fa’ del [k]quotidiano comunista[k], si dispera che in Sicilia la meta’ degli elettori diserta le urne e considerando il voto ai grillini, ben tre quarti dell’elettorato per dirla con Parlato, [k]si e’ posto al di fuori del sistema attuale dei partiti. Siamo proprio alla totale svalutazione del sistema politico ecc. ecc.[k]
Per giustificare una simile pasta di [k]comunista[k], l’Operaio che si autodefinisce Borghese, ricorre ai bistrattamenti che gli vengono riservati sul posto di lavoro, per dire che nonostante tutto lui legge Il Manifesto.
Che centra! Tanti operai leggono svariati giornali, Repubblica, Il Fatto, il Corriere ecc, ma queste testate borghesi, in quanto tali, non si spacciano con tanto di scritta sulla testata [k]quotidiano comunista[k]. E fa’ bene a mio avviso Operai Contro a prendere quando serve, articoli da questi giornali.
Quando poi il contenuto ed il linguaggio del [k]comunista[k], non casualmente, e’ uguale a quello di Napolitano…….
Temendo di non risultare convincente l’autodefinentesi Borghese, risulta logorroico, si dilunga e spazia da Trotzki a Marchionne, dall’ avvento del Messia, a Sallusti e [k]dulcis in fundo, poteva mancare un attacco alla Fiom? Nossignori, c’e’ pure quello!
Evidentemente questa pasta di comunisti critici critici, ce l’hanno su con Landini, hanno piu’ simpatie per Bonanni…..
Mi auguro che l’autodefinentesi, Borghese Operaio di Pavia, unendosi ai suoi colleghi che temo subiscano l’analogo suo bistrattamento sul posto di lavoro, dedichi un po’ del suo tempo a come reagire ai bistrattamenti del suo padrone, magari organizzandosi in un bel sindacato [k]duro e puro[k],
non uno come la Fiom!
Saluti operai da Grugliasco (To)

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.