Archive for Novembre 5th, 2012

  • Allo stato attuale occupano i seggi del Parlamento cento deputati tra indagati, condannati o prescritti. Questo Parlamento ha votato il decreto anticorruzione. Anna Maria Cancellieri assicura che il decreto legislativo sara’ approvato prima delle prossime elezioni. Riguardera’ tutte le cariche elettive, ma anche i ruoli di governo e quelli nelle societa’ partecipate. Decadenza della carica in caso di condanna degli eletti ( la condanna deve essere definitiva: Tempo medio 10 anni) Non potranno ricandidarsi i parlamentari morti Non potranno ricandidarsi coloro che occupano piu’ di dieci cariche elettive Facebook Comments 0

    NON SONO CANDIDABILI

    Allo stato attuale occupano i seggi del Parlamento cento deputati tra indagati, condannati o prescritti. Questo Parlamento ha votato il decreto anticorruzione. Anna Maria Cancellieri assicura che il decreto legislativo sara’ approvato prima delle prossime elezioni. Riguardera’ tutte le cariche elettive, ma anche i ruoli di governo e quelli nelle societa’ partecipate. Decadenza della carica in caso di condanna degli eletti ( la condanna deve essere definitiva: Tempo medio 10 anni) Non potranno ricandidarsi i parlamentari morti Non potranno ricandidarsi coloro che occupano piu’ di dieci cariche elettive Facebook Comments

    Continue Reading

  • Il mondo dei precari della scuola si mobilita, anche sul web, per ricordare Carmine Cerbera, 48 anni, docente senza cattedra di Casandrino (Napoli) che si e’ suicidato nella sua abitazione venerdi’ scorso. L’uomo non ha lasciato messaggi d’addio, ma i precari non hanno dubbi: a spingerlo al gesto estremo e’ stata la mancanza di un lavoro stabile, e c’e’ chi ricorda un messaggio da lui scritto nei giorni scorsi su Facebook, nel quale accusava il ministero dell’Istruzione di ”distruggere il futuro” suo e di tanti altri come lui: ”Se saremo fortunati, resteremo precari a vita”. Di ”suicidio di Stato” […] 0

    CARMINE CERBERA SUICIDATO DALLO STATO

    Il mondo dei precari della scuola si mobilita, anche sul web, per ricordare Carmine Cerbera, 48 anni, docente senza cattedra di Casandrino (Napoli) che si e’ suicidato nella sua abitazione venerdi’ scorso. L’uomo non ha lasciato messaggi d’addio, ma i precari non hanno dubbi: a spingerlo al gesto estremo e’ stata la mancanza di un lavoro stabile, e c’e’ chi ricorda un messaggio da lui scritto nei giorni scorsi su Facebook, nel quale accusava il ministero dell’Istruzione di ”distruggere il futuro” suo e di tanti altri come lui: ”Se saremo fortunati, resteremo precari a vita”. Di ”suicidio di Stato” […]

    Continue Reading

  • di FULVIO COLUCCI Damiano non aveva mai calcolato le conseguenze di un sorriso. Ci ripensa adesso, davanti al taccuino del cronista, calibrando le parole: [k]Cosi Claudio mi ha salutato prima di morire. Con un sorriso[k]. Damiano Novellino, tarantino 36enne, operaio dell[k]Ilva, collega di Claudio Marsella, l[k]operaio morto martedi scorso al Mof, reparto movimentazione ferroviaria, aggancia al vagone del presente quello del passato prossimo, azionando il radiocomando dei pensieri. Il carico e’ denso di paure, rabbia, coraggio. Lui non si fa schiacciare [k]Ero iscritto alla Uilm, ma ho cambiato idea. Lo sciopero finiva mercoledi. Ho continuato la protesta. Ero in […] 0

    ILVA, OPERAIO ASSASSINATO: IL RICORDO

    di FULVIO COLUCCI Damiano non aveva mai calcolato le conseguenze di un sorriso. Ci ripensa adesso, davanti al taccuino del cronista, calibrando le parole: [k]Cosi Claudio mi ha salutato prima di morire. Con un sorriso[k]. Damiano Novellino, tarantino 36enne, operaio dell[k]Ilva, collega di Claudio Marsella, l[k]operaio morto martedi scorso al Mof, reparto movimentazione ferroviaria, aggancia al vagone del presente quello del passato prossimo, azionando il radiocomando dei pensieri. Il carico e’ denso di paure, rabbia, coraggio. Lui non si fa schiacciare [k]Ero iscritto alla Uilm, ma ho cambiato idea. Lo sciopero finiva mercoledi. Ho continuato la protesta. Ero in […]

    Continue Reading

  • DA BARI A KABUL, L[k]ITALIA RICORDA LE SUE GUERRE [k]Patria[k] e [k]ideali di liberta’ e di pace[k] sbandierati per nascondere gli interessi imperialistici di ieri e di oggi L[k]Italia guerrafondaia, ieri come piccolo paese aspirante imperialista e oggi come membro di primo piano di una vera e propria potenza imperialista, l[k]Unione europea, nella giornata dell[k]unita’ nazionale e delle forze armate ha ricordato [k]quanti sono morti per la Patria e tutti coloro che ancora oggi sono impegnati in missioni all[k]estero[k]. [k]Patria[k], fuori dai luoghi comuni, significa salvaguardia degli interessi economici e politici, colonialistici e imperialistici, dei padroni italiani, ma questo […] 0

    DA BARI A KABUL, L[k]ITALIA RICORDA LE SUE GUERRE

    DA BARI A KABUL, L[k]ITALIA RICORDA LE SUE GUERRE [k]Patria[k] e [k]ideali di liberta’ e di pace[k] sbandierati per nascondere gli interessi imperialistici di ieri e di oggi L[k]Italia guerrafondaia, ieri come piccolo paese aspirante imperialista e oggi come membro di primo piano di una vera e propria potenza imperialista, l[k]Unione europea, nella giornata dell[k]unita’ nazionale e delle forze armate ha ricordato [k]quanti sono morti per la Patria e tutti coloro che ancora oggi sono impegnati in missioni all[k]estero[k]. [k]Patria[k], fuori dai luoghi comuni, significa salvaguardia degli interessi economici e politici, colonialistici e imperialistici, dei padroni italiani, ma questo […]

    Continue Reading

  • Da tre settimane, ormai, gli operai in lotta al Deposito Centrale IKEA di Piacenza, sostenuti da altri lavoratori del polo logistico piacentino operanti presso altri appalti, stanno presidiano e lottando contro le inumane condizioni di lavoro all[k]interno dei magazzini e contro il tentativo dell[k]IKEA e del Consorzio Gestione Servizi di espellere sindacato e lavoratori scomodi dal posto di lavoro. Nonostante la disponibilita’ del SI-Cobas ad affrontare le problematiche ad un tavolo tra le parti, IKEA e Consorzio hanno scelto la linea dura. Circa 80 lavoratori, che recentemente avevano cominciato la protesta contro paghe miserrime e per un[k]equa distribuzione del […] 0

    OPERAI IKEA IN LOTTA

    Da tre settimane, ormai, gli operai in lotta al Deposito Centrale IKEA di Piacenza, sostenuti da altri lavoratori del polo logistico piacentino operanti presso altri appalti, stanno presidiano e lottando contro le inumane condizioni di lavoro all[k]interno dei magazzini e contro il tentativo dell[k]IKEA e del Consorzio Gestione Servizi di espellere sindacato e lavoratori scomodi dal posto di lavoro. Nonostante la disponibilita’ del SI-Cobas ad affrontare le problematiche ad un tavolo tra le parti, IKEA e Consorzio hanno scelto la linea dura. Circa 80 lavoratori, che recentemente avevano cominciato la protesta contro paghe miserrime e per un[k]equa distribuzione del […]

    Continue Reading